Passa ai contenuti principali

Concorso dirigenti: scarabocchiamo il foglio delle domande - di Luigi Gaudio


Stai molto attento il giorno della prova preselettiva a non scarabocchiare il foglio delle risposte (quello con i puntini da annerire).
Tuttavia, man mano che affronti le domande, puoi segnarti anche le risposte sul foglio delle domande.
Ricapitolando tu avrai:
1)                un librone da sfogliare
2)                un foglio delle risposte (quello con i pallini da annerire)
3)                poi hai un foglio di domande
Segnati il tutto sul foglio delle domande.
Quello non va nella busta chiusa
Solo quando sei sicuro annerisci i puntini sul foglio delle risposte
Luigi Gaudio


Clicca qui per leggere la nota ministeriale sull’argomento:


Ministero  dell 'Istruzione, dell 'Universita e della Ricerca
Prova pre-selettiva prevista nell'ambito del concorso per Dirigenti Scolastici.
FOGLIO ISTRUZIONI
PREMESSA
La prova  consta  di 100 quesiti  a risposta  multipla  con 4 alternative  di risposta  (A, B, C, D)  di cui una sola corretta. I quesiti,   riferiti alle aree tematiche previste dal bando, sono sorteggiati  a Roma, il giorno  stesso della prova,  presso  il  Ministero,  utilizzando   un  sistema   informatica   che  estrae  casualmente   i  quesiti  tra  quelli predisposti e pubblicati dal MIUR.
COME CONSULTARE IL VOLUME DEI TEST
Tutte  le  domande  della  banca  dati sono  contenute  in un  volume  sigillato,  da  utilizzare  durante  la  prova.  Le domande sono ridistribuite casualmente all'interno di ogni area e sono numerate in ordine progressivo.
Le domande  di lingua straniera,  disposte nella  parte finale  del volume, riportano  per ciascuna  lingua  lo stesso numero d'ordine, nella seguente successione:  Inglese, Francese,  Spagnolo, Tedesco. (I candidati devono segnare nell'apposito spazio previsto sul cartoncino anagrafico la lingua straniera prescelta)
I quesiti nel volume, quindi, sono  ripartiti secondo il seguente schema:
AREA  1        dalla  n.  1 alla n.741
AREA  2        dalla n. 742 alla n. 1428
AREA  3        dalla  n. 1429 alla n. 2178
AREA  4        dalla  n. 2179 alla n. 2906
AREA 5         dalla  n. 2907 alla n. 3615
AREA 6         dalla  n. 3616 ala n. 4411
AREA   7       dalla  n. 4412 alla n. 4661
LINGUA        dalla  n. 4662 alla n. 4911
I  numeri  che  identificano  i 100  quesiti  estratti  sono  disposti  su  apposito  modulo,  inviato  per via telematica, riprodotto  in ogni sede e distribuito  ai candidati.  Il modulo riporta,  all'interno di appositi  quadratini,  i numeri corrispondenti  ai 100 quesiti estratti; i quadratini  sono preceduti  sulla loro sinistra dal numero d'ordine (da 1 a 100) e dall'indicazione dell'area  di riferimento.


LA PROVA
Il tempo a disposizione per lo svolgimento della prova è di 100 minuti
Il candidato  deve ricercare sul volume  i 100 quesiti estratti e riportare  le risposte sull'apposito foglio a lettura ottica.
Dato il sistema di lettura ottica per la correzione,  e obbligatorio  annerire completamente , con la penna nera biro,
il cerchietto  corrispondente  alla risposta scelta,  (facendo attenzione a non apporre nessun segno o marcatura di alcun genere nelle altre caselle. Come minuta e possibile  utilizzare  sia il volume  dei test, sia il modulo con i
numeri che identificano i quesiti.
ATTENZIONE! Non è consentito a pena di esclusione:
rimuovere il cellophane che sigilla il volume  prima del "VIA";
consultare manuali, utilizzare strumentazioni di calcolo  o apparecchiature elettroniche, comunicare con altre  persone fuori  o dentro Ia sala;
 apporre qualunque segno di riconoscimento sui  foglio a lettura ottica o sulle buste;
continuare la prova  allo scadere dei 100 minuti.
CONSEGNA DELL'ELABORATO.
La prova è anonima. Allo scadere del tempo, il candidato deve:
inserire il cartoncino anagrafico, firmato  in maniera leggibile, nella busta piccola;
sigillare la busta piccola con all'interno soltanto il cartoncino anagrafico;
inserire nella busta grande  il foglio a lettura ottica (senza piegarlo) e la busta piccola;
sigillare la busta  grande.
Il volume dei test e il modulo con i numeri delle domande estratte, possono essere lasciati sul banco.


