Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2018

La verità - poesia di Francesco Lena

Poesia La verità La verità è un grande valore umano, se accompagnata con umiltà, rende le persone più umane, forti, dona armonia e serenità. La verità è luce, dona un futuro sicuro e pieno di belle novità, illumina il nostro cammino nella vita, ci da più sicurezza e stabilità. In questa epoca che circolano tante falsità, fa riscoprire la bellezza della verità, amarla e praticarla rende le persone limpide, più coraggiose nella responsabilità. Il grande vantaggio che ci da la verità, rende il nostro comportamento trasparente e sano, se accompagnata con il valore dell’onestà, è ancora migliore, dona speranza e porta lontano. Amare la verità, ci dona fiducia, tranquillità, ci rende più sereni e sicuri, ci da la forza di contribuire alla costruzione di una società più giusta, aperta, ospitale e senza muri. Lasciamo fiorire la verità, nelle nostre case, nelle nostre menti e nelle nostre azioni di ogni giornata, ci farà stare bene e ritrovare la gioia e la semplicità. C’è bisogno i coltivar…

Tiziana Ferrario storica inviata RAI incontra a Trento l'attrice Marta Cuscunà nel quadro di RESISTENZE FEMMINILI, partendo da Ondina Peteani

https://www.crushsite.it/it/incontri/resistenze.html venerdì 14 settembre 2018 ORE 21.00 | Piazza Cesare Battisti TRENTO
Ondina Peteani - prima staffetta partigiana d'Italia - Deportata Auschwitz 81672
DONNE RESISTENTI
Il femminismo tra storia, giornalismo e teatro.
Tiziana Ferrario, storica inviata della RAI, nel suo ultimo libro Orgoglio e pregiudizi. Il risveglio delle donne ai tempi di Trump ha posto al centro dell'attenzione donne che sono tornate ad alzare la voce, chiedendo stesse opportunità di carriera, stessi salari e diritti.
Marta Cuscunà è una giovane attrice friulana. Ha ricevuto diversi riconoscimenti per i suoi lavori legati alla dimensione femminile con un'attenzione particolare alla ricerca storica, come nel caso di È bello  vivere liberi!, ispirato alla biografia di Ondina Peteani, prima staffetta partigiana d'Italia.
Una serata dedicata alle donne, attraverso un dialogo tra due punti di vista diversi ma allo stesso tempo complementari, per "far…

Dolcenera ( la storia di una città ) - di Laura Alberico

" Nera di malasorte che ammazza e passa oltre   nera come la sfortuna che si fa la tana dove non c'è luna   nera di falde amare che passano le bare" 
C'è acqua che scorre e acqua che ristagna, acqua di fonte e acqua inquinata. La storia di una città si perde tra i vicoli stretti dove il sole fatica ad arrivare, mare e petrolio che tingono il cielo di grigio sulle note di canzoni che raccontano come la morte restituisca alla vita l'anima di un ricordo sempre vivo. Per non dimenticare il tempo si è fermato, mescolando pioggia e dolore, desideri e malinconia, il sole di un ritorno che sfuma di nostalgia e chiede di essere ascoltato. Ci sono storie che non hanno inizio né fine, tornano a colorare il presente di nuda verità, la canzone di un tempo infinito  fatto di eroi senza gloria, legati al filo di un'unico destino, parole che diventano, come per incanto, luce di un nuovo giorno, simboli della memoria del tempo, promesse mai mantenute. C'è un ponte sospeso c…

Magistrale Lettura di Marco Puntin, del brano - Due donne e un salto verso la libertà. Ondina Peteani e Margherita Hack

Carissimo,

in questo giorno di grave lutto, spero poter
infondere un briciolo di speranza. ..>>>
Ho ricevuto questa bellissima interpretazione di Marco Puntin, stortica voce Radio RAI, del brano scritto dall'avv. Marco Barone Ti chiederei di inserirla con il titolo completo: Due donne e un salto verso la libertà. Ondina Peteani e Margherita Hack .

File allegato.

