Passa ai contenuti principali

Educare contro gli stereotipi di genere sin dai banchi di scuola

In occasione del 25 novembre, Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, esce il libro per ragazzi “Di pari passo”
Educare è meglio che reprimere, anche in materia di violenza contro le donne. Benché l'Italia risulti drammaticamente distante dagli obiettivi di educazione paritaria che le organizzazioni internazionali ci chiedono, il recente dibattito intorno all'approvazione del disegno di legge anti femminicidio ha riportato l'attenzione sulla necessità di eliminare gli ostacoli culturali e il pensiero discriminatorio che, di fatto, legittimano la prevaricazione e la violenza.
Con questo spirito, il 25 novembre, nella Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, esce “Di pari passo. Percorso educativo contro la violenza di genere per le scuole secondarie di primo grado”. Uno strumento nuovo e prezioso per insegnanti, educatori, formatori, genitori e chiunque lavori a contatto con adolescenti e preadolescenti che riconosce alla scuola un ruolo di primo piano nella formazione di una società che superi quei modelli omologanti che sono terreno fertile per bullismo e violenza di genere .
“Di pari passo” nasce dall'esperienza di Nadia Muscialini, direttrice del centro antiviolenza Soccorso Rosa di Milano, impegnata in un importante percorso educativo contro la violenza di genere nelle scuole medie inferiori, e di Terre des Hommes, organizzazione internazionale in difesa delle bambine di tutto il mondo, che ha sostenuto e patrocinato il progetto di Soccorso Rosa collocandolo nell'ambito della sua campagna internazionale Indifesa. Si è aggiunta in seguito l'importante collaborazione con l'associazione Fare per bene onlus anch'essa impegnata nella divulgazione scolastica.
I diritti del libro verranno devoluti a Soccorso Rosa per il sostegno ai corsi nelle scuole contro la violenza di genere.
Il libro è rivolto ai ragazzi delle scuole medie inferiori.
Secondo gli esperti, dai 10/11 anni l'immaginario dei ragazzi è già influenzato dagli stereotipi di genere che riguardano i rapporti tra uomini e donne ma non è ancora radicato. Il percorso proposto da Nadia Muscialini e Terre des Hommes si propone di decostruire l'immaginario discriminante e proporre nuovi modelli di relazioni basati su collaborazione e rispetto tra i generi. Il libro, strutturato in 5 capitoli, si articola secondo un percorso completo e stimolante: fornisce proposte, attività di gruppo, esercizi, immagini da svolgere e realizzare con classi e gruppi di ragazzi.
Diritti umani, dignità, rispetto e libertà sono i primi argomenti del libro, affrontati attraverso esercizi e simulazioni da svolgere in classe. I temi del conflitto e della sua risoluzione sono al centro del secondo capitolo e vengono analizzati attraverso le varie forme di gestione: mediazione, separazione e scontro. Gli esercizi partono dal vissuto dei ragazzi per riflettere sulle loro esperienze, guardarsi dentro, discutere in classe sulle alternative possibili e imparare a non essere complici delle violenze altrui. Il terzo capitolo è dedicato all'analisi e all'abbattimento degli stereotipi di genere, spingendo i ragazzi alla comprensione della differenza che esiste fra il sesso biologico e la costruzione sociale del genere. Il quarto capitolo descrive i vari tipi di violenza, dalla violenza fisica a quella psicologica a quella sessuale: le attività proposte smontano i miti sull’amore e le relazioni di coppia e screditano le scuse che provano a giustificare la violenza. L'ultima parte è dedicata al tema dell'omosessualità, cercando di contrastare il bullismo omofobico (causa, tra i giovani, di un suicidio su dieci), aiutando i ragazzi a vivere l’omosessualità come una caratteristica dell’essere umano.
Di pari passo è la nuova pubblicazione della neonata casa editrice Settenove, fondata da Monica Martinelli con l'obiettivo di prevenire la violenza di genere e proporre nuovi linguaggi, partendo dai bambini e dai ragazzi. Concretamente e ogni giorno.
Il libro verrà presentato a Milano il 25 novembre, presso la Sala del Consiglio nel Palazzo della Provincia, in via Vivaio 1 alle ore 11.00. Lo stesso giorno durante la serata benefica DONNE X LE DONNE al Teatro nuovo di piazza san Babila a Milano, le copie del libro saranno vendute a sostegno del Centro Soccorso Rosa. Una grande serata di cabaret e solidarietà per celebrare la Giornata Mondiale per l'eliminazione della violenza contro le donne in cui si avvicenderanno artiste della comicità e della canzone italiana, organizzata dall'associazione Fare per bene onlus, patrocinata da Zelig Ethic, Mediafriends e dal Comune di Milano.

