Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da maggio 7, 2013

Il rifugio - di Daniele Sammartino

Si sentono strani rumori provenire da quella baita. Si trova poco distante da un piccolo paesino di montagna, di cui non so o non mi è concesso di sapere il nome. Non è un semplice rifugio per montanari in difficoltà. Era stato il rifugio di Bill, un uomo del quale non si sapeva nulla, tranne che fosse un fuggitivo. Si era nascosto lì per giorni e giorni, ma la polizia lo scovò; le solite soffiate.
Bill salì sul patibolo. Le ultime parole che pronunciò furono: "Il mio rifugio". Era stato condannato per
omicidio.
Si racconta che Joseph ed Edgar, due ragazzi del paesino vicino, incuriositi da tale vicenda, si avvicinarono alla baita. Aprirono la porta. Il pavimento in legno tremava sotto i loro piedi, e un soffio di vento gelido gli sfiorò i capelli. Passo dopo passo, sparirono nell'oscurità. Non si sentì più parlare di loro.
Forse era Bill.

Tfa Speciali come il concorso scuola: piovono i ricorsi al Tar - di Gaetano Ferraro

L'Anief ha dato il via ai ricorsi al Tar Lazio per poter ammettere gli esclusi dopo il concorso a cattedre anche il Tfa speciale non ha pace

Giulio Andreotti: ecco perché mancherà l'ironia dalla politica

Da sempre, ho apprezzato, fra i vari testi di letteratura che mi è capitato di leggere, quelli particolarmente ricchi di ironia, come quelli di Svevo, Calvino o Manzoni, per restare nell'ambito della letteratura italiana, mia materia principale di studio. Questa stessa qualità la ritrovavo nelle dichiarazioni di Giulio Andreotti, e non l'ho più ritrovata fra i politici della nuova repubblica. Secondo me quell'ironia non dimostrava trascuratezza, ma capacità di saper ridere degli altri e di sé, autoironia, spesso, qualità che qualcuno dovrebbe imparare, ed in questo modo forse colpirebbe molto più che con l'indignazione. Anche il senso dello Stato mi sembra che manchi, soprattutto in quelli che, magari a ragione criticano i politici, ma poi, una volta eletti e, di fatto, diventati tali, antepongono la loro facciata di polemici, al bene della Nazione. Ecco un altro motivo che mi fa rimpiangere Giulio Andreotti: il fatto che io lo ritenga erede di De Gasperi, cioè erede d…

Il piacere di imparare - di Rory Previti

La conoscenza è un processo complesso e laborioso che coinvolge soma e psiche e produce cambiamenti profondi nel singolo come nel tessuto sociale a cui il singolo individuo appartiene. Conoscere è possibile ad esseri intelligenti, dotati di capacità di memorizzazione, che siano in grado di apprendere. Ma l’apprendimento che cos’è?