Grazie 1OOO Luigi!

gianni

Genova per noi - di Laura Alberico

Genova per noi
" E ogni volta ci chiediamo   se quel posto dove andiamo   non ci inghiotte e non torniamo più"

Giornate grigie, quando il cielo e la terra si toccano mescolando pioggia e vento, a due passi dal mare che si agita dimenticando il suo colore e i suoi segreti. Genova fragile e indifesa sotto le macerie di un dolore che soffoca pensieri e domande, passato e futuro di storie di vita esili come i fili di una ragnatela. Cemento e anime di un tessuto sul quale gli anni hanno consumato lavoro e sacrifici, la quotidianità che diventa per un attimo il gioco del destino che separa il prima e il dopo lasciando in mezzo il vuoto, il silenzio da accogliere e interpretare sulle immagini di una cronaca triste che esplode alimentando il racconto infinito di storie purtroppo sempre uguali. Il ponte ideale e' quello che unisce coscienza e giustizia, responsabilità e sicurezza, uomo e territorio in un'ottica di sviluppo sostenibile che possa delineare un percorso di cresc…

Il professore si interroga - di Laura Alberico

Siamo abituati da sempre a formulare domande, un percorso unidirezionale quasi obbligato, consapevoli fino a un certo punto di essere nel giusto, chiusi spesso in un cerchio dentro il quale esigere, accontentarsi o rifiutare, paradigmi di una scuola che fatica a stare al passo con i tempi. Fuori c'è il mondo, il tutto e il suo contrario, una legge di gravità che cancella quotidianamente i buoni propositi, le giuste intenzioni, le verità sbiadite che sfumano spesso senza prendere forma perché legate ad un passato in lenta agonia. Parole che si rincorrono e volano leggere, con la certezza di contenere senso e significato, orme di uno spazio e di un tempo che vorrebbe rinascere ogni volta con l'entusiasmo della prima volta. Il professore quasi sempre non ama interrogarsi, il punto di domanda fa nascere dubbi, esitazioni che possono rimettere in gioco competenze stratificate con l'esperienza, capacità affinate con la buona comunicazione, desideri di obiettivi e programmi semp…

C’è bisogno di più umanità - di Francesco Lena

C’è bisogno di più umanità, l’obiettivo del diritto alla vita va perseguito, aprire il cuore e la mente, prendere coscienza, portare aiuti ai bambini nel mondo, ammalati, che muoiono di fame e di sete. C’è bisogno di più umanità, costruire ponti verso l’atro, aprire le frontiere, porte e porti, mettersi al servizio di chi è in grave difficoltà nel mare, salvarli ci rende migliori, più umani e più forti. C’è bisogno di più umanità, con umiltà praticare buone azioni, concrete e con generosità, superare l’egoismo, per portare aiuti ai poveri, ai senza tetto, con una vera solidarietà. C’è bisogno di più umanità, verso gli ammalati, sia garantito il diritto alla salute, ai vecchi e bambini con amore e semplicità, prendersi cura e portare, un sorriso, una carezza e l’ascolto, donerà loro tanta serenità. C’è bisogno di più umanità, aprirsi al mondo e avere una visione positiva nei confronti degli immigrati, sono una risorsa sana, culturale e sociale per la società, per la famiglia umana e …

Lettura ragionata gratuita dei Test Prova Preselettiva Concorso Dirigenti Scolastici

Conclusa la lettura ragionata della batteria di test ministeriale, con la quarantunesima parte dei quiz prova preselettiva in vista della Prova preselettiva Concorso Dirigenti 2018 del 23 luglio 2018.


