Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2014

Il giorno dei papi - di Laura Alberico

Il potere temporale si è manifestato a tutti concentrando in un solo giorno un evento indimenticabile. I papi viventi e quelli da santificare imprimono il loro sigillo spirituale ed umano alla città eterna che è diventata un polo universale di aggregazione del mondo intero. Il passato e' ormai un arco temporale dimenticato, le luci e le ombre che hanno segnato le vicissitudini del potere della chiesa sono diventate le tracce di un percorso secolare chiuso e relegato soltanto alla storia delle date, quella che nei libri conserva ancora la polvere della dimenticanza.

Il realismo magico di Marquez - di Laura Alberico

Non mancavano tanti  ai cento, gli anni che hanno reso famoso G. Garcia Marquez, ma come racconta il suo libro il tempo è ciclico e si rinnova negli uomini plasmando gli avvenimenti e le storie come creazioni di idee e di pensieri, legami e sentimenti, trame di un tessuto sempre vivo e immortale. Realtà e fantasia non sono poi così distanti se la forza delle parole riesce ad evocare ricordi passati in un ritmo al quale la magia ha conferito il senso e il significato della universalità.

Il piacere di comunicare - di Rory Previti

Chi non ha mai fatto l’occhiolino, chi non ha mai gesticolato, chi non ha fatto più volte un gesto d’intesa? Chi non parla, chi non scrive,chi non usa i media per comunicare? La comunicazione è fondamentale per darci un’identità, per rassicurarci sul fatto che esistiamo, che siamo tenuti in considerazione, che non siamo né isolati né invisibili.

Milano: genitori, insegnanti e dirigenti a confronto sull’emergenza educativa - AGESC Milano

Martedì 15 aprile 2014, alle ore 20,30, presso l’Istituto Marcelline in Via Quadronno 15 a Milano, si svolgerà un incontro promosso dalle Associazioni di genitori nella scuola AGE, AGeSC e FAES rivolto a genitori, insegnanti e dirigenti milanesi per confrontarsi insieme sul tema: “Nuove emergenze educative: scuola e famiglia alleate di fronte alla sfida?”.

La morte in gioco - di Laura Alberico

Quando accadono fatti di cronaca come quelli che abbiamo ascoltato in questi giorni gli interrogativi che ci poniamo sono tanti. Viviamo in una società complessa, sempre di fronte al bivio tra cosa e' lecito e cosa invece è ancora velato da divieti e moralismi, autorità o autorevolezza degli adulti che cercano di trasmettere ancora il senso del dovere e dell'equilibrio nelle scelte.

Ci vorrebbe un'informazione educata e sincera - di Francesco Lena

Un invito a tutti i responsabili e operatori, dei mezzi d'informazione, giornali, TV, radio, internet, telefonini, in occasione della campagna elettorale per le europee, di fare un’informazione, educata, corretta, obiettiva, sincera, onesta, trasparente e bella. Magari vivace, ma evitare di fare disinformazione, di notizie distorte o false, evitare di spargere veleni, che non fanno proprio bene a nessuno.

Il grande fratello - di Laura Alberico

Ci sono abitudini dure a morire, effetti speciali che impoveriscono le idee e lievitano forme di individualismo pericolose soprattutto per i giovani. Molti anni fa si era diversi anche se " vestivamo alla marinara", fotografie in bianco e nero di bambini con grembiuli immacolati ed enormi fiocchi bianchi, odori e colori si amalgamavano sui libri di testo e l'inchiostro aveva un unico colore, quello che rendeva le parole uniche, significati e segni di un tempo reale e immaginario.