Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2015

Canto sedicesimo del Purgatorio, vv. 1-108

A me pare uguale agli dei di Saffo

Mille baci di Catullo

Nostalgia di Giuseppe Ungaretti

I pronomi relativi

Il dolce stil novo

Guido Cavalcanti: la vita

Il terzo canto terzo dell' Inferno di Dante vv. 86-136

Il quarto capitolo dei Promessi Sposi, capitolo di Fra Cristoforo

L' enjambement

La cultura che nutre - di Laura Alberico

“ Si può sperimentare come, in una didattica basata sull’elemento vivente,  i ragazzi traggono le cose da loro stessi” ( R. Steiner- Opera omnia, n.305 ).
Il progetto, in collaborazione con il corpo forestale dello stato di Ostia, nasce dal preciso intento di sensibilizzare gli alunni verso le problematiche relative all’educazione ambientale e sanitaria. Gli incontri con gli operatori del C.F. sono stati molto interessanti perché i ragazzi hanno potuto immergersi nella natura ( pineta di Castelfusano e orto botanico della sede del C.F.) affinando i sensi ( osservare, odorare, toccare), raccogliendo e classificando le specie tipiche del territorio (macchia mediterranea). Il gruppo di alunni, costituito da elementi di quattro classi seconde, ha seguito, a scuola, attività laboratoriali organizzate  dalle insegnanti di scienze, educazione fisica e lettere. La motivazione, l’informazione e la ricerca sono state le basi di un processo di apprendimento che ha consentito di far interagire la …

Epistolario e satire di Ariosto

Le figure retoriche e il significato della poesia

Le ultime opere filosofiche e l' epistolario di Cicerone

La poesia di Michelangelo Buonarroti

•A
Vittoria Colonna (Rime, 235)
•Un
uomo in una donna, anzi uno dio

per la sua bocca parla,

ond’io per ascoltarla

son fatto tal, che ma’ più sarò mio.

I’ credo ben, po’ ch’io                                                  5

a me da lei fu’ tolto,

fuor di me stesso aver di me pietate;

sì sopra ’l van desio

mi sprona il suo bel volto,

ch’i’ veggio morte in ogni altra beltate.                10

O donna che passate

per acqua e foco l’alme a’ lieti giorni,

deh, fate c’a me stesso più non torni.
•Rime,
151: anche questa a Vittoria?





• Non
ha l’ottimo artista alcun concetto

c’un marmo solo in sé non circonscriva

col suo superchio, e solo a quello arriva

la man che ubbidisce all’intelletto.

  Il mal ch’io fuggo, e ’l ben ch’io mi prometto,5

in te, donna leggiadra, altera e diva,

tal si nasconde; e perch’io più non viva,

contraria ho l’arte al disïato effetto.

  Amor dunque non ha, né tua beltate

o durezza o fortuna o gran disdegno,10

del mio mal colpa, o mio destino o sorte;

  se dentro del tuo…

La poesia religiosa nel duecento

Al cor gentil rempaira sempre amore di Guido Guinizzelli, dal verso 23 a...

Le opere minori di Ariosto: lirica e teatro

Virgilio

Le quattro tipologie della prima prova dell'esame di stato

Ariosto: storia di un'integrazione difficile

Ariosto tra realtà e invenzione poetica

Il segreto del talamo: Odissea, XXIII, vv. 163-189

La strage Odisseo uccide Antinoo ed Eurimaco. Odissea, XXII, vv. 1-88

Il valore di mercato - riassunto di Estimo per programmazione semplificata di Irma Lanucara