PROCEDURA DI ANONIMATO E CORREZIONE
Immediatamente  dopo la consegna,  dinanzi a tutti i candidati che vorranno  assistere, in ogni sede il Comitato  di vigilanza procederà all'apposizione dei codici a barre che garantiscono l'anonimato.
Ultimata l'apposizione dei codici  anonimi  e sempre dinanzi  ai candidati,  verranno  sigillati,  in distinti  plichi, le buste contenenti  i cartoncini  anagrafici  e i fogli a lettura ottica. I plichi sigillati  saranno  inviati  a Roma per la successiva correzione con procedure automatizzate.


ACCESSO AGLI ATTI ON-LINE
Tramite  il sito internet
http://riqualificazione.formez.it 
è possibile  accedere  agli atti concorsuali,  utilizzando   la password stampata sull' etichetta  anagrafica e seguendo le istruzioni pubblicate dopo la correzione degli elaborati.
Si consiglia di riportare la password nei riquadri sottostanti e conservare il presente foglio istruzioni.

Commenti

Post popolari in questo blog

Il mattino, da "Il giorno" di Giuseppe Parini - vv. 1-169 - di Carlo Zacco

5 10 15 20 25 30 35 40 45 50 Giovin Signore, o a te scenda per lungo Di magnanimi lombi ordine il sangue Purissimo celeste, o in te del sangue Emendino il difetto i compri onori E le adunate in terra o in mar ricchezze Dal genitor frugale in pochi lustri, Me Precettor d'amabil Rito ascolta.     Come ingannar questi nojosi e lenti Giorni di vita, cui sì lungo tedio E fastidio insoffribile accompagna Or io t'insegnerò. Quali al Mattino, Quai dopo il Mezzodì, quali la Sera Esser debban tue cure apprenderai, Se in mezzo agli ozj tuoi ozio ti resta Pur di tender gli orecchi a' versi miei.     Già l'are a Vener sacre e al giocatore Mercurio ne le Gallie e in Albione Devotamente hai visitate, e porti Pur anco i segni del tuo zelo impressi: Ora è tempo di posa. In vano Marte A sè t'invita; che ben folle è quegli Che a rischio de la vita onor si merca, E tu naturalmente il sangue aborri. Nè i mesti de la D…

Zefiro torna, sonetto 310 del Canzoniere di Francesco Petrarca - di Carlo Zacco

Struttura. È nettamente diviso in due parti: quartine (parte euforica), terzine (parte disforica).  - Nelle quartine il poeta celebra entusiasticamente il ritorno della primavera, e il modificarsi di vari elementi naturali: clima, piante, animali, disposizioni dei pianeti, gli elementi fondamentali;  - Nelle terzine invece mette in contrasto il paesaggio appena descritto col proprio stato d’animo: al ritorno della primavera, ritorna anche il dolore provato da Petrarca pensando sia al giorno dell’innamoramento, sia al giorno della morte dell’amata, avvenuta il 6 Aprile, in primavera appunto.
Zephiro torna, e 'l bel tempo rimena, e i fiori et l'erbe, sua dolce famiglia, et garrirProgne et pianger Philomena, et primavera candida et vermiglia.    Ridono i prati, e 'l ciel si rasserena;Giove s'allegra di mirar sua figlia; l'aria et l'acqua et la terra è d'amor piena; ogni animal d'amar si riconsiglia.    Ma per me, lasso, tornano i pi…

Sul fondo da Se questo è un uomo di Primo Levi

Apprendimento cooperativo:  qui sopra videolezione del professore su youtube
qui sotto: audiolezione del professore in mp3 approfondimento scritto di un alunno/a
Lettura del brano "Sul fondo" tratto dal secondo capitolo del romanzo Se questo è un uomo di Primo Levi in formato wma
Se questo è un uomoPrimo Levi relazione di narrativa di Emiliano Ventura - Seconda DVITA E BIBLIOGRAFIA DELL’AUTOREPrimo Levi nasce a Torino il 31 luglio 1919 da Cesare Levi e da Ester Luzzati. A partire dal 1934 comincia a frequentare il Ginnasio-Liceo “D’Azeglio” dove mostra una buona disposizione per le materie scientifiche. Ottenuta la licenza liceale si iscrive all’Università torinese dove frequenta la facoltà di Scienze e si laurea nel 1941.
Trova subito lavoro come chimico in una cava d’amianto e l’anno dopo entra in un’industria farmaceutica di Milano, la Wander. Nel 1943 lascia questo lavoro per prendere parte alla Resistenza e partecipa ad un’azione clamorosa ai danni della milizia fascista di Ivr…