Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da dicembre 20, 2015

Laboratorio: un’occasione educativa da difendere - di Enrico Maranzana

Il significato delle parole è contestuale. La valenza educativa del laboratorio varia al variare del campo di definizione che è delimitato dalla legge 107/15 [Sistema Nazionale di Istruzione e di Formazione] e, dall’altro lato, dalla legge 53/2003 [Sistema Educativo di Istruzione e di formazione]. Alla varietà di tonalità di grigio, che intercorrono tra il bianco e il nero, corrisponde una varietà di laboratori.
Le due estremità veicolano finalità differenti: 1.il conosciuto/l’adeguamento dello studente all’ambiente socio-culturale contemporaneo; 2.la promozione di capacità/l’uso strumentale della conoscenza per innescare itinerari di ricerca.
Le scuole che hanno “curato laprogrammazione dell’azione educativa” [lettera a), comma 2, art 7 del TU 297/94] e hanno raffinato quanto previsto dal comma a) dell’art. 2 della legge 53/2003, hanno identificato le capacità cui far convergere gli insegnamenti: analizzare, applicare, argomentare/giustificare, comunicare, comprendere, decidere/sceglie…