Passa ai contenuti principali

Natale con i delfini - di Clelia Lovato


"Il Natale, si sa, è tempo di neve, luci, regali… e di basse temperature! Per i ricercatori del Centro Ricerca Cetacei il lavoro però non si ferma mai, nemmeno in questo periodo.
Durante tutto l’anno infatti è possibile salire a bordo di Altair salpando dal porto di Marciana Marina per vivere un’esperienza unica, prendendo parte alle attività di ricerca che si svolgono nelle splendide acque del Santuario dei Cetacei, alla scoperta delle meraviglie che il mare nasconde.

Oltre agli intelligenti tursiopi e alle vivaci stenelle,  che spesso si avvicinano alla barca per giocare con le onde di prua e per curiosare chi è andato a trovarli, non è così raro imbattersi in maestosi capodogli e simpatiche tartarughe marine.
A bordo dell’imbarcazione non si impara soltanto a riconoscere le specie di cetacei che popolano il nostro mare, ma anche il valore di risorse che sulla terraferma diamo per scontate, come l’acqua dolce, l’elettricità e tutte le comodità a cui siamo abituati e che nella vita in mare diventano un bene ancora più prezioso.
Il Centro Ricerca Cetacei si occupa da anni della sensibilizzazione ai problemi ambientali che affliggono un ecosistema così fragile come il nostro Mediterraneo, svolgendo attività di ricerca naturalistica e di salvaguardia dei cetacei e di altre specie marine presenti nelle acque intorno all’isola d’Elba.
Potrai supportare le attività di tutela e di ricerca del Centro in modo semplice e concreto, acquistando come originale regalo di Natale il kit da esploratore, che comprende,oltre a molti gadget utilissimi, un morbido peluche delfino nici da utilizzare come portachiavi e l’adozione di uno dei delfini dell’isola d’Elba, oppure il nuovo calendario 2013, per uno spettacolare tuffo nel blu, in attesa di poter ammirare questi splendidi animali liberi nel loro ambiente naturale.
Per ogni informazione o curiosità, e per scoprire tutti gli altri prodotti acquistabili on line, non esitare a visitare la pagina shopping del sito www.centroricercacetacei.org

Per info e dettagli
infotel. 3332940107

Commenti

Post popolari in questo blog

Il mattino, da "Il giorno" di Giuseppe Parini - vv. 1-169 - di Carlo Zacco

5 10 15 20 25 30 35 40 45 50 Giovin Signore, o a te scenda per lungo Di magnanimi lombi ordine il sangue Purissimo celeste, o in te del sangue Emendino il difetto i compri onori E le adunate in terra o in mar ricchezze Dal genitor frugale in pochi lustri, Me Precettor d'amabil Rito ascolta.     Come ingannar questi nojosi e lenti Giorni di vita, cui sì lungo tedio E fastidio insoffribile accompagna Or io t'insegnerò. Quali al Mattino, Quai dopo il Mezzodì, quali la Sera Esser debban tue cure apprenderai, Se in mezzo agli ozj tuoi ozio ti resta Pur di tender gli orecchi a' versi miei.     Già l'are a Vener sacre e al giocatore Mercurio ne le Gallie e in Albione Devotamente hai visitate, e porti Pur anco i segni del tuo zelo impressi: Ora è tempo di posa. In vano Marte A sè t'invita; che ben folle è quegli Che a rischio de la vita onor si merca, E tu naturalmente il sangue aborri. Nè i mesti de la D…

Un quiz al giorno per il Concorso Dirigenti Scolastici 2015

Da oggi fino alla prova preselettiva sulla seguente pagina facebook un quiz al giorno per il Concorso Dirigenti Scolastici 2015 (bando previsto entro fine marzo, secondo il decreto Milleproroghe), ogni giorno alle ore 9.  La soluzione verrà pubblicata almeno un giorno dopo. https://www.facebook.com/nuovoconcorsodirigentiscolastici

Elogio di Galileo dall' Adone di Marino - di Carlo Zacco

Marino - Adone Canto X - ottave 42-37 Elogio di Galileo
42 Tempo verrà che senza impedimento queste sue note ancor fien note e chiare, mercé d'un ammirabile stromento per cui ciò ch'è lontan vicino appare e, con un occhio chiuso e l'altro intento specolando ciascun l'orbe lunare, scorciar potrà lunghissimi intervalli per un picciol cannone e duo cristalli. - Impedimento: ostacolo;  - note: caratteristiche;   note: conosciute e comprensibili: paronomasia;    mercé: grazie a;    - intento: attento;  - specolando: osservando;  - scorciar: abbreviare; 43 Del telescopio, a questa etate ignoto, per te fia, Galileo, l'opra composta, l'opra ch'al senso altrui, benché remoto, fatto molto maggior l'oggetto accosta. Tu, solo osservator d'ogni suo moto e di qualunque ha in lei parte nascosta, potrai, senza che vel nulla ne chiuda, novello Endimion, mirarla ignuda. - per te: per opera tua;  - fia l’opra comp…