Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2018

A come autistico di Marzia Cabano

A come autistico,carocompagno mio, è la prima vocale che a scuola imparo io… Quando parlo con tei tuoi occhi non mi guardano ma più di altri occhi a me sembra che parlino ! Quando sei felice o ridi perché qualcuno fa cose strambe, ecco che allorati batti le mani sulle gambe. Seimolto dolce e mi capisci più di tutti gli altri, vuoi bene a chi è gentile e a quelli che son scaltri. Fai un mondo di domande, tanti sono i tuoi”perché” per rinsaldare quel che c’è tra te e me e poi non mi lasci più,mi dai un bacio e poi ancora giù a battere le mani o a farle svolazzare come farfalle sui prati ,su un fiore, sul mare. A di autismo sarà sempre la prima vocale che dovrò imparare per avere un “tuo segnale”!

Un Natale originale di Marzia Cabano

UN NATALE ORIGINALE

-PRESTO! ALLA STAZIONE! STA PARTENDO LA COMETA NUMERO 3,POI NON NE PASSERANNO PIU’ PER UN PO’...-
NATALZIP ,IL BABBO NATALE  DEL PIANETA   1, AVEVA UN GRAN DA FARE CON I SUOI AIUTANTI,
ETI A ,ETI B ED ETI CHE ERANO UN PO’ SCANSAFATICHE:I PRIMI DUE  ERANO  RIUSCITI A PARTIRE SEPPUR CON MILLE RITARDI MENTRE ETI C PROPRIO NON NE VOLEVA SAPERE DI SCOMODARSI DALLA SUA POLTRONA GALATTICA
_ SE PERDI L’ULTIMA COMETA , UNA PARTE DEI BAMBINI DEL PIANETA TERRA NON AVRA’ DONI
DOMATTINA! SBRIGATI!-
SULLA TERRA BABBO NATALE NON C’ERA PIU’ DA UN PO’ ,SI ERA STUFATO DI VEDERE BIMBI SEMPRE SCONTENTI  ,FARE CAPRICCI ORA PER QUESTO,ORA PER QUELLO,COSI’ CAMBIO’ PIANETA!
ARRIVATO SU N1,PERO’ ,NON SAPENDO COME PASSARE IL TEMPO,INSEGNO’ AD ALCUNI PICCOLI EXTATERRESTRI  A COSTRUIRE DEI GIOCATTOLI:STRANI,MA PUR SEMPRE GIOCATTOLI
-_PRENDI LA PIETRA VERDE! INCOLLA QUESTE DUE PALLINE D’ORO! ACCENDI IL SASSO BLU!-TUTTO IL GIORNO DAVA ORDINI AI PICCOLI AIUTANTI CHE A DIRE IL VERO NON CAPIVANO …

Acrostici di Natale di Marzia Cabano

N  inna nanna
A te,
T esoro!
Alleluia!
L ui
E’ nato!

A lbero
B ello
E
T anto caro a me
E a tutti noi!

C ‘ è
A nche un
P astorello
A rrivato
N ella
N otte
A ntica…

S ei
T anto luminosa
E
L ucente
L à,
A l tramonto!

C ome
O scilli
M entre brilli
E
T i trastulli
A ll’arrivo dei Magi

P er
A ugurare
N uovi giorni
E
T ante  cose a
T utti
O gni
N uovo
I nverno

Stefano Cucchi: quello che uccide è la mancanza di responsabilità

La prima mancanza è quella dei Carabinieri che in quella notte maledetta abusando del numero e delle armi in loro possesso hanno massacrato Stefano. Questi Carabinieri per 9 anni non hanno avuto il coraggio di assumersi le loro responsabilità, e questo non è ammissibile. La seconda mancanza è di tutte quelle persone (140 !!!) che hanno visto Stefano nelle condizioni in cui era dopo il pestaggio da parte dei Carabinieri, e si sono preoccupate soprattutto di difendere la loro posizione, cioè di non essere coinvolti in qualcosa che avrebbe potuto riguardarli in prima persona. La terza mancanza di responsabilità è quella di Stefano, che, per paura di dover rispondere di una quantità industriale di droga nel suo appartamento (i suoi genitori hanno collaborato con gli investigatori, permettendo di ritrovare 925 grammi di hashish e 133 grammi di cocaina, con i quali chissà quanti ragazzi sarebbero stati male), non ha avuto il coraggio di denunciare quello che aveva subito. Io ne ho fin sopr…

Filastrocche sul Natale della maestra Marzia Cabano

Il Natale
È Natale! Ecco, e' arrivato! io mi trovo impreparato, un regalo non l'ho fatto... forse ero un po' distratto dalle luci, dai decori e cosi' ora, agli "albori" come faccio a rimediare?

