Passa ai contenuti principali

Rudolph the red-nosed reindeer - di Emanuela P. R. Fraschini

Recita natalizia, per consolidare l' apprendimento delle  strutture della lingua inglese

Personaggi:
R = Rudolph
Rain = 1° renna
Deer = 2° renna
Star= 3° renna
SC = Santa Claus

La scena si apre con le renne che cantano “Rudolph the red-nosed Reindeer
Rain Deer Star = Ho, ho, ho ! Rudolph the red-nosed reindeer has a very shiny nose! Ho, ho, ho....!
R = Ci resta male.... mentre le renne giocano a palla, lui le osserva e chiede =May I play with you?
Rain = No, you may not.
R = May I play with you?
Deer = No, you may not.
R = May I play with you? Please....!
Rain Deer Star = No!
R = Why? You can drive
Rain = Because you can' t you can' t play, so you may not play.
Deer = You can' t play …. so.... you may not play
R = I can play
Rain = No, you cannot.
R = Yes, I can. I can play. May I play?
Rain  = No, you can' t. And you may not.
R  (piange) = May I play with you?
Deer = No
R = Why?
Rain = Because you have a red nose! You are different.... you are strange!
R (piange)
Arriva Santa Claus
SC = Ho, ho, ho ! It' s a foggy night, tonight. I can' t see so well.... (SC  si accorge di Rudolph, gli va vicino e gli chiede ) = Hello, Rudolph. Why are you crying?
R = Because I may not play ….
SC = Why?
R =  Because I have a red nose....
SC = Oh, yes. You have a red nose. ( SC pensa e ha un' idea … Rivolto a Rudolph …) Rudolph, with your nose so bright …. can you drive my sleigh tonight?
R = Oh, yes! I can! Thank you, Santa.
SC = Thank you, Rudolph.... ho, ho, ho... Let' s go!
Rain Deer Star = Oh, Rudolph! You can guide! OH !
R = Yes, I can. And I may! … I may ! ….. I may!

Tutti cantano “ Rudolph the red-nosed reindeer”

Commenti

Post popolari in questo blog

Eticamente lecito uccidere i bambini - di Stefano Biavaschi

“Eticamente lecito uccidere i bambini”. E' la sorprendente tesi di due bioeticisti italiani, pubblicata sul Journal of Medical Ethics. I due personaggi sono Alberto Giubilini e Francesca Minerva, e il titolo incredibile dell'articolo è: “Aborto dopo la nascita, perché il bambino dovrebbe vivere?”.

Il mattino, da "Il giorno" di Giuseppe Parini - vv. 1-169 - di Carlo Zacco

5 10 15 20 25 30 35 40 45 50 Giovin Signore, o a te scenda per lungo Di magnanimi lombi ordine il sangue Purissimo celeste, o in te del sangue Emendino il difetto i compri onori E le adunate in terra o in mar ricchezze Dal genitor frugale in pochi lustri, Me Precettor d'amabil Rito ascolta.     Come ingannar questi nojosi e lenti Giorni di vita, cui sì lungo tedio E fastidio insoffribile accompagna Or io t'insegnerò. Quali al Mattino, Quai dopo il Mezzodì, quali la Sera Esser debban tue cure apprenderai, Se in mezzo agli ozj tuoi ozio ti resta Pur di tender gli orecchi a' versi miei.     Già l'are a Vener sacre e al giocatore Mercurio ne le Gallie e in Albione Devotamente hai visitate, e porti Pur anco i segni del tuo zelo impressi: Ora è tempo di posa. In vano Marte A sè t'invita; che ben folle è quegli Che a rischio de la vita onor si merca, E tu naturalmente il sangue aborri. Nè i mesti de la D…

Concorso dirigenti: appunti di studio

L'ultima mia fatica di studio in vista del concorso l'ho riversata come al solito sul sito www.atuttascuola.it e credo che possa essere utile, in mancanza di una testo ufficiale del ministero di preparazione al concorso.