Passa ai contenuti principali

“Fuga da Reuma Park” - di Davide

Aldo, Giovanni e Giacomo tornano con un nuovo film: “Fuga da Reuma park”. La pellicola, la cui sceneggiatura è stata scritta da Morgan Bertacca, è diretta ed interpretata dal trio comico e vede, tra gli altri, la partecipazione di Ficarra e Picone. Il film racconta la storia di tre amici che, dopo trent’anni, si ritrovano in una casa per anziani chiamata Luna Park. I tre allora decidono di rimettere insieme la “banda” e cercano di fuggire dall’ospizio la notte di Natale per riprovare, forse per l’ultima volta, l’adrenalina del divertimento. I tre amici cercano di evadere e tornare liberi anche per inseguire i propri sogni, come quello di Giacomo di andare a Rio de Janeiro ma, ad ostacolare il loro progetto, ci sarà un’infermiera russa, che farà di tutto per fermarli. Il film, nonostante alcuni brevi momenti di risate e divertimento, risulta poco coinvolgente nella storia che narra e sembra affidato all’estro del momento piuttosto che ad un vero e proprio filo conduttore. Nel complesso “Fuga da Reuma park”, anche a causa di una trama appena tratteggiata, è un film molto lontano da altre opere del trio comico, quali “Tre uomini e una gamba” e “Chiedimi se sono felice”, che hanno saputo far divertire moltissimo un pubblico di tutte le età. Peccato dover rimanere non soddisfatti dal film che avrebbe dovuto celebrare i 25 anni di carriera del mitico trio.
DAVIDE  
CLASSE TERZA  A SCUOLA SINOPOLI FERRINI DI ROMA 

Commenti

Post popolari in questo blog

Eticamente lecito uccidere i bambini - di Stefano Biavaschi

“Eticamente lecito uccidere i bambini”. E' la sorprendente tesi di due bioeticisti italiani, pubblicata sul Journal of Medical Ethics. I due personaggi sono Alberto Giubilini e Francesca Minerva, e il titolo incredibile dell'articolo è: “Aborto dopo la nascita, perché il bambino dovrebbe vivere?”.

Il mattino, da "Il giorno" di Giuseppe Parini - vv. 1-169 - di Carlo Zacco

5 10 15 20 25 30 35 40 45 50 Giovin Signore, o a te scenda per lungo Di magnanimi lombi ordine il sangue Purissimo celeste, o in te del sangue Emendino il difetto i compri onori E le adunate in terra o in mar ricchezze Dal genitor frugale in pochi lustri, Me Precettor d'amabil Rito ascolta.     Come ingannar questi nojosi e lenti Giorni di vita, cui sì lungo tedio E fastidio insoffribile accompagna Or io t'insegnerò. Quali al Mattino, Quai dopo il Mezzodì, quali la Sera Esser debban tue cure apprenderai, Se in mezzo agli ozj tuoi ozio ti resta Pur di tender gli orecchi a' versi miei.     Già l'are a Vener sacre e al giocatore Mercurio ne le Gallie e in Albione Devotamente hai visitate, e porti Pur anco i segni del tuo zelo impressi: Ora è tempo di posa. In vano Marte A sè t'invita; che ben folle è quegli Che a rischio de la vita onor si merca, E tu naturalmente il sangue aborri. Nè i mesti de la D…

Concorso dirigenti: appunti di studio

L'ultima mia fatica di studio in vista del concorso l'ho riversata come al solito sul sito www.atuttascuola.it e credo che possa essere utile, in mancanza di una testo ufficiale del ministero di preparazione al concorso.