Tutto si ripete
si', la storia si ripete tutti gli anni e voi sapete che ogni volta e' uno stupore per la gioia e per l'amore che ci dona questa festa che ci fa girar la testa: tanto rosso,tanto verde e nella neve ci si perde, tanto oro intorno ai doni e ci sentiamo un po' piu' buoni!

Il bambinetto
è nato Gesu' bambino! io gli metto un vestitino poi lo stringo tra le braccia e lo bacio sulla faccia, poi gli canto un motivetto e Gesu' ch'e' un bambinetto, si addormenta in un baleno ed e' bello e piu' sereno! è Gesu' il mio bambolotto, io lo avvolgo in un fagotto poi lo tengo stretto al cuore e lui mi dona tanto amore.
Vogliovoglio
Voglio un libro sul Natale che sia un poco surreale, con la neve azzurra e rosa che si posa …

Maltempo - filastrocca della maestra Marzia Cabano

Trombe d'aria, forte vento,
anche il mare fa spavento!
Onde alte, cavalloni
pioggia fitta lampi e tuoni!
Ponti in pericolo, alberi caduti,
dietro ai vetri ce ne stiamo muti...
Il tempo va peggiorando
qualcuno se ne accorgerà? Quando?

da Marzia Cabano

Diritto di cronaca - di Laura Alberico

C'è una voce che chiede di essere ascoltata, si fa strada nel degrado sociale che esprime rabbia e dolore, impotenza e insicurezza di fronte a eventi che non vorremmo mai raccontare. La morte di una giovane ragazza porta alla luce uno scenario di emarginazione e criminalità che è un tratto dominante di questa società dove i giovani adolescenti cercano inconsapevoli nuove e forti emozioni. La droga e il suo potere cattura, come uno specchio per le allodole, desideri di andare oltre il confine della quotidianità e della normalità, quel limite indefinito che viene oltrepassato per provare lo sballo, l'anestesia dei sentimenti, il rifiuto del presente e del futuro. C'è un diritto dovere che va oltre il diritto di cronaca, quel diritto dovere di prevenzione e tutela dei minori che le istituzioni e e le agenzie educative devono ancora rendere più efficaci e capillari per coltivare il diritto alla vita, il senso e il significato del bello da alimentare con desideri e progetti di…

Nel mito, tra guerre e società matrilineari. Intervista a Marta Cuscunà

https://www.teatroecritica.net/2018/10/nel-mito-tra-guerre-e-societa-matrilineari-intervista-a-marta-cuscuna/

+Nel mito, tra guerre e società matrilineari. Intervista a Marta CuscunàBy  - 24 ottobre 2018 Il canto della caduta, il nuovo spettacolo dell'attrice regista e drammaturga Marta Cuscunà, debutta in questi giorni (25 e 26 ottobre) per la stagione Contatto del CSS di Udine. IntervistaIl nuovo lavoro di Marta Cuscunà, Il canto della caduta, ispirato all'antico mito del regno di Fanes, nasce a partire da diverse Residenze artistiche (a Centrale Fies e al CSS Teatro stabile di innovazione del Friuli Venezia Giulia) e con il sostegno di due partner portoghesi, Sao Luiz Teatro Municipal e A Tarumba Teatro de Marionetas. Abbiamo incontrato Marta Cuscunà al teatro Palamostre di Udine a pochi giorni dal debutto, mentre nella sala principale si stava allestendo la scenografia del suo nuovo spettacolo.Foto Daniele BorghelloDalla Trilogia della Resistenza a una storia epi…

Dalla storia di Ondina Peteani ... LA PRIMA VOLTA NON SI SCORDA MAI

SU LA LETTURA, L'INSERTO DEL CORRIERE DELLA SERA
di Laura Zangarini

"Dalla storia di Ondina Peteani, raccontata in E' bello vivere liberi!, spettacolo vincitore del Premio Scenario Ustica 2009, alla ribellione delle Clarisse del convento di Santa Chiara di Udine al centro di La semplicità ingannata, Marta Cuscunà ha fatto delle "donne resistenti" il focus delle sue narrazioni. In questo percorso, e coerentemente con la convinzione che il teatro debba essere "uno strumento di lotta politica e cambiamento sociale", si inserisce Il canto della caduta, il nuovo lavoro della drammaturga, attrice e regista di Monfalcone."


