Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2019

Alternating school and work

Pratica di conversazione inglese in vista della prova orale concorso dirigenti scolastici italiani (English conversation practice for the oral test of the Italian school managers competition)
Altro materiale didattico dell'autore su http://www.atuttascuola.it/ e http://www.gaudio.org/ Cerca altre videolezioni professionali di Luigi Gaudio su http://www.29elode.it Newsletter con aggiornamenti all'indirizzo http://www.gaudio.org/news

W il primo Maggio - di Francesco Lena

W il primo Maggio 2019. W il primo Maggio festa dei lavoratori e del mondo del lavoro, in questa occasione voglio ricordare a chi ci governa , che i cittadini non vogliono assistenzialismo, ma vogliono un mondo pieno di opportunità di lavoro per tutti. W il primo Maggio di libertà, di pace e vita, no alle armi e alle guerre, prendiamo l’impegno per svuotare gli arsenali che sono pieni di strumenti di morte, riempiamo i granai  e costruiamo strumenti di vita, dove ci sia pane e nutrimento per tutti i cittadini del mondo. W il primo Maggio pieno di diritti  doveri e di  valori umani, no all’indifferenza, dobbiamo far crescere in ognuno di noi la coscienza e responsabilità, per abbattere i muri mentali e materiali, aprirsi e aprire porte, porti, per costruire ponti verso i migranti, verso l’altro, per aiutarli, salvarli, ospitarli e integrarli. W il primo Maggio giorno bello di democrazia, di gioia, ma anche di riflessione e impegno e responsabilità verso l’ambiente e le bellezze della natur…

INVITO a UDINE il 25 Aprile alle 21 TEATRO PALAMOSTRE - SALA PIER PAOLO PASOLINI allo spettacolo È bello vivere liberi! tratto dalla vicenda umana e storica di Ondina Peteani prima staffetta partigiana d'Italia - Deportata Auschwitz 81672

25 Aprile 2019 Festa Nazionale della Liberazione dal nazifascismo, in occasione del decimo anniversario del Premio "Scenario per Ustica" assegnato a Marta Cuscunà sarà presentato il pluripremiato spettacolo teatrale - È bello vivere liberi! - tratto dalla vicenda umana e storica di Ondina Peteani prima staffetta partigiana d'Italia - Deportata Auschwitz 81672, riportata nella biografia ONDINA PETEANI - Mursia Editore, di Anna Di Gianantonio e Gianni Peteani.
Lo spettacolo è considerato dal pubblico e dalla critica il miglior prodotto a tema Resistenza in circolazione. 
In calce, tra gli altri documenti audio/video, due interviste a Marta Cuscunà (già allieva della prof.ssa Anna Di Gianantonio (con me assieme autrice della biografia di Ondina).

http://www.cssudine.it/stagione-tig/2018/1668/e-bello-vivere-liberi

È bello vivere liberi!     
LOCANDINA



UDINE 25 aprile2019ore 21 TEATRO PALAMOSTRE - SALA PIER PAOLO PASOLINI
Teatro Contatto

INCONTRI
Il 25 aprile al termine dello spetta…

In scena al Palamostre di Udine la storia eroica di Ondina Peteani prima staffetta partigiana d'Italia Deportata Auschwitz 81672

25 Aprile ore 21 al PALAMOSTRE di Udine Udine celebra la Festa Nazionale della Liberazione  "E' bello vivere liberi": lo spettacolo per la Festa della Liberazione.Giovedì 25 aprile, alle 21, va in scena al Palamostre di Udine "É bello vivere liberi!". Lo spettacolo parla di  Ondina Peteani, giovane donna di Ronche dei Legionari. Ondina, prima staffetta partigiana d'Italia, viene deportata  ad Auschwitz. Giovane, piena di speranza e animata da un irrefrenabile bisogno di libertà, Ondina Peteani diventa scintilla di uno spettacolo civile. É il primo lavoro di Marta Cuscunàcome attrice e autrice ed è anche lo spettacolo che l'ha consacrata a livello nazionale. Infatti, con questo teatro, ha vinto nel 2009, il Premio Scenario per Ustica. "É bello vivere liberi!" è uno spettacolo per scoprire le gioie e le speranze dei partigiani. Non poteva esserci un evento più significativo di questo, nella giornata della Liberazione. La biglietteria del teatro d…

Presentazione della biografia di Ondina Peteani a Fiumicello - città di Giulio Regeni

C'è bisogno di più Europa - di Francesco Lena

C’è bisogno di più Europa.
Alcune considerazioni sull’unione degli stati europei, l’Europa unita nei suoi limiti ci ha garantito più di 70 anni di pace, dentro un processo di pace, ha abolito le frontiere e le dogane e favorito la libera circolazione di persone e di merci. Ha istituito la moneta unica l’euro, l’Europa unita aiuta le zone più fragili, basta che i governi degli stati dell’unione europea presentino progetti di sviluppo economico e sociale, seri e fattibili per avere i finanziamenti, qui purtroppo l’Italia è molto carente, nel presentare progetti e spende una minima parte dei soldi a disposizione, nei fatti perdendo tanti soldi. Tante altre cose utili sono state fatte. Sicuramente c’è bisogno di più Europa per raggiungere nuovi obiettivi.
1) Una costituzione europea
2) Unire tutte le forze dell’ordine pubblico, dentro un progetto per la sicurezza, per combattere le mafie, la corruzione, l’illegalità, l’evasione fiscale, lavoro nero, poi un esercito militare euro…

