Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2014

Consigli sul bullismo

(DIRE - Notiziario Minori) Roma. - "Non reagire al bullismo con atti di bullismo, ma essere positivi. 'Don't be a bulli, be a star'". Lo dicono a voce alta la superstar Cesaro e la diva Alicia Fox della WWE, insieme a Stephanie McMahon, chief brand officer della società di intrattenimento, parlando agli studenti dell'Istituto comprensivo di Via Carotenuto (Plesso Via Scartazzini) nell'ambito della campagna 'Be a STAR'.

Avrà successo l’impresa del ministro S. Giannini? - di Enrico Maranzana

Il ministro Giannini ha annunciato che per fine luglio presenterà “una proposta precisa che riguarda i seguenti punti: autonomia e governance degli istituti, valutazione degli insegnanti e premialità, valutazione dei dirigenti scolastici”.
Quattro nodi da sciogliere, in sequenza. Quattro raffinamenti dello stesso problema. Quattro urgenze da affrontare e risolvere, per approssimazioni successive.

La schiavitù della droga - di Laura Alberico

Ci sono catene invisibili che frantumano affetti e legami, giovani fragili che perdono in un solo momento i riferimenti sicuri di una vita normale in cui è possibile riconoscersi ed accogliere gioie e piccole sconfitte della quotidianità.

Libertà di religione per Meriam Yahia Ibrahim Ishag, accusata di apostasia, e per tutti i cristiani del Sudan

Ti invito a partecipare alla seguente petizione di CitizenGO (http://www.citizengo.org/it/7352-liberate-meriam-meriamdevevivere), dedicata al caso di Meriam Yahia Ibrahim Ishag. Meriam è una donna sudanese di 27 anni con un bimbo di 20 mesi e che a breve partorirà il suo secondo figlio. Dopo la denuncia di un fratello, negli scorsi mesi, la donna è stata formalmente accusata di apostasia e adulterio.

La libertà delle parole - di Laura Alberico

“ La filosofia non serve a nulla, dirai, ma sappi che proprio perché priva del legame di schiavitù è il sapere più nobile” ( Aristotele)
Partendo da questo inciso mi soffermo sul libro di Andrea Bajani  : “La scuola non serve a niente”.

Ora tutti parlano di Cesano Boscone

Ora tutti parlano di Cesano Boscone. Non mi interessa il motivo per cui lo fanno, ma io amo il paese in cui vivo da trent’anni, e mi fa piacere che tutti conoscano quella bellissima opera, chiamata Sacra Famiglia, messa in piedi dal parroco del paese, mons. Pogliani, per accogliere quelli fra noi meno fortunati, testimonianza di un’attenzione ai bisognosi che ha caratterizzato la chiesa da sempre.

Papa Francesco ama la scuola - di Enrico Maranzana

“Io amo la scuola, io l’ho amata da alunno, da studente e da insegnante. E poi da Vescovo”, ha detto Papa Francesco. L’espressione dell’amore per la scuola è la professionalità.  “ E poi amo la scuola perché ci educa al vero, al bene e al bello”,  ha continuato il santo padre.

Il Papa ha incontrato la scuola il 10 maggio 2014

Di fronte a un evento come quello del 10 maggio, quando 300.000 studenti, insegnanti, genitori, dirigenti, ecc... si sono incontrati avendo come tema centrale la scuola e il suo futuro, come è possibile far prevalere ancora i preconcetti, i pregiudizi, le solite beghe ideologiche che hanno un brutto sapore di qualche decennio fa?
Che bello invece vedere insieme studenti delle scuole statali e non statali, disabili e stranieri, protagonisti di una avventura straordinaria, che è quella della conoscenza.
Che bello vedere finalmente un ministro che, pur laicamente, riconosce lo straordinario contributo della Chiesa italiana alla scuola di tutti.
Che bello vedere un Papa che ricorda il motto di Don Milani. "We care", perché a noi davvero interessa l'umano che cresce e il bene dei nostri ragazzi.