Il valore di mercato è il valore di scambio di un bene. Ad esempio, un cellulare ha un grande valore di scambio perché è un bene molto richiesto, cioè c’è molta domanda. Quando il valore di mercato è calcolato correttamente, nessuna delle parti coinvolte nella compravendita ci guadagna o ci perde. IL VALORE DI COSTO DI PRODUZIONE Il valore di costo di produzione corrisponde a tutto quello che un imprenditore spende per produrre un bene che non esiste ancora. La figura dell’imprenditore è cambiata nel tempo: anni fa era poco istruito, mentre oggi spesso possiede un diploma di un istituto tecnico o professionale o geometra. Il valore di costruzione è dato dalla somma di tutte le spese necessarie a costruire, ad esempio, un edificio, compresa la progettazione da parte del geometra. IL VALORE DI COSTO DI RICOSTRUZIONE Il valore di costo di ricostruzione è il valore di un fabbricato già esistente, per il quale si deve stabilire il costo. Ad esempio, per il valore di ricostruzione di un fabbricat…

Marco Tullio Cicerone La vita e le orazioni

La lezione di Don Milani - di Lucio Garofalo

Il motto più bello della scuola di Barbiana di don Lorenzo Milani era: "Ho imparato che il problema degli altri è uguale al mio. Sortirne insieme è la politica, sortirne da soli è l'avarizia". Questa frase lancia un messaggio esplicito di impegno politico. Significa che, se una questione è discussa e sollevata in un ambito privato, come una conversazione da bar, in un luogo privo di sovranità decisionale, essa non assume alcun valore politico, per cui non sortisce esiti concreti ed efficaci per la collettività. Viceversa, se l'istanza viene rivendicata in un contesto pubblico, in una sede collegiale deputata a prendere delle decisioni, insomma in un organismo democratico sovrano, in tal caso essa riveste un altro significato e rilievo ed esercita una maggiore forza di risoluzione politica. Il dramma è costituito oggi dalla crisi di partecipazione democratica e dall'assenza di sovranità popolare. Ogni istituto politico-decisionale è riservato ad élites assai rist…

La buona scuola e i dirigenti dal “contenzioso pendente” - di Gennaro Capodanno

Vi racconto una storia, non una bella storia per la nostra scuola e, più in generale, per un Paese che un tempo era considerato la “culla” del diritto. Una storia pocoraccontata, che non ha mai trovato idoneo e congruo spazio sui mass media e che invece andrebbe consegnata anche alle future giovani generazioni, dal momento che già le attuali, annusata da tempo l’aria che tira,stanno scappando in altri paesi e questa vicenda, come tante analoghe altre, conferma che, tutto sommato, hanno ragione loro. Dunque siamo nel 2004, quando, dopo anni d’attesa, viene finalmente bandito il concorso per dirigenti scolastici – DDG 22 novembre 2004. Il bando, su base regionale, prevede un totale di 1.500 posti per tutti i tre settori ed è articolato in fasi successive: selezione per titoli, concorso di ammissione, periodo di formazione, esame finale. La selezione per titoli già fa sì che molti docenti, che ritengono di non poter attingere ad un punteggio elevato, decidono di non presentare la domanda…

Il mondo della scuola pubblica è sotto attacco da quindici anni - di Lucio Garofalo

Il mondo della scuola pubblica è sotto attacco da almeno una quindicina di anni, se non più. Da quando, nel 1998 (in carica c'era un governo di "centro- sinistra" presieduto da Romano Prodi ed il ministro della Pubblica Istruzione era Luigi Berlinguer) fu istituita la famigerata "autonomia scolastica", in particolare l'autonomia tecnico-finanziaria ed amministrativa, che ha inferto tagli notevoli al budget economico delle scuole, in quanto ha permesso al governo centrale di intraprendere una politica di disinvestimenti a discapito delle scuole pubbliche, ormai definite "autonome", ossia abbandonate di fatto a sé stesse. Nel contempo, i soldi sono stati dirottati altrove, cioè nel settore privato. L'ultima riforma virtuosa ed apprezzabile che io ricordi, risale all'introduzione dei "moduli didattico-organizzativi" nella scuola ex elementare (primaria). Fu varata nel 1990 e reca la firma dell'allora ministro dell'istruzion…