Passa ai contenuti principali

"Stanotte il cielo ci appartiene" di Adriana Popescu - recensione di Valentina Illengo

TITOLO DEL LIBRO: Stanotte il cielo ci appartiene  
AUTORE: Adriana Popescu  
CASA EDITRICE: Giunti
GENERE: Romanzo

Layla è una ragazza che vive a Stoccarda con il fidanzato ormai da un paio d’anni, come lavoro fa la fotografa di eventi, anche se il suo sogno nel cassetto è andare in giro per il mondo per immortale immagini uniche. Durante uno di questi eventi, fotografa un ragazzo nel momento in cui viene colpito da una gomitata, lei lo disinfetta e poi sparisce. I due poi si rincontrano un paio di giorni dopo e cominciano a frequentarsi e scriversi su facebook, ma solo come amici. D’altra parte Layla è fidanzata e convive con Oliver da 5 anni mentre, Tristian da quello che ha scoperto Layla tramite facebook ha una relazione a distanza con una ragazza.
Layla non è molto soddisfatta del suo lavoro ma non ha il coraggio di ammetterlo con nessuno. Anche la sua storia con Oliver non sta andando molto bene, col fatto che vivono insieme il loro rapporto è diventato un po’ monotono, parlano pochissimo e non si vedono quasi mai. Entrambi sono concentrati sulle loro carriere soprattutto Oliver che durante la settimana è spesso via. Cosi a Layla cominciano a venire i primi dubbi sulla sua storia con Oliver, non si sente più apprezzata e desiderata, in fondo lei ha in testa solo Tristian. Si vedono sempre più spesso, lui è un ragazzo sensibile dolce che riesce a capirla e farle passare momenti indimenticabili, come la notte passata a guardare le stelle dal suo furgoncino. Layla non sa più cosa vuole, non vuole innamorarsi di Tristian ma forse è troppo tardi. Cosi decide di andargli a parlare e mettere le cose in chiaro. Dopo aver parlato Layla lo lascia andare ma ci sta male, anche se si autoconvince di aver fatto la cosa giusta. Layla e Oliver decidono di passare una settimana al lago, i primi giorni va tutto benissimo ma quando un loro amico li invita ad un suo concerto Oliver preferisce uscire a cena con un suo collega e Layla si sente sempre più sola. Tornati a Stoccarda ricomincia la vita di sempre e anche il loro rapporto sempre più monotono. Layla viene invitata ad un altro concerto e proprio lì rincontra Tristian, qui hanno una piccola discussione ma tutto si risolve nel giro di pochi giorni anche grazie a un amico di Tristian. Oliver come succede spesso parte per il weekend; così Layla decide di passare il weekend con la sua migliore amica ma le arriva un messaggio dall’amico di Tristian dove c’è scritto che Tristian sta male se per favore può andare a casa sua. Layla esita un po’ ma poi accetta. Una volta a casa sua comincia a chiedersi come mai non c’è Helen la sua fidanzata e scopre che Helen è defunta qualche anno fa. Layla non sa più cosa fare si sente in colpa e decide di andarsene. Layla decide di parlare con Oliver così vanno cenare in un ristorante famoso di Stoccarda e decidono di concludere la loro storia. Oliver rimane a vivere nella loro casa mentre Layla si trasferisce nel suo studio, e decide di non dirlo a nessuno neanche alla sua migliore amica. Qualche giorno dopo Layla va a un evento e cerca di dire a Beccie la verità ma la musica è troppo assordante decide di rimandare la discussione a dopo la festa. Alla festa incontra Tristian e per la prima volta si baciano. Ormai non deve neanche più spiegare a Beccie la verità, Beccie è furiosa, non vuole ascoltare le spiegazioni di Layla e torna a casa. Layla rientra e cerca Tristian, ma non riesce a trovarlo cosi decide di tornare a “casa” e dopo aver ricevuto l’email nella quale le veniva comunicato  che le sue foto sarebbero state pubblicate decide di prenotare un viaggio in giro per il mondo e di realizzare finalmente il suo sogno. Poco dopo vede una stella cadente e subito dopo un’altra e così via……. Si rende conte che non sono vere cosi si affaccia e vede Trstian e decide di farlo salire nel suo studio. Passano una notte indimenticabile fanno l’amore, ma l’indomani mattina Layla parte. In aeroporto viene raggiunta da Beccie chiariscono e nonostante l’ amore per Tristian prosegue a realizzare il suo sogno.

Commenti

Post popolari in questo blog

Un quiz al giorno per il Concorso Dirigenti Scolastici 2015

Da oggi fino alla prova preselettiva sulla seguente pagina facebook un quiz al giorno per il Concorso Dirigenti Scolastici 2015 (bando previsto entro fine marzo, secondo il decreto Milleproroghe), ogni giorno alle ore 9.  La soluzione verrà pubblicata almeno un giorno dopo. https://www.facebook.com/nuovoconcorsodirigentiscolastici

Elogio di Galileo dall' Adone di Marino - di Carlo Zacco

Marino - Adone Canto X - ottave 42-37 Elogio di Galileo
42 Tempo verrà che senza impedimento queste sue note ancor fien note e chiare, mercé d'un ammirabile stromento per cui ciò ch'è lontan vicino appare e, con un occhio chiuso e l'altro intento specolando ciascun l'orbe lunare, scorciar potrà lunghissimi intervalli per un picciol cannone e duo cristalli. - Impedimento: ostacolo;  - note: caratteristiche;   note: conosciute e comprensibili: paronomasia;    mercé: grazie a;    - intento: attento;  - specolando: osservando;  - scorciar: abbreviare; 43 Del telescopio, a questa etate ignoto, per te fia, Galileo, l'opra composta, l'opra ch'al senso altrui, benché remoto, fatto molto maggior l'oggetto accosta. Tu, solo osservator d'ogni suo moto e di qualunque ha in lei parte nascosta, potrai, senza che vel nulla ne chiuda, novello Endimion, mirarla ignuda. - per te: per opera tua;  - fia l’opra comp…

Sciatteria nelle nomine delle commissioni esami di stato - di Paolo Marsich

Per dare un’idea della serietà con cui i burocrati del Ministero dell’Istruzione gestiscono l’Esame di Stato (ex Maturità), basterebbe considerare questi esempi di come sono state composte le commissioni: a esaminare in Storia studenti di indirizzi liceali e tecnici in cui la materia viene insegnata dal docente di Italiano (classe di concorso A050), sono stati mandati docenti di Italiano e Latino (classe A051) che, per quanto in possesso di abilitazione anche all’insegnamento di Storia, ottenuta magari trent’anni fa, Storia al triennio non l’hanno mai insegnata; viceversa a esaminare in Italiano e Latino studenti del Liceo Scientifico sono stati mandati insegnanti privi di abilitazione in Latino (classe A050). E ancora, a esaminare in Letteratura italiana studenti dei licei classici sono stati mandati insegnanti di Greco e Latino (classe A052) che, per quanto in possesso di abilitazione anche in Italiano, ottenuta anche questa magari trent’anni fa, Letteratura italiana al triennio no…