L'esordio della Candidatura delle Associazioni Franco Basaglia a Premio Nobel per la Pace è legato alla vicenda umana e storica di Ondina - di Gianni Peteani

VIDEO https://www.youtube.com/watch?v=WItCE_9d5Go&feature=youtu.be&t=5883;feature=youtu.be&t=5883
L'esordio dell'idea che ho avuto e peroro da sette anni, la candidatura della Conferenza Permanente Franco Basaglia, Fondazione Basaglia ecc. al Premio Nobel per la Pace, ha avuto successo all'assise mondiale di psichiatria svoltasi da giovedì 21 a sabato 23 u.s.a Trieste. La scelta è caduta su di me per espressa volontà del Direttore del Dipartimento di Salute mentale di Trieste, Roberto Mezzina, che avevo integrato tra i relatori al Convegno annuale dell'Università di Trieste Convivere con Auschwitz di gennaio, in cui sono state marcateo le molteplici simmetrie fra la segregazione manicomiale e le pratiche concentrazioniste e di sterminio naziste. 

A lui pertanto ho rilanciato l'ipotesi della Candidatura che ha accolto con interesse. Ho così posto in evidenza il monito di Liliana Segre, contestualizzandolo al preannuncio triestino delle leggi RAZZISTE del …

La vicenda umana e storica di Ondina Peteani al Festival del Teatro - Terre del Vescovado - L'Eco di Bergamo

Terre del Vescovado Parte il festival di teatro Al via domenica 17 giugno il cartellone della prima edizione: sei spettacoli in luoghi suggestivi del territorio. Il debutto al castello di Costa di Mezzate. Dal Paci Paciana a Telemaco fino a Ondina Peteani, prima staffetta partigiana d'Italia. Storie interessanti, stili teatrali diversi e ospiti importanti come Mario Perrotta, Antonella Questa e Marta Cuscunà: si preannuncia coinvolgente e appassionante il cartellone della prima edizione di «Terre del Vescovado Teatro Festival» proposto dall'associazione culturale Albanoarte Teatro insieme con l'ente turistico Terre del Vescovado e con il sostegno dei comuni ospitanti.
https://www.ecodibergamo.it/stories/cultura-e-spettacoli/terre-del-vescovado-parte-il-festival-di-teatro_1281906_11/

Terre del Vescovado Parte il festival di teatro

<

Il protocollo di Kyoto - di Francesco

Gli scienziati non fanno altro che ricordare ai politici il problema dell’ effetto serra. Alcuni sono sicuramente preoccupati riguardo questo, tanto che già nel 1997 si sono riuniti a Kyoto (città giapponese) ben 160 rappresentanti governativi, per discutere il problema dei gas serra, specie per l’ anidride carbonica, molto problematica per colpa dell’ uomo. Il protocollo di Kyoto entra in vigore nel 2005 e nel 2008 i paesi che ne fanno parte sono 181, ma siamo sicuri che tutti lo rispettino? Negli ultimi mesi i più importanti governatori ne hanno parlato molto,  specie nel G7,  dove sei dei governatori hanno tentato di convincere il settimo (indovinate un po’, Donald Trump) a chiudere le miniere di carbone e ad iniziare delle procedure che l’ex presidente degli Stati Uniti Obama aveva già cominciato… ma come ben saprete, non ci sono  riusciti.Tornato in America,  il presidente ha riaperto le miniere. La lotta contro l’ inquinamento è iniziata nel 1997, eppure oggi, nel 2018, siamo al…

La storia del giornale - di Gaia

Il grande desiderio e i tentativi da parte dell’ uomo di raccogliere e diffondere notizie risale a tempi antichissimi. Gli antichi Cinesi, detti anche pionieri, per oltre quindici secoli, ebbero una specie di gazzetta detta GIORNALE DEL CELESTE IMPERO. I Romani fecero importanti pubblicazioni per esempio: gli ANNALES MAXIMI, tavole esposte al pubblico dove i pontefici scrivevano, anno per anno, i fatti salienti accaduti nella Repubblica. Gli ACTA DIURNA erano altre pubblicazioni dove venivano esposti fatti politici e della cronaca urbana, che venivano diffusi nelle province e nei più lontani distaccamenti dell’ esercito. In Europa, intorno al Quattrocento, nacquero pubblicazioni vendute al pubblico chiamate NOVELLE o AVVISI: erano raccolte di notizie che gli autori fornivano frequentando diversi ambienti, interrogando mercanti, pellegrini e soldati di ventura. I primi giornali periodici nacquero verso la fine del Cinquecento, dopo l’invenzione della stampa. I più antichi di questi fog…

