Passa ai contenuti principali

Preselezione per Dirigenti Scolastici: fate presto - di Silos Ignance

Circola la voce nei vari forum che la data della preselezione per Dirigenti Scolastici potrebbe essere posticipata dal 5 ottobre al 12 ottobre o addirittura al 17 ottobre.
E' una notizia estremamente grave perchè così la preselezione rischierebbe di trasformarsi in una corsa alla memorizzarizzazione da tecnica memo.
Migliaia di candidati che hanno frequentato master importanti, fatto corsi presso Enti accreditati, acquisito con mesi o anni di studio importanti competenze pedagogiche, giuridiche e amministrative passerebbero il test insieme agli ultimi arrivati, sprovvisti della minima competenza.
Con 45 giorni di ginnastica mnemonica, candidati ASSOLUTAMENTE a zero dal punto di vista giuridico, pedagogico, amministrativo supererebbero tranquillamente il test.
Con un banale sforzo di associazione per parole chiave o per conversione con tecniche di memorizzazione TUTTI passerebbero la preselezione. Sta succedendo questo in tante scuole: candidati che ignorano l'esistenza del Regolamento dell'autonomia hanno già memorizzato centinaia di item, senza comprenderne il contenuto.
Sarebbe un danno per la procedura concorsuale e uno smacco per chi ha studiato tanto.
Banali refusi, non siano il pretesto per distruggere la serietà del più importante concorso della scuola dell'ultimo ventennio.
Inoltre spostare il baricentro della selezione su scritti gremiti di candidati, creerebbe scarsa traspenza e minori garanzie di imparzialità.
Salvate il concorso: non postipate la data di preselezione. Non si vada oltre il 5 ottobre. Per pura decenza.
Grazie, Ignos

Commenti

Post popolari in questo blog

Eticamente lecito uccidere i bambini - di Stefano Biavaschi

“Eticamente lecito uccidere i bambini”. E' la sorprendente tesi di due bioeticisti italiani, pubblicata sul Journal of Medical Ethics. I due personaggi sono Alberto Giubilini e Francesca Minerva, e il titolo incredibile dell'articolo è: “Aborto dopo la nascita, perché il bambino dovrebbe vivere?”.

Il mattino, da "Il giorno" di Giuseppe Parini - vv. 1-169 - di Carlo Zacco

5 10 15 20 25 30 35 40 45 50 Giovin Signore, o a te scenda per lungo Di magnanimi lombi ordine il sangue Purissimo celeste, o in te del sangue Emendino il difetto i compri onori E le adunate in terra o in mar ricchezze Dal genitor frugale in pochi lustri, Me Precettor d'amabil Rito ascolta.     Come ingannar questi nojosi e lenti Giorni di vita, cui sì lungo tedio E fastidio insoffribile accompagna Or io t'insegnerò. Quali al Mattino, Quai dopo il Mezzodì, quali la Sera Esser debban tue cure apprenderai, Se in mezzo agli ozj tuoi ozio ti resta Pur di tender gli orecchi a' versi miei.     Già l'are a Vener sacre e al giocatore Mercurio ne le Gallie e in Albione Devotamente hai visitate, e porti Pur anco i segni del tuo zelo impressi: Ora è tempo di posa. In vano Marte A sè t'invita; che ben folle è quegli Che a rischio de la vita onor si merca, E tu naturalmente il sangue aborri. Nè i mesti de la D…

Concorso dirigenti: appunti di studio

L'ultima mia fatica di studio in vista del concorso l'ho riversata come al solito sul sito www.atuttascuola.it e credo che possa essere utile, in mancanza di una testo ufficiale del ministero di preparazione al concorso.