Passa ai contenuti principali

L'utilità del metodo CLIL (Content Language and Integrated Learning Focus) - di Giovanna Lanzilotta

Il metodo CLIL: si tratta , come è noto, di un percorso di apprendimento linguistico che ha cominciato a diffondersi negli anni '90 ed è anche parte integrante del Lifelong Learning Program.

L'idea di base è quella, semplice ma innovativa allo stesso tempo, di favorire l'apprendimento di una disciplina non letteraria in una lingua straniera insegnata da docenti non specialisti della stessa  e prevede un percorso educativo più o meno lungo, con scelte strategiche, strutturali e di ordine metodologico nei contenuti, proposti a discenti ( dei diversi ordini di scuola ) che imparano una lingua non nativa.

L'aspetto particolarmente interessante del metodo CLIL è che, accanto all'acquisizione della competenza liguistica, si vogliono sviluppare atteggiamenti ed interessi plurilingui senza trascurare  lo spirito di collaborazione tra discenti, che riveste un ruolo importante, poichè spesso vengono proposti agli studenti lavori da svolgere in gruppo, unitamente all 'interazione tra docenti ed allievi e  tra docenti stessi, considerata l'importanza della collaborazione tra insegnanti specialisti della lingua e non.

Qualsiasi disciplina, sia umanistica, che tecnico-matematica, può essere  trasmessa ed appresa nella lingua non nativa,  con le sue specificità lessicali ed è comunque importante sottolineare il fatto che  il percorso di apprendimento si incentra e va valutato sull'acquisizione dei significati piuttosto che sugli errori linguistici.

Il metodo CLIL riveste altresì un' importante valenza formativa: incrementa senso di responsabilità e autonomia degli alunni, favorisce processi cognitivi quali “Problem Solving”,” Thinking Skills”, “Brainstorming”;  in un'ottica costruttivista, considera l'allievo sempre al centro del processo di apprendimento .

Dal punto di vista metodologico, la didattica laboratoriale risulta efficace; il ricorso alle  tecniche informatiche ed alle competenze digitali ( utilizzo di Internet, Power Point, Video Maker, ecc)  costituiscono un valore aggiunto nella ricerca di informazioni e come realizzazione di prodotti quali tesine, relazioni, video a supporto di quanto appreso.

La valutazione finale,  in ogni caso, deve essere più formativa che sommativa.


Tra i vari aspetti da considerare nel progettare un percorso di apprendimento CLIL vanno sottolineate la programmazione iniziale e, in ogni fase, un' attenta azione di monitoraggio;  tra le problematiche che spesso emergono ci sono i tempi di attuazione che vanno conciliati con quelli delle discipline curricolari; le risorse umane e materiali da impiegare; le conoscenze linguistiche dei docenti non specialisti della lingua, che devono comunque possedere un'adeguata formazione metodologica.

Commenti

Post popolari in questo blog

Il mattino, da "Il giorno" di Giuseppe Parini - vv. 1-169 - di Carlo Zacco

5 10 15 20 25 30 35 40 45 50 Giovin Signore, o a te scenda per lungo Di magnanimi lombi ordine il sangue Purissimo celeste, o in te del sangue Emendino il difetto i compri onori E le adunate in terra o in mar ricchezze Dal genitor frugale in pochi lustri, Me Precettor d'amabil Rito ascolta.     Come ingannar questi nojosi e lenti Giorni di vita, cui sì lungo tedio E fastidio insoffribile accompagna Or io t'insegnerò. Quali al Mattino, Quai dopo il Mezzodì, quali la Sera Esser debban tue cure apprenderai, Se in mezzo agli ozj tuoi ozio ti resta Pur di tender gli orecchi a' versi miei.     Già l'are a Vener sacre e al giocatore Mercurio ne le Gallie e in Albione Devotamente hai visitate, e porti Pur anco i segni del tuo zelo impressi: Ora è tempo di posa. In vano Marte A sè t'invita; che ben folle è quegli Che a rischio de la vita onor si merca, E tu naturalmente il sangue aborri. Nè i mesti de la D…

Un quiz al giorno per il Concorso Dirigenti Scolastici 2015

Da oggi fino alla prova preselettiva sulla seguente pagina facebook un quiz al giorno per il Concorso Dirigenti Scolastici 2015 (bando previsto entro fine marzo, secondo il decreto Milleproroghe), ogni giorno alle ore 9.  La soluzione verrà pubblicata almeno un giorno dopo. https://www.facebook.com/nuovoconcorsodirigentiscolastici

Elogio di Galileo dall' Adone di Marino - di Carlo Zacco

Marino - Adone Canto X - ottave 42-37 Elogio di Galileo
42 Tempo verrà che senza impedimento queste sue note ancor fien note e chiare, mercé d'un ammirabile stromento per cui ciò ch'è lontan vicino appare e, con un occhio chiuso e l'altro intento specolando ciascun l'orbe lunare, scorciar potrà lunghissimi intervalli per un picciol cannone e duo cristalli. - Impedimento: ostacolo;  - note: caratteristiche;   note: conosciute e comprensibili: paronomasia;    mercé: grazie a;    - intento: attento;  - specolando: osservando;  - scorciar: abbreviare; 43 Del telescopio, a questa etate ignoto, per te fia, Galileo, l'opra composta, l'opra ch'al senso altrui, benché remoto, fatto molto maggior l'oggetto accosta. Tu, solo osservator d'ogni suo moto e di qualunque ha in lei parte nascosta, potrai, senza che vel nulla ne chiuda, novello Endimion, mirarla ignuda. - per te: per opera tua;  - fia l’opra comp…