Passa ai contenuti principali

Preselezione per Dirigenti Scolastici: fate presto - di Silos Ignance

Circola la voce nei vari forum che la data della preselezione per Dirigenti Scolastici potrebbe essere posticipata dal 5 ottobre al 12 ottobre o addirittura al 17 ottobre.
E' una notizia estremamente grave perchè così la preselezione rischierebbe di trasformarsi in una corsa alla memorizzarizzazione da tecnica memo.
Migliaia di candidati che hanno frequentato master importanti, fatto corsi presso Enti accreditati, acquisito con mesi o anni di studio importanti competenze pedagogiche, giuridiche e amministrative passerebbero il test insieme agli ultimi arrivati, sprovvisti della minima competenza.
Con 45 giorni di ginnastica mnemonica, candidati ASSOLUTAMENTE a zero dal punto di vista giuridico, pedagogico, amministrativo supererebbero tranquillamente il test.
Con un banale sforzo di associazione per parole chiave o per conversione con tecniche di memorizzazione TUTTI passerebbero la preselezione. Sta succedendo questo in tante scuole: candidati che ignorano l'esistenza del Regolamento dell'autonomia hanno già memorizzato centinaia di item, senza comprenderne il contenuto.
Sarebbe un danno per la procedura concorsuale e uno smacco per chi ha studiato tanto.
Banali refusi, non siano il pretesto per distruggere la serietà del più importante concorso della scuola dell'ultimo ventennio.
Inoltre spostare il baricentro della selezione su scritti gremiti di candidati, creerebbe scarsa traspenza e minori garanzie di imparzialità.
Salvate il concorso: non postipate la data di preselezione. Non si vada oltre il 5 ottobre. Per pura decenza.
Grazie, Ignos

Commenti

Post popolari in questo blog

Un quiz al giorno per il Concorso Dirigenti Scolastici 2015

Da oggi fino alla prova preselettiva sulla seguente pagina facebook un quiz al giorno per il Concorso Dirigenti Scolastici 2015 (bando previsto entro fine marzo, secondo il decreto Milleproroghe), ogni giorno alle ore 9.  La soluzione verrà pubblicata almeno un giorno dopo. https://www.facebook.com/nuovoconcorsodirigentiscolastici

Elogio di Galileo dall' Adone di Marino - di Carlo Zacco

Marino - Adone Canto X - ottave 42-37 Elogio di Galileo
42 Tempo verrà che senza impedimento queste sue note ancor fien note e chiare, mercé d'un ammirabile stromento per cui ciò ch'è lontan vicino appare e, con un occhio chiuso e l'altro intento specolando ciascun l'orbe lunare, scorciar potrà lunghissimi intervalli per un picciol cannone e duo cristalli. - Impedimento: ostacolo;  - note: caratteristiche;   note: conosciute e comprensibili: paronomasia;    mercé: grazie a;    - intento: attento;  - specolando: osservando;  - scorciar: abbreviare; 43 Del telescopio, a questa etate ignoto, per te fia, Galileo, l'opra composta, l'opra ch'al senso altrui, benché remoto, fatto molto maggior l'oggetto accosta. Tu, solo osservator d'ogni suo moto e di qualunque ha in lei parte nascosta, potrai, senza che vel nulla ne chiuda, novello Endimion, mirarla ignuda. - per te: per opera tua;  - fia l’opra comp…

Sciatteria nelle nomine delle commissioni esami di stato - di Paolo Marsich

Per dare un’idea della serietà con cui i burocrati del Ministero dell’Istruzione gestiscono l’Esame di Stato (ex Maturità), basterebbe considerare questi esempi di come sono state composte le commissioni: a esaminare in Storia studenti di indirizzi liceali e tecnici in cui la materia viene insegnata dal docente di Italiano (classe di concorso A050), sono stati mandati docenti di Italiano e Latino (classe A051) che, per quanto in possesso di abilitazione anche all’insegnamento di Storia, ottenuta magari trent’anni fa, Storia al triennio non l’hanno mai insegnata; viceversa a esaminare in Italiano e Latino studenti del Liceo Scientifico sono stati mandati insegnanti privi di abilitazione in Latino (classe A050). E ancora, a esaminare in Letteratura italiana studenti dei licei classici sono stati mandati insegnanti di Greco e Latino (classe A052) che, per quanto in possesso di abilitazione anche in Italiano, ottenuta anche questa magari trent’anni fa, Letteratura italiana al triennio no…