Passa ai contenuti principali

Concorso per dirigenti scolastici in Campania: il relativismo einsteiniano - di Gennaro Capodanno

In questi giorni si è tornato a parlare della vexata quaestio legata all’ultimo concorso per dirigenti scolastici in Campania, riportando alla ribalta delle cronache una vicenda che merita ulteriori precisazioni, anche alla luce degli ultimi eventi.
Da parte di chi ha un evidente interesse a che la graduatoria venga pubblicata al più presto, vengono poste in grande risalto le vicende amministrative, alcune delle quali peraltro ancora in itinere, connesse a tale procedura nel mentre si liquida con poche parole l’aspetto più importante, quello che poi avrebbe effettivamente prodotto lo stallo attuale. Parrebbe infatti, leggendo questi interventi, che l’indagine penale faccia parte solo di una notizia giornalistica. Ebbene, così non è. Infatti la notizia non è stata diffusa solo dalla stampa, che peraltro ha anche offerto elementi abbastanza circostanziati sulla delicata vicenda, ma è stata ampiamente confermata dai vertici della stessa amministrazione, al punto che, nelle premesse del provvedimento con il quale il dirigente coordinatore dell’ufficio scolastico regionale per la Campania , con nota del 3 settembre scorso, ha di fatto esautorato l’intera commissione del concorso, sostituendone tutti i componenti in carica, si legge: “ visto il decreto di sequestro preventivo notificato  in  data  23.02.2014  a quest’Amministrazione, relativo al proc. Penale n. 47048/11 RG n.r., convalidato dal GIP presso il Tribunale di Napoli con provvedimento del 06.03.2014, con il quale si provvedeva al sequestro di alcune documentazioni cartacee relative ai titoli di altrettanti candidati e, contestualmente, al sequestro di tutti i registri della Commissione, il tutto afferente al concorso sopra indicato. In particolare, dal complessivo contenuto dell’indicato atto di sequestro emergevano delle anomalie procedimentali “, e più avanti: “ visto il provvedimento dell’ 11.04.2014 della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli con il quale si autorizza il rilascio in “copia conforme dei documenti sequestrati con il decreto” di cui innanzi trasmessi in data 29.05.2014 a quest’Amministrazione dalla competente Avvocatura Distrettuale dello Stato di Napoli “. Dunque l’indagine c’è, e come se c’è, ed il provvedimento di sequestro di alcuni atti è stato convalidato anche dal GIP. Non solo, la documentazione sequestrata è ancora al vaglio degli inquirenti, al punto che è stata rilasciata dalla Procura solo una copia conforme degli atti sequestrati. Quanto al “relativismo” richiamato in alcuni interventi, mi piace ricordare una bella frase del grande scienziato Albert Einstein: “ Quando un uomo siede un'ora in compagnia di una bella ragazza, sembra sia passato un minuto. Ma fatelo sedere su una stufa per un minuto e gli sembrerà più lungo di qualsiasi ora. Questa è la relatività “. Ora è comprensibile che chi ha partecipato al concorso e ne ha pure superato le prove si senta come l’uomo seduto sulla stufa. Ma è ancora più legittima la posizione di quanti vogliono vedere chiaro in questa vicenda costellata da tanti punti oscuri, aspettando che la magistratura penale si pronunci, dopo aver espletato tutte le indagini ritenute opportune nei tempi consentiti dalla legge.

Gennaro Capodanno

Commenti

Post popolari in questo blog

Un quiz al giorno per il Concorso Dirigenti Scolastici 2015

Da oggi fino alla prova preselettiva sulla seguente pagina facebook un quiz al giorno per il Concorso Dirigenti Scolastici 2015 (bando previsto entro fine marzo, secondo il decreto Milleproroghe), ogni giorno alle ore 9.  La soluzione verrà pubblicata almeno un giorno dopo. https://www.facebook.com/nuovoconcorsodirigentiscolastici

Elogio di Galileo dall' Adone di Marino - di Carlo Zacco

Marino - Adone Canto X - ottave 42-37 Elogio di Galileo
42 Tempo verrà che senza impedimento queste sue note ancor fien note e chiare, mercé d'un ammirabile stromento per cui ciò ch'è lontan vicino appare e, con un occhio chiuso e l'altro intento specolando ciascun l'orbe lunare, scorciar potrà lunghissimi intervalli per un picciol cannone e duo cristalli. - Impedimento: ostacolo;  - note: caratteristiche;   note: conosciute e comprensibili: paronomasia;    mercé: grazie a;    - intento: attento;  - specolando: osservando;  - scorciar: abbreviare; 43 Del telescopio, a questa etate ignoto, per te fia, Galileo, l'opra composta, l'opra ch'al senso altrui, benché remoto, fatto molto maggior l'oggetto accosta. Tu, solo osservator d'ogni suo moto e di qualunque ha in lei parte nascosta, potrai, senza che vel nulla ne chiuda, novello Endimion, mirarla ignuda. - per te: per opera tua;  - fia l’opra comp…

Il mattino, da "Il giorno" di Giuseppe Parini - vv. 1-169 - di Carlo Zacco

5 10 15 20 25 30 35 40 45 50 Giovin Signore, o a te scenda per lungo Di magnanimi lombi ordine il sangue Purissimo celeste, o in te del sangue Emendino il difetto i compri onori E le adunate in terra o in mar ricchezze Dal genitor frugale in pochi lustri, Me Precettor d'amabil Rito ascolta.     Come ingannar questi nojosi e lenti Giorni di vita, cui sì lungo tedio E fastidio insoffribile accompagna Or io t'insegnerò. Quali al Mattino, Quai dopo il Mezzodì, quali la Sera Esser debban tue cure apprenderai, Se in mezzo agli ozj tuoi ozio ti resta Pur di tender gli orecchi a' versi miei.     Già l'are a Vener sacre e al giocatore Mercurio ne le Gallie e in Albione Devotamente hai visitate, e porti Pur anco i segni del tuo zelo impressi: Ora è tempo di posa. In vano Marte A sè t'invita; che ben folle è quegli Che a rischio de la vita onor si merca, E tu naturalmente il sangue aborri. Nè i mesti de la D…