DONNE X LE DONNE LUNEDI 25 NOVEMBRE 2013 - ORE 21.00 - TEATRO NUOVO - PIAZZA SAN BABILA - MILANO

Pp. 176, euro 18 – isbn 978889086054-6

Contatti: Monica Martinelli,
info@settenove.it
tel. 333 3246535.
www.settenove.it
Fb settenove; Twitter: @ed_settenove

Commenti

Post popolari in questo blog

Il mattino, da "Il giorno" di Giuseppe Parini - vv. 1-169 - di Carlo Zacco

5 10 15 20 25 30 35 40 45 50 Giovin Signore, o a te scenda per lungo Di magnanimi lombi ordine il sangue Purissimo celeste, o in te del sangue Emendino il difetto i compri onori E le adunate in terra o in mar ricchezze Dal genitor frugale in pochi lustri, Me Precettor d'amabil Rito ascolta.     Come ingannar questi nojosi e lenti Giorni di vita, cui sì lungo tedio E fastidio insoffribile accompagna Or io t'insegnerò. Quali al Mattino, Quai dopo il Mezzodì, quali la Sera Esser debban tue cure apprenderai, Se in mezzo agli ozj tuoi ozio ti resta Pur di tender gli orecchi a' versi miei.     Già l'are a Vener sacre e al giocatore Mercurio ne le Gallie e in Albione Devotamente hai visitate, e porti Pur anco i segni del tuo zelo impressi: Ora è tempo di posa. In vano Marte A sè t'invita; che ben folle è quegli Che a rischio de la vita onor si merca, E tu naturalmente il sangue aborri. Nè i mesti de la D…

Un quiz al giorno per il Concorso Dirigenti Scolastici 2015

Da oggi fino alla prova preselettiva sulla seguente pagina facebook un quiz al giorno per il Concorso Dirigenti Scolastici 2015 (bando previsto entro fine marzo, secondo il decreto Milleproroghe), ogni giorno alle ore 9.  La soluzione verrà pubblicata almeno un giorno dopo. https://www.facebook.com/nuovoconcorsodirigentiscolastici

Elogio di Galileo dall' Adone di Marino - di Carlo Zacco

Marino - Adone Canto X - ottave 42-37 Elogio di Galileo
42 Tempo verrà che senza impedimento queste sue note ancor fien note e chiare, mercé d'un ammirabile stromento per cui ciò ch'è lontan vicino appare e, con un occhio chiuso e l'altro intento specolando ciascun l'orbe lunare, scorciar potrà lunghissimi intervalli per un picciol cannone e duo cristalli. - Impedimento: ostacolo;  - note: caratteristiche;   note: conosciute e comprensibili: paronomasia;    mercé: grazie a;    - intento: attento;  - specolando: osservando;  - scorciar: abbreviare; 43 Del telescopio, a questa etate ignoto, per te fia, Galileo, l'opra composta, l'opra ch'al senso altrui, benché remoto, fatto molto maggior l'oggetto accosta. Tu, solo osservator d'ogni suo moto e di qualunque ha in lei parte nascosta, potrai, senza che vel nulla ne chiuda, novello Endimion, mirarla ignuda. - per te: per opera tua;  - fia l’opra comp…