Rifiuti a Roma: un problema risolvibile? - di Matteo

La nostra splendida città di Roma, meta di milioni di turisti e pellegrini da tutte le parti del mondo, è, negli ultimi mesi, letteralmente sommersa di spazzatura e rifiuti in genere.
Infatti, sia nel centro storico che nei quartieri residenziali o periferici, è facile vedere cassonetti strabordanti di rifiuti oltre la loro capienza. Sacchetti, cartoni, ma anche ogni genere di oggetti in disuso, da comodini a materassi, da divani a frigoriferi, affollano i marciapiedi, offrendo uno spettacolo fastidioso non solo per i turisti in visita ma anche per i residenti. Uno dei problemi principali è che la città ha avviato le procedure per la raccolta differenziata con diversi anni di ritardo rispetto ad altre città italiane ed europee. Basti pensare che la raccolta differenziata ammonta al 36% a Roma, contro il 98% di Parigi, Berlino e Londra. In secondo luogo, i rifiuti indifferenziati sono stati storicamente controllati da Manlio Cerroni, un potente imprenditore da anni al centro di accuse …

Le eclissi solari del 2017 - di Giorgia e Chiara

L’eclissi solare è un fenomeno ottico di oscuramento del sole che può essere parziale o totale. Si tratta di un evento piuttosto raro: Sole, Luna e Terra devono essere perfettamente allineati. Il 26 febbraio dello scorso anno  è accaduto questo fenomeno: il cielo si è coperto parzialmente per due ore e mezza a causa del passaggio della Luna.  Questo spettacolo è stato visto solamente in alcune zone: il Cile, l’Argentina, il Sudafrica, il Sudamerica e l’Antartide. Questo significa che non è stato possibile vederlo in Italia; l’ultima volta che in Italia c’è stata una eclissi totale di sole è stato l’11 agosto del 1999. Guardare un’eclissi solare, anche se parziale,  va fatto con la dovuta protezione perché osservare il sole direttamente a occhio nudo, anche se in parte coperto dalla Luna, può causare danni seri e permanenti agli occhi. Sempre nel 2017, il 21 agosto c’è stata un’eclissi solare e in Italia ha avuto inizio alle ore 18:00,  per avere il suo picco alle ore 19:17 e finire po…

Il sistema solare - di Ginevra

Il sistema solare è il sistema planetario dotato di una forza di gravità maggiore rispetto a tutti i pianeti. E’ costituito da una varietà di corpi celesti mantenuti in orbita dalla forza gravitazionale del sole. Quest’ultimo è nato cinque  miliardi di anni fa, si è formato da gas, granelli e polveri che mano a mano si sono compattati e hanno creato una nebulosa primitiva, che ha assunto la forma di un disco appiattito. Dopo venticinquemila anni, la stella ha iniziato ad emettere luce e successivamente sono nati nuovi pianeti. Il nucleo è la parte centrale più solida, con temperature elevatissime. Essa ha dato vita ai pianeti più interni: Mercurio, il più vicino al sole; Venere, il più caldo e luminoso; la terra, l’unico pianeta su cui c’è vita; Marte, il pianeta su cui si afferma ci sia l’esistenza dell’acqua. Questi ultimi vengono divisi da altri pianeti dalla cintura degli asteroidi. I pianeti più esterni sono: Giove, che possiede grandi dimensioni e si può distinguere dalla sua gr…