Mercoledì 3 aprile visita congiunta Risiera di San Sabba a Trieste dei Licei G. B. Vico Milano e F. Petrarca Trieste. Gemellaggio informale proiezione "1938 Vita amara" e "Ondina Peteani, Auschwitz e la libertà"

TRIESTE E MILANO (CORSICO)  UNITE NELLA MEMORIA 

Sabrina Benussi, l'insegnante che ha ideato insieme ai suoi allievi del Petrarca (liceo in cui si è diplomato Giulio Regeni) la mostra "Razzismo in cattedra" accoglierà assieme a Gianni Peteani, Presidente del Comitato permanente Ondina Peteani, i giovani del liceo lombardo "Gian Battista Vico" guidati dal professor Luigi Gaudio promotore della visita d'istruzione a Trieste. 
Indirizzi di saluto del prof. Giovanni Fraziano, Collaboratore del Rettore dell'Università di Trieste.
I due licei parteciperanno mercoledì 3 aprile alle 15 alla visita congiunta al Monumento Nazionale della Risiera di San Sabba, unico Lager di sterminio munito di forno crematorio edificato dall'occupatore nazista in Italia e nell'Europa meridionale.  A seguire il film "1938 Vita amara" di Sabrina Benussi, realizzato in collaborazione con gli allievi della classe 4^ del Liceo Petrarca e il gemellaggio informale tra le ra…

Poesia di Pasqua 2019 - di Francesco Lena

C’è bisogno di una Pasqua di gioia, che ci unisce nei valori umani, della vita e solidale. dove la gente sia più disposta, ad ascoltare, stare bene insieme, con generosità aiutarsi e aiutare.
C’è bisogno di una Pasqua disposti ad ascoltare di più gli ammalati, con dolcezza,  donare loro un sorriso, l’ascolto li farà sentire meno soli allevierà,  sofferenze, sarà un bel gesto di umanità e illuminerà il loro viso.
C’è bisogno di una Pasqua che ci aiuti a stare vicini, con un affetto caloroso agli anziani, fonte di sapere e saggezza, l’ascolto sarà come la luce delle stelle, trasmetterà sicurezza per il loro domani.
C’è bisogno di ascoltare con più attenzione e bella simpatia, le persone più deboli e i diversamente abili, l’ascolto sarà per loro, come un raggio di sole, porterà energia, li farà sentire più forti e meno fragili.
C’è bisogno di ascoltare di più i bambini, offrire  la possibilità di giocare e donare loro infinito amore, l’ascolto porterà gioia, felicità, creatività, sereni…
Gentile Redazione Le mando questa mia semplice poesia veda se ritiene utile pubblicarla, graziePoesia di Pasqua 2019C’è bisogno di una Pasqua di gioia, che ci unisce nei valori umani, della vita e solidale.dove la gente sia più disposta, ad ascoltare, stare bene insieme, con generosità aiutarsi e aiutare.C’è bisogno di una Pasqua disposti ad ascoltare di più gli ammalati, con dolcezza,  donare loro un sorriso,l’ascolto li farà sentire meno soli allieverà,  sofferenze, sarà un bel gesto di umanità e illuminerà il loro viso.C’è bisogno di una Pasqua che ci aiuti a stare vicini, con un affetto caloroso agli anziani,fonte di sapere e saggezza, l’ascolto sarà come la luce delle stelle, trasmetterà sicurezza per il loro domani.C’è bisogno di ascoltare con più attenzione e bella simpatia, le persone più deboli e i diversamente abili,l’ascolto sarà per loro, come un raggio di sole, porterà energia, li farà sentire più forti e meno fragili.C’è bisogno di ascoltare di più i bambini, offrire  la…

6° Convegno CONVIVERE CON AUSCHWITZ - martedì 22 gennaio 2019 - iniziativa istituzionale dell’Università degli Studi di Trieste nell’ambito della “Settimana della Memoria”

6° Convegno dell'Università degli Studi di Trieste,"Convivere con Auschwitz",martedì 22 gennaio 2019,con inizio alle ore 14.00, presso l'Aula Magna di via Filzi 14.

Convivere con Auschwitz, sesto convegno tematico in cui l'Università di Trieste incrementa le convergenze interdisciplinari in un rapporto di analisi e attualizzazione scientifica, esplorando ulteriori temi riguardanti le memorie dell'Olocausto e della Deportazione.
Le sorelline Bucci assieme al cuginetto Sergio Devastando il corso della Storia, il nazifascismo ha perpetrato anche a Trieste aberranti crimini contro l'umanità,