Passa ai contenuti principali

Allo Young International Forum i primi passi per contrastare la disoccupazione

Berriola: “Allo Yif  i primi passi per contrastare la disoccupazione con proposte concrete”. L’assessore Cattoi: “Opportunità anche nella pubblica amministrazione”
Durante la conferenza stampa dello Yif  sono state illustrate alcune opportunità di lavoro, che verranno presentate ai ragazzi durante la V edizione della tre giorni che si terrà dall’ 8 al 10 ottobre a Roma a “ La Pelanda , Centro di Produzione Culturale”. Possibilità anche nel pubblico impiego non appena sarà finito il blocco del turn over, secondo il presidente del Formez Pa Carlo Flamment
ROMA – “Lo Young International Forum  nasce come risposta al disorientamento dei giovani, come il luogo “open” dove mettiamo insieme competenze e ci apriamo al mondo della scuola, dell’università e del lavoro per dare il meglio ai ragazzi in cerca di una strada per la propria carriera”, così il presidente di Italia Orienta, Mariano Berriola, sintetizza una delle finalità dello Yif, durante la Conferenza Stampa in Campidoglio. “Allo Young International Forum una grande novità per aiutare i ragazzi a decidere: saranno presentate le professione legate alle singole aree di studio, così da ragionare sul mestiere da intraprendere prima e sulla scelta formativa poi”.
 “Il nostro primo obiettivo – ha precisato il direttore scientifico della Fondazione Italia Orienta, Antonio Cocozza, - è fornire capacità critiche ai ragazzi che sono in difficoltà nella costruzione del proprio progetto di vita. La dispersione scolastica in Italia ha raggiunto il 19,7%, il doppio rispetto agli obiettivi che l’Europa ci chiede di raggiungere entro il 2020. LoYoung International Forum sta lavorando anche in questa direzione”.
Un invito a non abbattersi, ma a cercare anche nel pubblico impiego arriva dal presidente del Formez Pa Carlo Flamment, che ha sottolineato come “i giovani siano l’unica grande risorsa per uscire dalla crisi del Paese”. “Abbiamo raggiunto il 40,1% della disoccupazione ma in Italia le possibilità ci sono, anche nel settore pubblico”. “E, finito il blocco del turn over – ha aggiunto - prevediamo di aprire le porte delle amministrazioni pubbliche ai giovani, perché sono loro i nuovi nativi digitali”.
Così anche l’assessore alla Scuola del Comune di Roma, Alessandra Cattoi: “La pubblica amministrazione può offrire tanto: a luglio abbiamo assunto 108 educatrici degli asili nido e ora stiamo lavorando per inserire nuovi profili nella scuola materna. I posti ci sono ma abbiamo bisogno di persone formate e con competenze”. L’assessore nel ribadire il ruolo fondamentale dell’orientamento ha espresso il pieno appoggio alla Fondazione Italia Orienta per tutti i suoi progetti e assicurato la voglia di lavorare in rete: “La politica dovrebbe affiancare Fondazioni come Italia Orienta, per formare profili competenti e poi cercare di riportarli in Italia”. “Il nostro anello debole è proprio l’orientamento”- ha continuato - dobbiamo puntare ad avere sportelli di consulenza post diploma e post laurea non solo nelle scuole ma anche nelle università. Solo a Roma ci sono 22 atenei, nei quali si potrebbe accompagnare ogni ragazzo verso un percorso di formazione all’estero. Inoltre stiamo cercando di far diventare Roma una città più internazionale, di metterla in rete con l’Europa e per questo stiamo inserendo la Capitale nella nuova programmazione dei Fondi europei 2014-2020 ”.
Lo Young International Forum è un progetto di Italia Orienta, partner Formez PA, in collaborazione con Roma Capitale e La Pelanda. Media partner il Corriere dell’Università Job. La tre giorni si terrà dall’ 8 al 10 ottobre a Roma a “ La Pelanda , Centro di Produzione Culturale” dalle ore 9.00 alle 13.30.
--------------
Per maggiori informazioni:
Ufficio Stampa:
UfficioStampa@younginternationalforum.com
tel. 06.98181406
Anna Di Russo
mob.3296771055
Monica D’Ambrosio
mob. 3925980027
www.younginternationalforum.com

Commenti

Post popolari in questo blog

Un quiz al giorno per il Concorso Dirigenti Scolastici 2015

Da oggi fino alla prova preselettiva sulla seguente pagina facebook un quiz al giorno per il Concorso Dirigenti Scolastici 2015 (bando previsto entro fine marzo, secondo il decreto Milleproroghe), ogni giorno alle ore 9.  La soluzione verrà pubblicata almeno un giorno dopo. https://www.facebook.com/nuovoconcorsodirigentiscolastici

Elogio di Galileo dall' Adone di Marino - di Carlo Zacco

Marino - Adone Canto X - ottave 42-37 Elogio di Galileo
42 Tempo verrà che senza impedimento queste sue note ancor fien note e chiare, mercé d'un ammirabile stromento per cui ciò ch'è lontan vicino appare e, con un occhio chiuso e l'altro intento specolando ciascun l'orbe lunare, scorciar potrà lunghissimi intervalli per un picciol cannone e duo cristalli. - Impedimento: ostacolo;  - note: caratteristiche;   note: conosciute e comprensibili: paronomasia;    mercé: grazie a;    - intento: attento;  - specolando: osservando;  - scorciar: abbreviare; 43 Del telescopio, a questa etate ignoto, per te fia, Galileo, l'opra composta, l'opra ch'al senso altrui, benché remoto, fatto molto maggior l'oggetto accosta. Tu, solo osservator d'ogni suo moto e di qualunque ha in lei parte nascosta, potrai, senza che vel nulla ne chiuda, novello Endimion, mirarla ignuda. - per te: per opera tua;  - fia l’opra comp…

Sciatteria nelle nomine delle commissioni esami di stato - di Paolo Marsich

Per dare un’idea della serietà con cui i burocrati del Ministero dell’Istruzione gestiscono l’Esame di Stato (ex Maturità), basterebbe considerare questi esempi di come sono state composte le commissioni: a esaminare in Storia studenti di indirizzi liceali e tecnici in cui la materia viene insegnata dal docente di Italiano (classe di concorso A050), sono stati mandati docenti di Italiano e Latino (classe A051) che, per quanto in possesso di abilitazione anche all’insegnamento di Storia, ottenuta magari trent’anni fa, Storia al triennio non l’hanno mai insegnata; viceversa a esaminare in Italiano e Latino studenti del Liceo Scientifico sono stati mandati insegnanti privi di abilitazione in Latino (classe A050). E ancora, a esaminare in Letteratura italiana studenti dei licei classici sono stati mandati insegnanti di Greco e Latino (classe A052) che, per quanto in possesso di abilitazione anche in Italiano, ottenuta anche questa magari trent’anni fa, Letteratura italiana al triennio no…