L’importanza della moda per i giovani - di Giulia

Tutti gli adolescenti, chi più chi meno, cercano di farsi accettare dai propri coetanei anche se ciò vuol dire non essere se stessi. Quasi tutti gli adolescenti seguono la moda o almeno provano a seguirla: c’è sempre un gruppo o un individuo che in qualche modo cerca di dettare la moda e di farla seguire agli altri che, forse per farsi accettare o per entrare a far parte del gruppo, cercano di imitarli e di vestire in un modo che non è loro e che quindi non appartiene completamente a loro. Nel mondo odierno, la moda “casual” sta diventando sempre più importante fra i ragazzi. La maggior parte dei giovani, con indosso l’abbigliamento più ricercato al momento, si sentono più sicuri di loro e riescono appunto a socializzare maggiormente con i propri coetanei. Spesso cercano di “copiarsi” tra loro, a partire dal taglio dei capelli e dal trucco, fino ad arrivare al modo di vestirsi: infatti, per esempio, i ragazzi vogliono spesso imitare il taglio dei capelli del loro giocatore preferito m…

L’importanza del look - di Nicole

Come possiamo avere un concetto equilibrato di moda? Questa parola significa persona o stile, aggiornato secondo le tendenze. La moda dovrebbe caratterizzare ogni persona, rendendola unica e con la propria personalità: questo fatto però sta degenerando perché ormai tutti ne sono influenzati, a partire dai più sicuri fino ad arrivare ai meno. E’ diventata una serie di “copia e incolla”, in cui le ragazze ed i ragazzi seguono la tendenza del momento, solo per avere più amici e, anche se non piace, indossano i capi di abbigliamento ugualmente, senza pensare alle proprie esigenze o ai propri desideri. La moda si divide in look che sono: il ” trendy “, il formale, l’elegante, il “cool”, il “casual” e infine il look sportivo. Il più ambito è lo stile casual, che vuol dire vestirsi come vogliamo, ma sempre seguendo la moda. Esistono anche le tendenze ed una delle più famose è quella dei tatuaggi e piercing, che fanno sembrare più forti e ribelli. Le persone però devono ricordare che tutti i …

“Fuga da Reuma Park” - di Davide

Aldo, Giovanni e Giacomo tornano con un nuovo film: “Fuga da Reuma park”. La pellicola, la cui sceneggiatura è stata scritta da Morgan Bertacca, è diretta ed interpretata dal trio comico e vede, tra gli altri, la partecipazione di Ficarra e Picone. Il film racconta la storia di tre amici che, dopo trent’anni, si ritrovano in una casa per anziani chiamata Luna Park. I tre allora decidono di rimettere insieme la “banda” e cercano di fuggire dall’ospizio la notte di Natale per riprovare, forse per l’ultima volta, l’adrenalina del divertimento. I tre amici cercano di evadere e tornare liberi anche per inseguire i propri sogni, come quello di Giacomo di andare a Rio de Janeiro ma, ad ostacolare il loro progetto, ci sarà un’infermiera russa, che farà di tutto per fermarli. Il film, nonostante alcuni brevi momenti di risate e divertimento, risulta poco coinvolgente nella storia che narra e sembra affidato all’estro del momento piuttosto che ad un vero e proprio filo conduttore. Nel complesso…

È tempo di …musica! - di Elisabetta

Insieme ad alcuni alunni della nostra scuola, faccio parte del Coro Voci Bianche dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, un coro tanto famoso quanto impegnativo: infatti per entrare a farvi parte,  si sostengono degli esami in cui si  tiene conto dell’intonazione (che deve essere perfetta), del ritmo, della capacità di fare solfeggio ma soprattutto dell’impegno, poiché le opere cantate possiedono una difficoltà davvero notevole. Fra i noti ed interessanti pezzi che abbiamo studiato o che stiamo preparando, vi sono: lo “Stabat Mater” di Pergolesi, il “Laudario di Cortona”, la “Fede, Speranza, Carità” di Gioacchino Rossini, il “Coro dei Monelli” di Carmen Bizet, i “Carmina Burana” di Carl Orff, il “Gloria” di Antonio Vivaldi, il “Laudate Pueri” di Felix Mendelsshon e il “Re Ruggero” di Karol Szymanowski. Adesso, insieme al nostro direttore del coro e con Antonio Pappano (uno dei principali direttori dell’accademia), la grande violinista Kyung Wha Chung e la soprano Nadine Sierra, sti…