LA PRIMA VOLTA NON SI SCORDA MAI
Il 25 e 26 ottobre a Udine debutta IL CANTO DELLA CADUTA, inaugurando la stagione Teatro Contatto 2018/19 del CSS Teatro stabile di innovazione del Friuli Venezia Giulia.

Dopo oltre un anno e mezzo di prove e ricerche, è arrivato il momento di presentare il nostro lavoro al pubblico.

Vi aspetto per condiv…

Foglie gialle - filastrocca della maestra di Marzia Cabano

Povere foglie gialle,
volano come farfalle
pero' il loro volo è breve,
presto cadrà la neve
e tutte le coprirà!
Povere foglie gialle
simili a delle farfalle
solo per pochi istanti
ma a raccogliervi sono in tanti...
In un album,in un quadro,o fra due pagine bianche
ritroveremo le foglie gialle che erano a terra,stanche.

Marzia Cabano

Laboratorio di scienze - filastrocca della maestra Marzia Cabano

Quanti fumi!

Oggi non ho scritto scemenze,

ma una poesia bella su scienze,

parla di insetti e di provette,

di fumi neri e di pinzette,

di acqua, di aria e di vapore,

di carbone, di rumore e di motore,

di semi, di germogli e pianticelle…

Secondo voi ho scritto scemenze?

Allora non vi piace proprio scienze!

Marzia Cabano


Geometria fa rima con poesia - filastrocca della maestra Marzia Cabano

Geometria fa rima con poesia




Oggi scrivo una poesia

Su matematica, su geometria,

parla di tante operazioni,

di confronti e misurazioni,

di prestiti, di riporti,

di righelli lunghi e corti,

di rettangoli, di quadrati,

di problemi, di risultati…

Ho appena scritto una poesia,

la piu’ strana che ci sia!

Marzia Cabano

Diamo un po' i numeri - filastrocca della maestra Marzia Cabano

Diamo un po’ i numeri!


ZERO  severo,

UNO nessuno

DIECI ceci



CENTO, che spavento!

MILLE fa scintille!

DIECIMILA fa la fila,

CENTOMILA! Alta è la pila!



UN MILIONE in un paesone,

UN MILIARDO è già un azzardo…

I numeri sono affascinanti

e piacciono a tutti quanti!

Marzia Cabano

La fila dei numeri - filastrocca della maestra Marzia Cabano

La fila è lunga

Uno, nessuno, centomila,
dei numeri è lunghissima la fila!
Corto, lungo, alto, basso, piatto,
con i confronti io divento matto!
È bello contare, è bello misurare,
aggiungere, togliere e poi ricontare…
Fino a quando davvero non mi stufo,
io conto tutto, anche in cielo gli ufo:
uno! Due! Tre! Li vedi pure te?
Sono là, tra le nuvole ed il monte
e l’arcobaleno lo usan come ponte!

Marzia Cabano

Andrò per viole - Filastrocca della maestra Marzia Cabano

Ho  messo  la  stanza  a  soqquadro!  Che disastro!

Ora prendo il mio taccuino e ci scrivo"sono un impiastro".

A mamma il caos farà certo piangere il cuore,

ma poi come sempre  riordinerà con tanto amore!

Lei vorrebbe che io da grande facessi ...il cuoco!


mi vedrebbe tra i fornelli, con tante  pentole sul fuoco,

io invece amo l'acqua,vorrei fare il sommozzatore

ma intanto devo studiare, per anni, mesi, giorni ed ore!

Se non imparo come si scrivono certe strane parole

beh, allora me ne andro' col cesto per funghi e per viole!

Marzia Cabano

Filastrocca sull'Autunno - di Marzia Cabano

È autunno,piove,
non so che fare, andare dove?
Forse nel bosco qua vicino
a gironzolare con ombrello e cestino,
qualche funghetto ci sarà,
uno qua e forse uno là…
Quando in autunno scende la pioggia fine,
tutto sembra più non aver confine,
il prato prosegue fino al mare,
quando smetti di camminare potresti poi nuotare!
Marzia Cabano

