Passa ai contenuti principali

Controricorso Concorso Dirigenti Scolastici - di Luigi Gaudio

Sulla faccenda dei controricorsi invito a leggere l'ottimo articolo di Pierpaolo Pinna sul Sussidiario 

  • Per chi fosse interessato al controricorso, invito a cliccare qui sotto:
    La correzione Formez ha permesso a tutti i candidati di prendere visione del loro compito, con un procedura trasparente non sempre così scontata nei concorsi.
    Per evitare che questo concorso si concluda come troppi altri precedenti, con sanatorie e leggine “ad hoc”, chi vuole puo' aderire al seguente controricorso (il più economico e conveniente per i portafogli già fin troppo prosciugati degli aspiranti dirigenti)
    L' iniziativa legale già in corso prevede la rappresentanza degli idonei in tutti pronunciamenti presentati in questo mese, in modo da impedire che trionfi ancora l’illegalità, e che effettuino le prove scritte coloro che non ne hanno i requisiti.
    Occorre semplicemente inviare via posta (meglio se prioritaria) tutti i seguenti documenti:
    1. Generalità in pdf disponibile anche in word
    2. Procura alla lite sottoscritta in pdf disponibile anche in word
    3. Fotocopia Carta di identità sottoscritta
    Il controricorso non potrà comunque costare più di 50 euro ciascuno, anzi, potrà costare di meno, in proporzione al numero degli aderenti.
    Si prega comunque di leggere la Lettera dell'avvocato Forte in pdf disponibile anche in word
    Chi vuole sottoscriva, con la massima libertà,  questo controricorso.
    Luigi Gaudio, webmaster di atuttascuola

    Commenti

    Post popolari in questo blog

    Eticamente lecito uccidere i bambini - di Stefano Biavaschi

    “Eticamente lecito uccidere i bambini”. E' la sorprendente tesi di due bioeticisti italiani, pubblicata sul Journal of Medical Ethics. I due personaggi sono Alberto Giubilini e Francesca Minerva, e il titolo incredibile dell'articolo è: “Aborto dopo la nascita, perché il bambino dovrebbe vivere?”.

    Il mattino, da "Il giorno" di Giuseppe Parini - vv. 1-169 - di Carlo Zacco

    5 10 15 20 25 30 35 40 45 50 Giovin Signore, o a te scenda per lungo Di magnanimi lombi ordine il sangue Purissimo celeste, o in te del sangue Emendino il difetto i compri onori E le adunate in terra o in mar ricchezze Dal genitor frugale in pochi lustri, Me Precettor d'amabil Rito ascolta.     Come ingannar questi nojosi e lenti Giorni di vita, cui sì lungo tedio E fastidio insoffribile accompagna Or io t'insegnerò. Quali al Mattino, Quai dopo il Mezzodì, quali la Sera Esser debban tue cure apprenderai, Se in mezzo agli ozj tuoi ozio ti resta Pur di tender gli orecchi a' versi miei.     Già l'are a Vener sacre e al giocatore Mercurio ne le Gallie e in Albione Devotamente hai visitate, e porti Pur anco i segni del tuo zelo impressi: Ora è tempo di posa. In vano Marte A sè t'invita; che ben folle è quegli Che a rischio de la vita onor si merca, E tu naturalmente il sangue aborri. Nè i mesti de la D…

    Concorso dirigenti: appunti di studio

    L'ultima mia fatica di studio in vista del concorso l'ho riversata come al solito sul sito www.atuttascuola.it e credo che possa essere utile, in mancanza di una testo ufficiale del ministero di preparazione al concorso.