Passa ai contenuti principali

Concordo DS Lombardia: non solo il PD, ma anche la Lega d'accordo sull'uso della preselettiva

DS, anche la la Lega chiede l'utilizzo della graduatoria preselettiva in Lombardia
Fonte: Tecnica della scuola
di Alessandro Giuliani
31/08/2013
Attraverso l’ex sen. Mario Pittoni, il Carroccio sollecita un contratto ‘a tempo’, recuperando gli iscritti alle graduatorie di merito lombarde 2012 annullate con sentenza del Consiglio di Stato n. 3747: con un terzo delle scuole lombarde senza guida, ormai il caos si può evitare solo con un provvedimento ad hoc.

Dopo il Partito Democratico, anche la Lega Nord si dice favorevole all’utilizzo della graduatoria preselettiva del concorso Dirigenti scolastici per dare una risposta immediata alla mancanza di diverse centinaia di dirigenze scolastiche in Lombardia.
Anzi, il partito leghista rivendica la paternità della proposta. Attraverso Mario Pittoni, che nella passata legislatura ha ricoperto il ruolo di capogruppo leghista in Commissione Istruzione del Senato, la Lega sollecita un contratto da dirigente scolastico ‘a tempo’, recuperando gli iscritti alle graduatorie di merito lombarde 2012 annullate con sentenza del Consiglio di Stato n. 3747 dell’11 luglio scorso, ma anche nuovi meccanismi concorsuali sostituendo l’idoneità con graduatorie regionali progressive.
“In Lombardia – spiega Pittoni - la ricorrezione degli elaborati concorsuali, con il rischio di valutazioni diverse e quindi di candidati esclusi che a loro volta ricorrono al giudice amministrativo contestando le operazioni di correzione, porta a prevedere un tempo che può arrivare anche a un anno per completare la procedura. Con più di un terzo delle scuole autonome lombarde senza dirigente titolare, ormai il caos si può evitare solo con un provvedimento ad hoc (utile anche in altre regioni dove si manifestassero le stesse criticità), che consenta di gestire l’emergenza in attesa delle assegnazioni definitive”.
C’è poi la questione – molto sentita al Nord - delle regioni dove, nonostante il buon livello medio di preparazione certificato dalle indagini internazionali, sono tanti i candidati alla dirigenza scolastica che non hanno superato le prove di idoneità. Con il rischio che per i posti vacanti scatti l’ennesimo provvedimento che consente il trasferimento di colleghi dal Meridione, dove, rileva in modo provocatorio sempre Pittoni, “chissà perché abbondano. Per questo motivo – conclude l’esponente leghista - proponiamo una revisione del sistema di reclutamento dei dirigenti scolastici, ispirato al progetto che abbiamo depositato la scorsa legislatura per l’assunzione di docenti, basato su graduatorie regionali progressive”.

Commenti

Post popolari in questo blog

Un quiz al giorno per il Concorso Dirigenti Scolastici 2015

Da oggi fino alla prova preselettiva sulla seguente pagina facebook un quiz al giorno per il Concorso Dirigenti Scolastici 2015 (bando previsto entro fine marzo, secondo il decreto Milleproroghe), ogni giorno alle ore 9.  La soluzione verrà pubblicata almeno un giorno dopo. https://www.facebook.com/nuovoconcorsodirigentiscolastici

Elogio di Galileo dall' Adone di Marino - di Carlo Zacco

Marino - Adone Canto X - ottave 42-37 Elogio di Galileo
42 Tempo verrà che senza impedimento queste sue note ancor fien note e chiare, mercé d'un ammirabile stromento per cui ciò ch'è lontan vicino appare e, con un occhio chiuso e l'altro intento specolando ciascun l'orbe lunare, scorciar potrà lunghissimi intervalli per un picciol cannone e duo cristalli. - Impedimento: ostacolo;  - note: caratteristiche;   note: conosciute e comprensibili: paronomasia;    mercé: grazie a;    - intento: attento;  - specolando: osservando;  - scorciar: abbreviare; 43 Del telescopio, a questa etate ignoto, per te fia, Galileo, l'opra composta, l'opra ch'al senso altrui, benché remoto, fatto molto maggior l'oggetto accosta. Tu, solo osservator d'ogni suo moto e di qualunque ha in lei parte nascosta, potrai, senza che vel nulla ne chiuda, novello Endimion, mirarla ignuda. - per te: per opera tua;  - fia l’opra comp…

Sciatteria nelle nomine delle commissioni esami di stato - di Paolo Marsich

Per dare un’idea della serietà con cui i burocrati del Ministero dell’Istruzione gestiscono l’Esame di Stato (ex Maturità), basterebbe considerare questi esempi di come sono state composte le commissioni: a esaminare in Storia studenti di indirizzi liceali e tecnici in cui la materia viene insegnata dal docente di Italiano (classe di concorso A050), sono stati mandati docenti di Italiano e Latino (classe A051) che, per quanto in possesso di abilitazione anche all’insegnamento di Storia, ottenuta magari trent’anni fa, Storia al triennio non l’hanno mai insegnata; viceversa a esaminare in Italiano e Latino studenti del Liceo Scientifico sono stati mandati insegnanti privi di abilitazione in Latino (classe A050). E ancora, a esaminare in Letteratura italiana studenti dei licei classici sono stati mandati insegnanti di Greco e Latino (classe A052) che, per quanto in possesso di abilitazione anche in Italiano, ottenuta anche questa magari trent’anni fa, Letteratura italiana al triennio no…