Passa ai contenuti principali

Concorso DS: alle 10 della sera il “neutrino 710” appare nel “tunnel dell’area 5”! - di Gennaro Capodanno

Erano quasi le 22 e molti avevano oramai perso le speranze di vedere pubblicati, alla data indicata del 5 ottobre, i quesiti errati o comunque da eliminare dalla batteria dei 5.663 quiz pubblicati il 1° settembre scorso, quando finalmente con un breve comunicato sono stati diffusi sul sito ministeriale i tre file che riportavano, con le rispettive numerazioni, suddivisi per area, gli items che non avrebbero fatto parte dei 100 da estrarre per la prova preselettiva.
A conti fatti si tratta, nel complesso, di ben 976 quiz eliminati che, rispetto al totale originario, costituiscono più del 17%, un valore certamente elevato e che, comunque, non trova rispondenza nella dichiarazione contenuta in un comunicato diramato pochi giorni dopo la pubblicazione della batteria dei test, nel qualesi affermava: “ In merito alle segnalazioni pervenute fino ad oggiAggiungi un appuntamento per oggi al Miur riguardo a refusi presenti nei quesiti del concorso per Dirigenti Scolastici, il Ministero precisa che tali imprecisioni riguardano pochissime domande e non avranno comunque alcuna conseguenza sulla prova d’esame “. Nessuna conseguenza? In pratica, per oltre un mese, gli oltre 42mila candidati originari, ai quali bisogna aggiungere tutti quelli che, in base ai pronunciamenti della magistratura amministrativa, parteciperanno alla prova preselettiva del 12 ottobre prossimo, hanno studiato su un “librone” dove un test su sei sarebbe poi stato cancellato e si tratterebbe di “pochissime domande”? E se fossero state molte, cosa sarebbe accaduto, che la batteria si sarebbe ridotta al di sotto dei cento test da somministrare? A parte le altre considerazioni, vorrei qui sottolineare l’aspetto meramente temporale, vale a dire che nei 35 giorni durante i quali i candidati hanno studiato sulla batteria originaria dei test, un sesto del loro tempo è andato perduto, mediamente circa sei giorni d’inutili studi, che avrebbero potuto essere impegnati per ben più proficue attività, che non “digerendo” test che sarebbero poi stati cassati. Ma c’è anche una chicca , che ci riporta alla recente gaffe sul tunnel e sui neutrini. Mi riferisco al mistero del “neutrino” 710 comparso all’improvviso nel tunnel dell’area 5. Sì perché nel secondo file excel, dove, si legge nel comunicato: “ sono presenti, invece, tutti quegli items con formulazioni che potrebbero in qualche modo indurre in errore i candidati o presentare problemi interpretativi o refusi, che l’Amministrazione ha ritenuto comunque opportuno escludere dall’estrazione “, la colonna relativa all’area 5 si conclude con il test n. 710. Ma com’è possibile ci si è domandati, dal momento che il numero originario di items di quest’area è di 709? Da dove è spuntato questo nuovo quiz? Non sappiamo chi pagherà per questa svista né se sia l’unica. Di certo crea  ulteriori perplessità e dubbi tra i candidati, visto che già sembra farsi strada la necessità di pubblicare la revisione della revisione e con ben individuate responsabilità, dal momento che, se da un lato nel comunicato si sottolinea che la banca dati originaria era stata predisposta da una commissione esterna di esperti, ai quali quantomeno andrebbe richiesta la restituzione dei compensi percepiti per un lavoro fatto decisamente male, si dice anche che è stato il Ministero, in prima persona, a provvedere alla revisione complessiva. In definitiva si continua a navigare in acque sempre più agitate, con studi legali che già stanno affilando le armi per un presumibile contenzioso del quale, ahinoi, rischiamo di sentir parlare per diversi anni a venire.

Gennaro Capodanno
Fondatore del gruppo “Concorso per dirigente tecnico e dirigente scolastico”
http://it.groups.yahoo.com/group/concorso_per_dirigente_tecnico_e_per_dirigente_scolastico/

Commenti

Post popolari in questo blog

Il mattino, da "Il giorno" di Giuseppe Parini - vv. 1-169 - di Carlo Zacco

5 10 15 20 25 30 35 40 45 50 Giovin Signore, o a te scenda per lungo Di magnanimi lombi ordine il sangue Purissimo celeste, o in te del sangue Emendino il difetto i compri onori E le adunate in terra o in mar ricchezze Dal genitor frugale in pochi lustri, Me Precettor d'amabil Rito ascolta.     Come ingannar questi nojosi e lenti Giorni di vita, cui sì lungo tedio E fastidio insoffribile accompagna Or io t'insegnerò. Quali al Mattino, Quai dopo il Mezzodì, quali la Sera Esser debban tue cure apprenderai, Se in mezzo agli ozj tuoi ozio ti resta Pur di tender gli orecchi a' versi miei.     Già l'are a Vener sacre e al giocatore Mercurio ne le Gallie e in Albione Devotamente hai visitate, e porti Pur anco i segni del tuo zelo impressi: Ora è tempo di posa. In vano Marte A sè t'invita; che ben folle è quegli Che a rischio de la vita onor si merca, E tu naturalmente il sangue aborri. Nè i mesti de la D…

Un quiz al giorno per il Concorso Dirigenti Scolastici 2015

Da oggi fino alla prova preselettiva sulla seguente pagina facebook un quiz al giorno per il Concorso Dirigenti Scolastici 2015 (bando previsto entro fine marzo, secondo il decreto Milleproroghe), ogni giorno alle ore 9.  La soluzione verrà pubblicata almeno un giorno dopo. https://www.facebook.com/nuovoconcorsodirigentiscolastici

Elogio di Galileo dall' Adone di Marino - di Carlo Zacco

Marino - Adone Canto X - ottave 42-37 Elogio di Galileo
42 Tempo verrà che senza impedimento queste sue note ancor fien note e chiare, mercé d'un ammirabile stromento per cui ciò ch'è lontan vicino appare e, con un occhio chiuso e l'altro intento specolando ciascun l'orbe lunare, scorciar potrà lunghissimi intervalli per un picciol cannone e duo cristalli. - Impedimento: ostacolo;  - note: caratteristiche;   note: conosciute e comprensibili: paronomasia;    mercé: grazie a;    - intento: attento;  - specolando: osservando;  - scorciar: abbreviare; 43 Del telescopio, a questa etate ignoto, per te fia, Galileo, l'opra composta, l'opra ch'al senso altrui, benché remoto, fatto molto maggior l'oggetto accosta. Tu, solo osservator d'ogni suo moto e di qualunque ha in lei parte nascosta, potrai, senza che vel nulla ne chiuda, novello Endimion, mirarla ignuda. - per te: per opera tua;  - fia l’opra comp…