Passa ai contenuti principali

Scuola a Napoli: 1.250.000 euro in affitto! - di Gennaro Capodanno


La Provincia di Napoli ha versato in affitto per un Liceo Statale al proprietario di una struttura privata un canone annuo di  ben 1.250.000 euro, che corrisponde al 30% della somma che la Provincia spende annualmente in fitti passivi per le scuole superiori poste nel Comune di Napoli


A Napoli, in questi giorni, gli allievi di un liceo statale protestano contro il trasferimento, dal prossimo anno scolastico, della sede del loro istituto da un edificio di proprietà privata, in una struttura di proprietà della Provincia, posta nei pressi, di recente costruzione, già attrezzata con aule e laboratori, attualmente fruita dagli allievi di un istituto tecnico che, in base al dimensionamento della rete scolastica, deliberato di recente dalla Regione Campania, verrà nel contempo trasferito ed accorpato ad un altro istituto tecnico presente in zona, in una sede sempre di proprietà dell’Ente. Particolare non  insignificante: sino ad oggi per mantenere il liceo nell’edificio privato l’Ente provinciale ha versato al proprietario un canone annuo di  ben 1.250.000 euro, che corrisponde al 30% della somma che la Provincia spende annualmente in fitti passivi per le scuole superiori poste nel Comune di Napoli e a circa il 9% dei 15 milioni, sempre per fitti passivi, per tutte le scuole ricadenti nel territorio provinciale. Una somma spropositata quella attualmente investita in fitti passivi, che, una volta recuperata, potrebbe rimpinguare le scarse risorse poste a disposizione per la manutenzione, sia ordinaria che straordinaria, delle scuole di competenza dell’Ente di piazza Matteotti, rendendole più sicure ed efficienti.
Gennaro Capodanno
gennarocapodanno@gmail.com


Regione Campania: 2.800.000 euro per il nuovo portale!

In Campania mancano i fondi per offrire servizi sociali adeguati, come quelli relativi alla sanità ed ai trasporti, come testimoniano, tra gli altri, i recenti disservizi, alla ribalta delle cronache nazionali, che riguardano un sistema di collegamento su ferro essenziale come la circumvesuviana. In tale contesto sul BURC n. 20 del 2 aprile scorso è stato pubblicato il decreto dirigenziale n. 30 del 28/03/2012, A.G.C. 6, S. 2, avente per oggetto l’ ammissione a finanziamento dell’intervento per il nuovo portale regionale ex dgr 181/2011 con l’approvazione dello schema di convenzione con digitcampania scarl. L’impegno economico indicato nel documento, a valere sull’Obiettivo operativo 5.1 Settore 02 del POR FESR 2007/2013, è complessivamente di € 2.800.995,12. Una somma decisamente spropositata, anche alla luce della più volte denunciata grave situazione economica della Regione con i conti della sanità in rosso e lo sforamento del Patto di stabilità.
Gennaro Capodanno
gennarocapodanno@gmail.com

Commenti

Post popolari in questo blog

Un quiz al giorno per il Concorso Dirigenti Scolastici 2015

Da oggi fino alla prova preselettiva sulla seguente pagina facebook un quiz al giorno per il Concorso Dirigenti Scolastici 2015 (bando previsto entro fine marzo, secondo il decreto Milleproroghe), ogni giorno alle ore 9.  La soluzione verrà pubblicata almeno un giorno dopo. https://www.facebook.com/nuovoconcorsodirigentiscolastici

Elogio di Galileo dall' Adone di Marino - di Carlo Zacco

Marino - Adone Canto X - ottave 42-37 Elogio di Galileo
42 Tempo verrà che senza impedimento queste sue note ancor fien note e chiare, mercé d'un ammirabile stromento per cui ciò ch'è lontan vicino appare e, con un occhio chiuso e l'altro intento specolando ciascun l'orbe lunare, scorciar potrà lunghissimi intervalli per un picciol cannone e duo cristalli. - Impedimento: ostacolo;  - note: caratteristiche;   note: conosciute e comprensibili: paronomasia;    mercé: grazie a;    - intento: attento;  - specolando: osservando;  - scorciar: abbreviare; 43 Del telescopio, a questa etate ignoto, per te fia, Galileo, l'opra composta, l'opra ch'al senso altrui, benché remoto, fatto molto maggior l'oggetto accosta. Tu, solo osservator d'ogni suo moto e di qualunque ha in lei parte nascosta, potrai, senza che vel nulla ne chiuda, novello Endimion, mirarla ignuda. - per te: per opera tua;  - fia l’opra comp…

Il mattino, da "Il giorno" di Giuseppe Parini - vv. 1-169 - di Carlo Zacco

5 10 15 20 25 30 35 40 45 50 Giovin Signore, o a te scenda per lungo Di magnanimi lombi ordine il sangue Purissimo celeste, o in te del sangue Emendino il difetto i compri onori E le adunate in terra o in mar ricchezze Dal genitor frugale in pochi lustri, Me Precettor d'amabil Rito ascolta.     Come ingannar questi nojosi e lenti Giorni di vita, cui sì lungo tedio E fastidio insoffribile accompagna Or io t'insegnerò. Quali al Mattino, Quai dopo il Mezzodì, quali la Sera Esser debban tue cure apprenderai, Se in mezzo agli ozj tuoi ozio ti resta Pur di tender gli orecchi a' versi miei.     Già l'are a Vener sacre e al giocatore Mercurio ne le Gallie e in Albione Devotamente hai visitate, e porti Pur anco i segni del tuo zelo impressi: Ora è tempo di posa. In vano Marte A sè t'invita; che ben folle è quegli Che a rischio de la vita onor si merca, E tu naturalmente il sangue aborri. Nè i mesti de la D…