Passa ai contenuti principali

Concorso DS: alle 10 della sera il “neutrino 710” appare nel “tunnel dell’area 5”! - di Gennaro Capodanno

Erano quasi le 22 e molti avevano oramai perso le speranze di vedere pubblicati, alla data indicata del 5 ottobre, i quesiti errati o comunque da eliminare dalla batteria dei 5.663 quiz pubblicati il 1° settembre scorso, quando finalmente con un breve comunicato sono stati diffusi sul sito ministeriale i tre file che riportavano, con le rispettive numerazioni, suddivisi per area, gli items che non avrebbero fatto parte dei 100 da estrarre per la prova preselettiva.
A conti fatti si tratta, nel complesso, di ben 976 quiz eliminati che, rispetto al totale originario, costituiscono più del 17%, un valore certamente elevato e che, comunque, non trova rispondenza nella dichiarazione contenuta in un comunicato diramato pochi giorni dopo la pubblicazione della batteria dei test, nel qualesi affermava: “ In merito alle segnalazioni pervenute fino ad oggiAggiungi un appuntamento per oggi al Miur riguardo a refusi presenti nei quesiti del concorso per Dirigenti Scolastici, il Ministero precisa che tali imprecisioni riguardano pochissime domande e non avranno comunque alcuna conseguenza sulla prova d’esame “. Nessuna conseguenza? In pratica, per oltre un mese, gli oltre 42mila candidati originari, ai quali bisogna aggiungere tutti quelli che, in base ai pronunciamenti della magistratura amministrativa, parteciperanno alla prova preselettiva del 12 ottobre prossimo, hanno studiato su un “librone” dove un test su sei sarebbe poi stato cancellato e si tratterebbe di “pochissime domande”? E se fossero state molte, cosa sarebbe accaduto, che la batteria si sarebbe ridotta al di sotto dei cento test da somministrare? A parte le altre considerazioni, vorrei qui sottolineare l’aspetto meramente temporale, vale a dire che nei 35 giorni durante i quali i candidati hanno studiato sulla batteria originaria dei test, un sesto del loro tempo è andato perduto, mediamente circa sei giorni d’inutili studi, che avrebbero potuto essere impegnati per ben più proficue attività, che non “digerendo” test che sarebbero poi stati cassati. Ma c’è anche una chicca , che ci riporta alla recente gaffe sul tunnel e sui neutrini. Mi riferisco al mistero del “neutrino” 710 comparso all’improvviso nel tunnel dell’area 5. Sì perché nel secondo file excel, dove, si legge nel comunicato: “ sono presenti, invece, tutti quegli items con formulazioni che potrebbero in qualche modo indurre in errore i candidati o presentare problemi interpretativi o refusi, che l’Amministrazione ha ritenuto comunque opportuno escludere dall’estrazione “, la colonna relativa all’area 5 si conclude con il test n. 710. Ma com’è possibile ci si è domandati, dal momento che il numero originario di items di quest’area è di 709? Da dove è spuntato questo nuovo quiz? Non sappiamo chi pagherà per questa svista né se sia l’unica. Di certo crea  ulteriori perplessità e dubbi tra i candidati, visto che già sembra farsi strada la necessità di pubblicare la revisione della revisione e con ben individuate responsabilità, dal momento che, se da un lato nel comunicato si sottolinea che la banca dati originaria era stata predisposta da una commissione esterna di esperti, ai quali quantomeno andrebbe richiesta la restituzione dei compensi percepiti per un lavoro fatto decisamente male, si dice anche che è stato il Ministero, in prima persona, a provvedere alla revisione complessiva. In definitiva si continua a navigare in acque sempre più agitate, con studi legali che già stanno affilando le armi per un presumibile contenzioso del quale, ahinoi, rischiamo di sentir parlare per diversi anni a venire.

Gennaro Capodanno
Fondatore del gruppo “Concorso per dirigente tecnico e dirigente scolastico”
http://it.groups.yahoo.com/group/concorso_per_dirigente_tecnico_e_per_dirigente_scolastico/

Commenti

Post popolari in questo blog

Il mattino, da "Il giorno" di Giuseppe Parini - vv. 1-169 - di Carlo Zacco

5 10 15 20 25 30 35 40 45 50 Giovin Signore, o a te scenda per lungo Di magnanimi lombi ordine il sangue Purissimo celeste, o in te del sangue Emendino il difetto i compri onori E le adunate in terra o in mar ricchezze Dal genitor frugale in pochi lustri, Me Precettor d'amabil Rito ascolta.     Come ingannar questi nojosi e lenti Giorni di vita, cui sì lungo tedio E fastidio insoffribile accompagna Or io t'insegnerò. Quali al Mattino, Quai dopo il Mezzodì, quali la Sera Esser debban tue cure apprenderai, Se in mezzo agli ozj tuoi ozio ti resta Pur di tender gli orecchi a' versi miei.     Già l'are a Vener sacre e al giocatore Mercurio ne le Gallie e in Albione Devotamente hai visitate, e porti Pur anco i segni del tuo zelo impressi: Ora è tempo di posa. In vano Marte A sè t'invita; che ben folle è quegli Che a rischio de la vita onor si merca, E tu naturalmente il sangue aborri. Nè i mesti de la D…

Zefiro torna, sonetto 310 del Canzoniere di Francesco Petrarca - di Carlo Zacco

Struttura. È nettamente diviso in due parti: quartine (parte euforica), terzine (parte disforica).  - Nelle quartine il poeta celebra entusiasticamente il ritorno della primavera, e il modificarsi di vari elementi naturali: clima, piante, animali, disposizioni dei pianeti, gli elementi fondamentali;  - Nelle terzine invece mette in contrasto il paesaggio appena descritto col proprio stato d’animo: al ritorno della primavera, ritorna anche il dolore provato da Petrarca pensando sia al giorno dell’innamoramento, sia al giorno della morte dell’amata, avvenuta il 6 Aprile, in primavera appunto.
Zephiro torna, e 'l bel tempo rimena, e i fiori et l'erbe, sua dolce famiglia, et garrirProgne et pianger Philomena, et primavera candida et vermiglia.    Ridono i prati, e 'l ciel si rasserena;Giove s'allegra di mirar sua figlia; l'aria et l'acqua et la terra è d'amor piena; ogni animal d'amar si riconsiglia.    Ma per me, lasso, tornano i pi…

Sul fondo da Se questo è un uomo di Primo Levi

Apprendimento cooperativo:  qui sopra videolezione del professore su youtube
qui sotto: audiolezione del professore in mp3 approfondimento scritto di un alunno/a
Lettura del brano "Sul fondo" tratto dal secondo capitolo del romanzo Se questo è un uomo di Primo Levi in formato wma
Se questo è un uomoPrimo Levi relazione di narrativa di Emiliano Ventura - Seconda DVITA E BIBLIOGRAFIA DELL’AUTOREPrimo Levi nasce a Torino il 31 luglio 1919 da Cesare Levi e da Ester Luzzati. A partire dal 1934 comincia a frequentare il Ginnasio-Liceo “D’Azeglio” dove mostra una buona disposizione per le materie scientifiche. Ottenuta la licenza liceale si iscrive all’Università torinese dove frequenta la facoltà di Scienze e si laurea nel 1941.
Trova subito lavoro come chimico in una cava d’amianto e l’anno dopo entra in un’industria farmaceutica di Milano, la Wander. Nel 1943 lascia questo lavoro per prendere parte alla Resistenza e partecipa ad un’azione clamorosa ai danni della milizia fascista di Ivr…