Passa ai contenuti principali

Insieme per liberare dalla schiavitù della prostituzione - di CitizenGO

«Nessuna donna nasce prostituta: c'è sempre qualcuno che la fa diventare» (don Oreste Benzi)Sottoscrivi questa petizione (http://www.citizengo.org/it/5391-insieme-liberare-dalla-schiavitu-della-prostituzione), creata su CitizenGO dall'Associazione Comunità Giovanni XXIII e riguardante il grave problema della schiavitù sessuale a cui sono sottoposte ogni anno migliaia di donne in tutta Italia.
Molte persone, quando pensano alla prostituzione, sono portate a considerare questo fenomeno in modo permissivo, immaginando la donna coinvolta e il cliente come attori liberi di scegliere di se stessi. Al contrario, tu ed io sappiamo che, nella stragrande maggioranza dei casi, questa rappresentazione è falsa: le prostitute sono costrette a vendere il loro corpo in base a minacce e ricatti, devono subire umiliazioni fisiche e morali, sono oggetto di violenza carnale in ogni singolo rapporto che sono costrette a intrattenere. 
Come tutti sanno, spesso le donne obbligate a vendersi sui nostri marciapiedi vengono fatte arrivare in Italia con la promessa di un lavoro e il miraggio di una vita migliore, per poi essere ridotte in stato di schiavitù. Le donne costrette a prostituirsi vengono private della loro dignità di esseri umani (secondo tutte le principali Carte dei diritti riconosciute a livello internazionale) e sono ridotte a oggetti di piacere e a merce di scambio tra i clienti e i loro sfruttatori.
L'Associazione Comunità Giovanni XXIII è impegnata dalla sua fondazione, tra le altre cose, nel combattere lo sfruttamento e la mercificazione del corpo femminile. Quest'anno, in occasione della Via Crucis di solidarietà e preghiera "Per le donne crocifisse” (che si terrà venerdì 21 marzo alle ore 19.30 in Piazza Santi Apostoli a Roma), l'associazione ha deciso di lanciare anche questa petizione (http://www.citizengo.org/it/5391-insieme-liberare-dalla-schiavitu-della-prostituzione), per chiedere al governo italiano un'azione concreta e tangibile contro tutte le forme di sfruttamento sessuale.
In particolare, per ogni persona che firmerà la petizione, il nostro sistema invierà un messaggio al Presidente del Consiglio Matteo Renzi, chiedendogli di recepire le due direttive europee già esistenti in materia di misure anti-tratta (la Direttiva europea n.36 del 2011 e la Risoluzione "Honeyball" del Parlamento Europeo su "sfruttamento sessuale e prostituzione e sulle loro conseguenze per la parità di genere”, del 26.02.14): come avviene già con successo in Paesi come Islanda, Svezia e Norvegia, solo perseguendo con più severità chi acquista servizi sessuali è possibile combattere efficacemente la mercificazione della vita umana e la degradazione che ne consegue.

Commenti

Post popolari in questo blog

Un quiz al giorno per il Concorso Dirigenti Scolastici 2015

Da oggi fino alla prova preselettiva sulla seguente pagina facebook un quiz al giorno per il Concorso Dirigenti Scolastici 2015 (bando previsto entro fine marzo, secondo il decreto Milleproroghe), ogni giorno alle ore 9.  La soluzione verrà pubblicata almeno un giorno dopo. https://www.facebook.com/nuovoconcorsodirigentiscolastici

Elogio di Galileo dall' Adone di Marino - di Carlo Zacco

Marino - Adone Canto X - ottave 42-37 Elogio di Galileo
42 Tempo verrà che senza impedimento queste sue note ancor fien note e chiare, mercé d'un ammirabile stromento per cui ciò ch'è lontan vicino appare e, con un occhio chiuso e l'altro intento specolando ciascun l'orbe lunare, scorciar potrà lunghissimi intervalli per un picciol cannone e duo cristalli. - Impedimento: ostacolo;  - note: caratteristiche;   note: conosciute e comprensibili: paronomasia;    mercé: grazie a;    - intento: attento;  - specolando: osservando;  - scorciar: abbreviare; 43 Del telescopio, a questa etate ignoto, per te fia, Galileo, l'opra composta, l'opra ch'al senso altrui, benché remoto, fatto molto maggior l'oggetto accosta. Tu, solo osservator d'ogni suo moto e di qualunque ha in lei parte nascosta, potrai, senza che vel nulla ne chiuda, novello Endimion, mirarla ignuda. - per te: per opera tua;  - fia l’opra comp…

Sciatteria nelle nomine delle commissioni esami di stato - di Paolo Marsich

Per dare un’idea della serietà con cui i burocrati del Ministero dell’Istruzione gestiscono l’Esame di Stato (ex Maturità), basterebbe considerare questi esempi di come sono state composte le commissioni: a esaminare in Storia studenti di indirizzi liceali e tecnici in cui la materia viene insegnata dal docente di Italiano (classe di concorso A050), sono stati mandati docenti di Italiano e Latino (classe A051) che, per quanto in possesso di abilitazione anche all’insegnamento di Storia, ottenuta magari trent’anni fa, Storia al triennio non l’hanno mai insegnata; viceversa a esaminare in Italiano e Latino studenti del Liceo Scientifico sono stati mandati insegnanti privi di abilitazione in Latino (classe A050). E ancora, a esaminare in Letteratura italiana studenti dei licei classici sono stati mandati insegnanti di Greco e Latino (classe A052) che, per quanto in possesso di abilitazione anche in Italiano, ottenuta anche questa magari trent’anni fa, Letteratura italiana al triennio no…