Passa ai contenuti principali

Riassunto de "Il ritratto di Dorian Gray" di Oscar Wilde - di Valentina Riccio 2^G

Il romanzo inizia nello studio del pittore Basil Hallward a Londra, in cui lui e il suo amico Lord Enry Wotton stanno parlando. I due stanno ammirando una delle opere del pittore: un ritratto che rappresenta un giovane di nome Dorian Gray. Basil spiega a Henry che lui è molto attratto dal ragazzo in questione per il suo fascino e la sua particolare bellezza, tanto da farsi influenzare artisticamente. Henry afferma che Basil dovrebbe esporre tale ritratto, poiché lo porterebbe ad essere molto famoso e ampliare la sua carriera artistica, ma il pittore si oppone sostenendo che in quel ritratto, come altri dipinti in cui era presente Dorian Gray quando dipingeva, rispecchia troppo il suo essere. Lord Wotton, da amante della bellezza e per la sua curiosità insiste per conoscere Dorian Gray, che arriva poco dopo a casa di Basil. Tra Lord Wotton e Dorian Gray si insinua fin da subito un'affinità dovuta al saper parlare di Henry, mostrando a Dorian il valore della bellezza, suscitando diverse emozioni in lui. L'avvenimento focale del romanzo, da cui inizierà un lungo percorso, avviene proprio ora, poco dopo che Basil finì il ritratto, quando Dorian, ricordandosi delle parole di Henry sulla giovinezza, la quale sarebbe scomparsa velocemente negli anni, maledì la sua anima pur di restare sempre giovane, e fare invecchiare il dipinto al posto suo.
Nel frattempo Dorian inizia a frequentare Henry, e allo stesso tempo inizia a distaccarsi da Basil. Dopo qualche tempo Dorian confessa di essersi innamorato di una giovane attrice, e convince i suoi amici di andarla a vedere, dopo essersi dichiarato a lei. La ragazza, racconta tutto alla madre e al fratello, il quale ha un brutto presentimento e avvisa la sorella di essere cauta. La sera dell' incontro tra Dorian e i suoi amici, la ragazza iniziò a recitare molto male, pensando di dover abbandonare il teatro, suo unico impegno nella sua vita, per sposarsi e vivere la sua nuova realtà con Dorian, il quale al contrario, a sentire le parole di Sibil, non prova più alcun sentimento per lei, diventando freddo e andando via mentre lei piangeva.
Tornato a casa scopre che il dipinto è mutato, e si accorge che il suo desiderio è stato avverato. Spaventato da ciò, cambiò idea su Sibil e decise che la sua vita sarebbe stata pura al suo fianco, pensando di chiederle perdono. Il giorno seguente si alzò molto tranquillo, sfogliò alcuni biglietti da visita e delle lettere tra cui una di Lord Wotton che mise da parte e più tardi scrisse una lettera d'amore a Sibil porgendole le sue scuse. Nel pomeriggio Henry andò a fargli visita e facendogli condoglianze per quello che aveva scritto nella lettera, dopo alcuni fraintendimenti Dorian, sconvolto, capì che Sibil era morta, probabilmente suicidata, ma il panico non durò molto, poiché le parole di Henry lo convinsero a dimenticare velocemente l' accaduto.
Il mattino seguente Basil andò a trovare Dorian credendo che fosse distrutto. Per la sua indifferenza Basil lo rimprovera, ma poco dopo sviarono il discorso sul quadro, coperto da un paravento dalla serata del teatro.
Dopo ciò Dorian decise di nascondere in un posto sicuro il dipinto, cioè in una vecchia stanza protetta da una serratura.
Poco dopo Henry gli porta un libro, che narra la storia di un giovane che cerca di avere tutte le esperienze possibili, soprattutto quelle che non appartengono al suo secolo, dal quale libro Dorian resta molto colpito.
Visse per molti anni sotto l'influenza di questo libro, facendo ogni genere di esperienze, collezionando vari oggetti. Nel frattempo nella città si iniziò a vociferare sul suo conto e sul fatto che il suo meraviglioso aspetto rimanga intatto.
Quando Dorian compì 38 anni rincontrò Basil, intento a partire per Parigi, ma Lui lo invitò a casa sua e iniziarono a chiacchierare. Basil afferma che lui non può aver fatto tutto ciò che gli altri vociferano su di lui e Dorian infastidito gli fa vedere il dipinto, e Basil rimase inorridito alla vista del volto ripugnante, dicendo che è ancora in tempo per purificare la sua anima, ma preso dall'odio Dorian lo uccise con un coltello. Successivamente ordinò a un suo amico chimico,Alan Campbell, che gli doveva dei favori, di far sparire con un esperimento il corpo, e così fece.
Dopo un po' di tempo fu preso da vari attacchi di panico, dovuti dall'incontro con il fratello di Sibil, che iniziò a perseguitarlo, finché non fu trovato il cadavere morto in un bosco. Ad un certo punto vuole iniziare a sentirsi davvero buono poichè rifiutò una ragazza di cui era innamorato, Hetty, per farle mantenere intatta la sua purezza, Ma l'amico Henry Wotton lo dissuade parlandogli del fatto che un anima corrotta non può cambiare mai e ogni suo tentativo sarebbe stato inutile, e ciò lo manda in crisi, pensò a molte soluzioni, come ad esempio confessare i suoi peccati o raccontarli a qualcuno, quando improvvisamente prese il coltello con cui uccise Basil, e colpì la tela. Così fatto accadde una cosa incredibile: Dorian stesso cadde a terra mentre il dipinto riacquistò l'aspetto giovane e puro che aveva all'inizio. I servitori di Dorian trovarono quindi un uomo, vecchio e ripugnante, trafitto da un coltello, ma solo successivamente riconobbero Dorian grazie agli anelli che indossava.
Valentina Riccio 2^G

