Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da marzo 7, 2017

Il male della scuola? L’assenza della cultura dell’organizzazione - di Enrico Maranzana

La ministra Fedeli ritiene che la continuità didattica facilitata dalla legge 107/2015 sia la via maestra per il miglioramento del servizio scolastico. Un assunto condiviso dai politici e dai mezzi di comunicazione.
Un inequivocabile sintomo di una stantia concezione dell’istituzione scolastica. La barra del timone della gestione, per la dinamicità e la complessità del mondo contemporaneo e l’imprevedibile evoluzione del sapere, punta verso la crescita delle qualità individuali degli studenti: dovranno essere in grado d’interagire con l’ignoto. Ecco perché l’attuale finalità del sistema é lo sviluppo di capacità e di competenze: la conoscenza non è più la sua finalità, é il mezzo per la loro promozione.
La nuova finalizzazione ha fatto esplodere la dimensione del problema scolastico: ·La conoscenza e i libri di testo, circoscrivendo l’ambito d’intervento, fornivano certezze e sicurezza, definivano l’output di sistema, specificavano la responsabilità dei singoli insegnanti; ·La progettazi…