Passa ai contenuti principali

Una bussola per i decreti attuativi della Buona Scuola

UNA BUSSOLA PER LE DELEGHE
Autore: a cura di Giancarlo Cerini, Mariella Spinosi
Edizione: TECNODID
Notizie della scuola - giugno 2017
Pagine: 256
ISBN: 9788867070329
Prezzo: € 22,00
I nuovi decreti legislativi
Testi integrali - Commenti - Schede di sintesi

Il complesso delle innovazioni del sistema scolastico italiano che vanno sotto il nome di “Buona scuola”, dopo l’approvazione e la prima attuazione della legge 107/2015, trova ora un nuovo punto d’approdo nella emanazione di otto decreti legislativi, approvati dal Governo il 13 aprile 2017.
Si tratta di provvedimenti aventi forza di legge, in virtù della delega contenuta nella legge 107, che riguardano aspetti rilevanti della vita della scuola: si va dal sistema integrato “zerosei” all’istruzione professionale, dalle norme in materia di diritto allo studio a quelle relative alla valutazione degli allievi, dalla rivisitazione delle modalità dell’inclusione scolastica ad una riforma profonda della formazione iniziale dei docenti, dal rilancio della cultura umanistica e artistica fino alla regolamentazione delle scuole italiane all’estero.
Il libro contiene i testi integrali degli otto decreti legislativi, corredati di analisi e commenti curati da valenti autori ed esperti delle materie interessate. Schede di sintesi e quadri sinottici consentono di orientarsi nel corpus dei decreti, rintracciandone i contenuti essenziali, mentre ulteriori schemi rimandano ai prossimi provvedimenti (regolamenti e decreti) necessari per dare compiuta regolazione alle novità legislative.
Il volume rappresenta il seguito ideale di “Una mappa per la riforma” curata dagli stessi autori e si avvale del collaudato apporto degli esperti del gruppo redazionale Tecnodid (Repertorio normativo, Notizie della Scuola, Voci, Scuola7.it).

Contributi di: Sergio Auriemma, Antonia Carlini, Giancarlo Cerini, Paola Di Natale, Nilde Maloni, Gianna Prapotnich, Angelo Prontera, Paola Serafin, Mariella Spinosi, Maria Teresa Stancarone.

Commenti

Post popolari in questo blog

Il mattino, da "Il giorno" di Giuseppe Parini - vv. 1-169 - di Carlo Zacco

5 10 15 20 25 30 35 40 45 50 Giovin Signore, o a te scenda per lungo Di magnanimi lombi ordine il sangue Purissimo celeste, o in te del sangue Emendino il difetto i compri onori E le adunate in terra o in mar ricchezze Dal genitor frugale in pochi lustri, Me Precettor d'amabil Rito ascolta.     Come ingannar questi nojosi e lenti Giorni di vita, cui sì lungo tedio E fastidio insoffribile accompagna Or io t'insegnerò. Quali al Mattino, Quai dopo il Mezzodì, quali la Sera Esser debban tue cure apprenderai, Se in mezzo agli ozj tuoi ozio ti resta Pur di tender gli orecchi a' versi miei.     Già l'are a Vener sacre e al giocatore Mercurio ne le Gallie e in Albione Devotamente hai visitate, e porti Pur anco i segni del tuo zelo impressi: Ora è tempo di posa. In vano Marte A sè t'invita; che ben folle è quegli Che a rischio de la vita onor si merca, E tu naturalmente il sangue aborri. Nè i mesti de la D…

Concorso dirigenti: appunti di studio

L'ultima mia fatica di studio in vista del concorso l'ho riversata come al solito sul sito www.atuttascuola.it e credo che possa essere utile, in mancanza di una testo ufficiale del ministero di preparazione al concorso.

Con il Brexit nell'UE la lingua italiana al posto dell'inglese - di Giuseppe Tizza

Momenti storici come questo per la nostra lingua non capitano così spesso.
La lingua inglese non ha più diritto di essere comprese fra le lingue ufficiali dell'UE.
La lingua italiana deve prendere il posto di quella inglese.
Dal punto di vista linguistico dipende solo da noi cogliere il momento e sfruttarlo al massimo.
Questo mio testo potrebbe fare da base per sviluppare un programma da portare avanti noi, senza bisogno di istituzioni.
Si potrebbe fare una raccolta di firme.

http://www.repubblica.it/esteri/2016/10/27/news/brexit_un_taglio_alla_lingua_con_il_regno_unito_fuori_l_unione_europea_non_parlera_piu_inglese_-150675134/

La brexit favorirà economicamente la Germania.
Questo mio testo potrebbe fare da base per sviluppare un programma da portare avanti noi, senza bisogno di istituzioni.
Sconvolgerebbe positivamente il nostro ruolo nel mondo e il Suo nuovo ginnasio potrebbe fare da trampolino di lancio.

La lingua italiana è la più semplice e la più adatta per la mente umana

Met…