Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da dicembre 11, 2015

Padre Brown cover Renato Rascel

Padre
Brown (Renato Rascel

RE                  SOL     RE Ho la sottana celebre,

    SOL  RE  SOL
SIm MIm LA e sono un prete celibe

SOL          
LA           RE  SIm che si interessa al crimine


LA     SOL solo per salvar l'anima ah ah ah ah           RE  
LA       RE         LA (plettrate) d'un povero ladro.

RE

Il vero crimine è il pessimismo

                                       LA di chi non crede nella vita.

SOL                  
RE Si sbaglia per sfiducia,

SOL                   RE si sbaglia per pigrizia,

SOL                  
RE         (SOL) RE  LA RE si sbaglia per rancore o per invidia.

           SOL Rit.: Giusto, padre Brown! RE Giusto, padre Brown! LA                                           
SOL (LA) RE Ma la vita è molto spesso faticosa

SOL Dicci, padre Brown RE Dicci, padre Brown LA                                         SOL
(LA) SOL RE Dicci, padre Brown, che cos'è la vita.

LA7

Spesso ruba la gente

perché non ha niente,

così crede la gente

d'esser più p…

Due pastori amici traduzione musicale della prima ecloga di Virgilio di...

Due pastori amici (musica di Luigi
Gaudio)
MELIBEO: O Titiro, tu riposando all'ombra di quel frondoso faggio vai
studiando un boscaiolo canto sul tuo flauto; abbandoniamo le dolci campagne e il suolo della patria, che
fuggiamo; tu, o Titiro, calmissimo nell'ombra, fai risuonare nelle selve ombrose con la sua eco il nome di Amarilli.
MELIBEO: Un gran
rumor
rimbomba per i campi da ogni parte e anche io stesso,
affranto, le capre spingo innanzi al mio
cammino; con sforzo questa, o Titiro, trascino: Se avessimo pensato saggiamente l'avevan già predetto questo male le querce che dal ciel furon
schiacciate. Ricordo ben, non v'è da dubitare. TITIRO: La libertà lo sguardo mi ha rivolto benigno, benché tardi sia arrivata,
quand' ero ormai canuto ed
invecchiato dopo sì lungo tempo guardò e venne dopo
che Galatea mi ha abbandonato e
la bella Amarilli mi ha sposato. Infatti, finché Galatea mi tenne, di
libertà speranza non mi venne,
MELIBEO:
Ahi,
un giorno, dopo innumerevol tempo s…

Il re dei ladri - Racconti di Padre Brown

Lo sceneggiatore questa volta ha operato in modo molto libero, mescolando la storia di due racconti originari di Chesterton, di cui uno era Le stelle volanti. Nell'originale era questo, e non la Croce azzurra, il racconto dell'ultimo furto di Flambeau, come spiego qui sotto:


Gilbert Keith Chesterton Racconti di Padre Brown Le stelle volanti 
Riassunto

Fu l’ultimo furto di Flambeau, diventato in seguito (da antagonista qual era) aiutante di Padre Brown (una sorta di investigatore  privato). Si svolse durante un festino di Natale, nella villa del colonnello Adams. Erano presenti: Sir Leopold e sua figlia Ruby, innamorata di James Crook, un socialista che predicava il furto ai ricchi per dare ai poveri, il grosso e rumoroso James Blount, cognato del colonnello, oltre, ovviamente, a Padre Brown. Il canadese Blount propone una pantomima con due maschere. Lui farà Arlecchino e aspetterà l’arrivo di un famoso attore, Florian, che gli ha promesso che si travestirà da poliziotto per l’occa…