Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da ottobre 21, 2012

Mathesis: condanna delle 24 ore per la qualità dell'insegnamento

A motivo della condanna i docenti rappresentano il danno incalcolabile e irreversibile  che l’attuazione del provvedimento produce sulla qualità dell’insegnamento. Esso, infatti,  potrebbe  trovare sostegno unicamente in una collettività che ignori cosa sia stare in classe e cosa questo significhi in termini di impegno nel pensare e preparare l’attività didattica, nell’attenzione costante a mantenere viva la partecipazione degli studenti, nello sforzo continuo di capirne reazioni e comportamenti e farsi capire per lasciare il segno di qualcosa che possa consentirne la crescita non solo culturale ma anche civile e morale.

Lettera aperta di ANP sulle 24 ore, per la scarsa considerazione del lavoro dei docenti

L’ipotesi di intervento per via legislativa sull’orario d’obbligo di insegnamento dei docenti degli istituti di istruzione secondaria sta infiammando il mondo della scuola. La maggior parte degli interventi si è finora concentrata sulle conseguenze che la misura avrebbe sugli organici e sull’aggravio di lavoro, che viene dai più considerato insopportabile.

Giovinezza, giovinezza - di Giovanni Ghiselli

Oggi la politica, dati gli pseudo-politici che si occupano degli affari propri e non di quelli della polis , ha disgustato la maggior parte degli Italiani. E’ di gran moda far credere che la gestione della cosa pubblica andrebbe rinnovata e purificata affidandola ai giovani e alle donne, comunque siano costoro. Non importa se ignoranti o farabutti.  Basta che siano giovani o donne. Il massimo sarebbe venire governati da donne giovani, magari ragazze di 18 anni appena compiuti, a un passo dall’esame di maturità.