Passa ai contenuti principali

Contro l’occupazione delle scuole scendano in campo i genitori - di Gennaro Capodanno

“ Contro il caos ed il disordine che regna nella scuola, dopo l’occupazione attuata o in via d’attuazione in tante scuole di Napoli e provincia, sovente con danni alle strutture ed alle suppellettili, sono dell’avviso che debbano scendere in campo anche i genitori - afferma Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari.  Siamo stufi di assistere impotenti ogni anno a questi gravi episodi, fomentati da un manipolo di scalmanati, manovrati presumibilmente per creare confusione, esponendo tanti studenti a rischi ed a conseguenze facilmente immaginabili. Sono convinto che la maggior parte dei ragazzi interessati vorrebbero tornare a fare regolarmente lezione  “.
“ Peraltro si osserva nei giovani una profonda ignoranza dei fatti per i quali viene inscenata la protesta e delle conseguenze alle quali possono andare incontro attuando iniziative palesemente illegittime – continua Capodanno -. Una parte delle responsabilità va anche a chi dovrebbe educarli a comprendere l’inutilità di queste azioni e le gravi ripercussioni che esse possono generare “.
            “ Su questo grave problema, che riguarda tantissime famiglie, chiediamo che venga posta in campo immediatamente un’iniziativa forte ed autorevole dello Stato e delle sue istituzioni – conclude Capodanno -. A nessuno può e deve essere consentito l’interruzione immotivata di un servizio pubblico essenziale quale la scuola, con la possibilità, neppure tanto remota, di far annullare l’intero anno scolastico. Per questo auspichiamo l’intervento delle forze dell’ordine per lo sgombero immediato di tutte le scuole, ove sono in atto illegittime forme di protesta, nonché l’intervento della stessa Magistratura penale, anche per comprendere quali effettive responsabilità si nascondano dietro queste iniziative che, da anni, con motivazioni che appaiono del tutto pretestuose, si ripetono nella scuola pubblica sistematicamente durante il periodo prenatalizio “.

Commenti

Post popolari in questo blog

Un quiz al giorno per il Concorso Dirigenti Scolastici 2015

Da oggi fino alla prova preselettiva sulla seguente pagina facebook un quiz al giorno per il Concorso Dirigenti Scolastici 2015 (bando previsto entro fine marzo, secondo il decreto Milleproroghe), ogni giorno alle ore 9.  La soluzione verrà pubblicata almeno un giorno dopo. https://www.facebook.com/nuovoconcorsodirigentiscolastici

Elogio di Galileo dall' Adone di Marino - di Carlo Zacco

Marino - Adone Canto X - ottave 42-37 Elogio di Galileo
42 Tempo verrà che senza impedimento queste sue note ancor fien note e chiare, mercé d'un ammirabile stromento per cui ciò ch'è lontan vicino appare e, con un occhio chiuso e l'altro intento specolando ciascun l'orbe lunare, scorciar potrà lunghissimi intervalli per un picciol cannone e duo cristalli. - Impedimento: ostacolo;  - note: caratteristiche;   note: conosciute e comprensibili: paronomasia;    mercé: grazie a;    - intento: attento;  - specolando: osservando;  - scorciar: abbreviare; 43 Del telescopio, a questa etate ignoto, per te fia, Galileo, l'opra composta, l'opra ch'al senso altrui, benché remoto, fatto molto maggior l'oggetto accosta. Tu, solo osservator d'ogni suo moto e di qualunque ha in lei parte nascosta, potrai, senza che vel nulla ne chiuda, novello Endimion, mirarla ignuda. - per te: per opera tua;  - fia l’opra comp…

Sciatteria nelle nomine delle commissioni esami di stato - di Paolo Marsich

Per dare un’idea della serietà con cui i burocrati del Ministero dell’Istruzione gestiscono l’Esame di Stato (ex Maturità), basterebbe considerare questi esempi di come sono state composte le commissioni: a esaminare in Storia studenti di indirizzi liceali e tecnici in cui la materia viene insegnata dal docente di Italiano (classe di concorso A050), sono stati mandati docenti di Italiano e Latino (classe A051) che, per quanto in possesso di abilitazione anche all’insegnamento di Storia, ottenuta magari trent’anni fa, Storia al triennio non l’hanno mai insegnata; viceversa a esaminare in Italiano e Latino studenti del Liceo Scientifico sono stati mandati insegnanti privi di abilitazione in Latino (classe A050). E ancora, a esaminare in Letteratura italiana studenti dei licei classici sono stati mandati insegnanti di Greco e Latino (classe A052) che, per quanto in possesso di abilitazione anche in Italiano, ottenuta anche questa magari trent’anni fa, Letteratura italiana al triennio no…