Commenti

Post popolari in questo blog

Un quiz al giorno per il Concorso Dirigenti Scolastici 2015

Da oggi fino alla prova preselettiva sulla seguente pagina facebook un quiz al giorno per il Concorso Dirigenti Scolastici 2015 (bando previsto entro fine marzo, secondo il decreto Milleproroghe), ogni giorno alle ore 9.  La soluzione verrà pubblicata almeno un giorno dopo. https://www.facebook.com/nuovoconcorsodirigentiscolastici

Elogio di Galileo dall' Adone di Marino - di Carlo Zacco

Marino - Adone Canto X - ottave 42-37 Elogio di Galileo
42 Tempo verrà che senza impedimento queste sue note ancor fien note e chiare, mercé d'un ammirabile stromento per cui ciò ch'è lontan vicino appare e, con un occhio chiuso e l'altro intento specolando ciascun l'orbe lunare, scorciar potrà lunghissimi intervalli per un picciol cannone e duo cristalli. - Impedimento: ostacolo;  - note: caratteristiche;   note: conosciute e comprensibili: paronomasia;    mercé: grazie a;    - intento: attento;  - specolando: osservando;  - scorciar: abbreviare; 43 Del telescopio, a questa etate ignoto, per te fia, Galileo, l'opra composta, l'opra ch'al senso altrui, benché remoto, fatto molto maggior l'oggetto accosta. Tu, solo osservator d'ogni suo moto e di qualunque ha in lei parte nascosta, potrai, senza che vel nulla ne chiuda, novello Endimion, mirarla ignuda. - per te: per opera tua;  - fia l’opra comp…

Sciatteria nelle nomine delle commissioni esami di stato - di Paolo Marsich

Per dare un’idea della serietà con cui i burocrati del Ministero dell’Istruzione gestiscono l’Esame di Stato (ex Maturità), basterebbe considerare questi esempi di come sono state composte le commissioni: a esaminare in Storia studenti di indirizzi liceali e tecnici in cui la materia viene insegnata dal docente di Italiano (classe di concorso A050), sono stati mandati docenti di Italiano e Latino (classe A051) che, per quanto in possesso di abilitazione anche all’insegnamento di Storia, ottenuta magari trent’anni fa, Storia al triennio non l’hanno mai insegnata; viceversa a esaminare in Italiano e Latino studenti del Liceo Scientifico sono stati mandati insegnanti privi di abilitazione in Latino (classe A050). E ancora, a esaminare in Letteratura italiana studenti dei licei classici sono stati mandati insegnanti di Greco e Latino (classe A052) che, per quanto in possesso di abilitazione anche in Italiano, ottenuta anche questa magari trent’anni fa, Letteratura italiana al triennio no…