Alcune considerazioni su Salvini e Di Maio - di Francesco Lena

Alcune considerazione su SALVINI e DÌ MAIO.Caro Salvini, prima del voto del 4 marzo 2018, in campagna elettorale hai giurato sul Vangelo con la corona del rosario in mano, ti chiedo lo hai letto il Vangelo?  Non sta scritto di respingere o bloccare sulle navi gli immigrati e di chiudere i porti alle navi che              trasportano immigrati. Non sta scritto, di essere contro i fratelli che fuggono, dalla fame, guerre e orrori. Poi ti chiedo quante sono le persone morte annegate in mare o nei lager libici?Caro salvini, salvarli è un fatto umanitario, ancora prima della legge universale del mare che da il diritto di essere salvati. Caro Salvni t'invito gentilmente ad andare su uno di quei gommoni assieme agli immigrati a fare la traversata del mare, ti spiegheranno i loro drammi e i perché rischiano tanto e ti aiuteranno a capire i loro problemi , la loro lotta per la sopravivenza e per un futuro migliore, ti aiuterebbero a capire  e praticare anche quello che c’è scritto sul Van…

Video dell'incontro con la storica inviata RAI Tiziana Ferrario e Marta Cuscunà - Festival delle Resistenze di Trento

VIDEO del Festival delle resistenze contemporanee / 1a giornata TRENTO14 settembre 2018
ORE 21.00 | Piazza Cesare Battisti
DONNE RESISTENTI
Il femminismo tra storia, giornalismo e teatro.
Tiziana Ferrario, storica inviata della RAI, nel suo ultimo libro Orgoglio e pregiudizi. Il risveglio delle donne ai tempi di Trump ha posto al centro dell'attenzione donne che sono tornate ad alzare la voce, chiedendo stesse opportunità di carriera, stessi salari e diritti.
Marta Cuscunà è una giovane attrice friulana. Ha ricevuto diversi riconoscimenti per i suoi lavori legati alla dimensione femminile con un'attenzione particolare alla ricerca storica, come nel caso di È bello vivere liberi!, ispirato alla biografia di Ondina Peteani, prima staffetta partigiana d'Italia.
Una serata dedicata alle donne, attraverso un dialogo tra due punti di vista diversi ma allo stesso tempo complementari, per "fare memoria" e riflettere sulla società di oggi.
A guidare l'incontro Marika Damaggi…

La verità - poesia di Francesco Lena

Poesia La verità La verità è un grande valore umano, se accompagnata con umiltà, rende le persone più umane, forti, dona armonia e serenità. La verità è luce, dona un futuro sicuro e pieno di belle novità, illumina il nostro cammino nella vita, ci da più sicurezza e stabilità. In questa epoca che circolano tante falsità, fa riscoprire la bellezza della verità, amarla e praticarla rende le persone limpide, più coraggiose nella responsabilità. Il grande vantaggio che ci da la verità, rende il nostro comportamento trasparente e sano, se accompagnata con il valore dell’onestà, è ancora migliore, dona speranza e porta lontano. Amare la verità, ci dona fiducia, tranquillità, ci rende più sereni e sicuri, ci da la forza di contribuire alla costruzione di una società più giusta, aperta, ospitale e senza muri. Lasciamo fiorire la verità, nelle nostre case, nelle nostre menti e nelle nostre azioni di ogni giornata, ci farà stare bene e ritrovare la gioia e la semplicità. C’è bisogno i coltivar…

Tiziana Ferrario storica inviata RAI incontra a Trento l'attrice Marta Cuscunà nel quadro di RESISTENZE FEMMINILI, partendo da Ondina Peteani

https://www.crushsite.it/it/incontri/resistenze.html venerdì 14 settembre 2018 ORE 21.00 | Piazza Cesare Battisti TRENTO
Ondina Peteani - prima staffetta partigiana d'Italia - Deportata Auschwitz 81672
DONNE RESISTENTI
Il femminismo tra storia, giornalismo e teatro.
Tiziana Ferrario, storica inviata della RAI, nel suo ultimo libro Orgoglio e pregiudizi. Il risveglio delle donne ai tempi di Trump ha posto al centro dell'attenzione donne che sono tornate ad alzare la voce, chiedendo stesse opportunità di carriera, stessi salari e diritti.
Marta Cuscunà è una giovane attrice friulana. Ha ricevuto diversi riconoscimenti per i suoi lavori legati alla dimensione femminile con un'attenzione particolare alla ricerca storica, come nel caso di È bello  vivere liberi!, ispirato alla biografia di Ondina Peteani, prima staffetta partigiana d'Italia.
Una serata dedicata alle donne, attraverso un dialogo tra due punti di vista diversi ma allo stesso tempo complementari, per "far…