Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da ottobre 28, 2012

La pausa didattica momento di socializzazione - di Gennaro Capodanno

Le recenti vicende, alla ribalta delle cronache, scaturite dalla decisione di comminare un provvedimento di sospensione a buona parte degli studenti di una scuola napoletana per la protesta messa in atto dagli allievi a seguito della decisione di diversamente articolare la cosiddetta pausa didattica, inducono ad alcune riflessioni.

Concorso DS Lombardia dall'altra parte ... della graduatoria

Mi chiamo Rosaria Brusaferri e vorrei commentare per la prima volta pubblicamente, ma con sole poche righe il concorso per dirigenti scolastici tenutosi in Lombardia.
Mi trovo, mio malgrado, dall’altra parte della barricata. Nel senso che sono una ricorrente. Faccio parte del gruppo dei 102 docenti che dopo il 19 aprile sono diventati “i bocciati”, di seguito i “ricorrenti che non hanno accettato la bocciatura”,

Corveé del docente: Diesse Lombardia non ci sta

La proposta del Governo di allungare di altre sei ore le diciotto ore di insegnamento dei docenti non è accettabile.
Non perché chieda agli insegnanti della scuola italiana, così come ad altre categorie di lavoratori e di professionisti, di rimboccarsi le maniche e di contribuire in modo qualificato allo sforzo che tutto il Paese sta facendo per uscire dalla crisi, ma perché lascia invariata la condizione giuridica e retributiva dei docenti e perché non fornisce nessuna ragione pedagogico-didattica per questo aumento.