Passa ai contenuti principali

Sir. Tim Berners Lee, Inventore del Web, al Muse di Trento in occasione degli Ict Days

Nel futuro Museo delle Scienze di Trento, l'informatico britannico ha incontrato il pubblico nel corso dell'intervento "Una finestra sul futuro". Nella lobby disegnata da Renzo Piano e gremita di persone, l'informatico inglese (57 anni, insignito nel 2004 del titolo di Knight Commander of the British Empire dalla regina Elisabetta II per i meriti scientifici e oggi docente al Mit di Boston) ha sottolineato come "...per risolvere i grandi problemi del mondo - dal surriscaldamento globale ai problemi politici - sarà necessario condividere conoscenze ed esperienze e questo richiederà una sempre maggiore partecipazione globale. Il web è lo strumento che ci aiuta a entrare in contatto con altre comunità, con altre persone, che ci aiuta ad allargare la nostra conoscenza..."

Un tema caro, quello della condivisione dei saperi e delle conoscenze, al  futuro MUSE di Trento che nasce con l'idea di dare vita a un nuovo modo - allargato e trasversale - di vivere la scienza, sperimentando, toccando, costruendo, mettendosi in relazione con gli altri. La struttura stessa del MUSE punta a diventare - per i cittadini- una "piazza dei saperi", un luogo a favore della la comunità, per eccellenza preposto alla divulgazione scientifica e al coinvolgimento e sensibilizzazione sui temi caldi legati alla natura e alla sostenibilità. Un progetto museografico che nella tecnologia e nell'innovazione vede due alleate preziose e indispensabili.
Il MUSE – Museo delle Scienze di Trento è stato scelto quale sede dell'evento di punta degli ICT DAYS, la kermesse dedicata all'innovazione e alla tecnologia che ha proposto nella giornata di venerdì l'incontro con Sir. Tim Berners Lee, inventore del web.
Ancora in fase di allestimento in vista dell'apertura ufficiale che si terrà il prossimo 27 luglio, il MUSE è pronto a diventare il nuovo fiore all'occhiello di un territorio ad alta densità culturale, con un occhio particolarmente attento alle nuove tecnologie.
Interattività, multimedialità, sviluppo sostenibile e sperimentazione sono alcune delle parole chiave alla base del progetto museografico, che hanno fatto di struttura lo spazio ideale per ospitare il prestigioso appuntamento.
Il progetto MUSE, pensato dieci anni fa come tassello fondamentale di un network di saperi disseminati su tutta la provincia, è una struttura ad alto tasso tecnologico che presenta numerosi  exhibit e allestimenti interattivi e multimediali, dedicati ai più piccoli ma non solo. Tra i più significativi, il  FabLab, una vera e propria officina per la produzione digitale innovativa dove, attraverso strumentazioni quali stampanti in 3d, laser cutter e plotter vinilici, il visitatore  potrà progettare e realizzare in prima persona le sue idee, trasformandole in oggetti concreti.
Comunicato stampa, 23 marzo 2013

Commenti

Post popolari in questo blog

Un quiz al giorno per il Concorso Dirigenti Scolastici 2015

Da oggi fino alla prova preselettiva sulla seguente pagina facebook un quiz al giorno per il Concorso Dirigenti Scolastici 2015 (bando previsto entro fine marzo, secondo il decreto Milleproroghe), ogni giorno alle ore 9.  La soluzione verrà pubblicata almeno un giorno dopo. https://www.facebook.com/nuovoconcorsodirigentiscolastici

Elogio di Galileo dall' Adone di Marino - di Carlo Zacco

Marino - Adone Canto X - ottave 42-37 Elogio di Galileo
42 Tempo verrà che senza impedimento queste sue note ancor fien note e chiare, mercé d'un ammirabile stromento per cui ciò ch'è lontan vicino appare e, con un occhio chiuso e l'altro intento specolando ciascun l'orbe lunare, scorciar potrà lunghissimi intervalli per un picciol cannone e duo cristalli. - Impedimento: ostacolo;  - note: caratteristiche;   note: conosciute e comprensibili: paronomasia;    mercé: grazie a;    - intento: attento;  - specolando: osservando;  - scorciar: abbreviare; 43 Del telescopio, a questa etate ignoto, per te fia, Galileo, l'opra composta, l'opra ch'al senso altrui, benché remoto, fatto molto maggior l'oggetto accosta. Tu, solo osservator d'ogni suo moto e di qualunque ha in lei parte nascosta, potrai, senza che vel nulla ne chiuda, novello Endimion, mirarla ignuda. - per te: per opera tua;  - fia l’opra comp…

Sciatteria nelle nomine delle commissioni esami di stato - di Paolo Marsich

Per dare un’idea della serietà con cui i burocrati del Ministero dell’Istruzione gestiscono l’Esame di Stato (ex Maturità), basterebbe considerare questi esempi di come sono state composte le commissioni: a esaminare in Storia studenti di indirizzi liceali e tecnici in cui la materia viene insegnata dal docente di Italiano (classe di concorso A050), sono stati mandati docenti di Italiano e Latino (classe A051) che, per quanto in possesso di abilitazione anche all’insegnamento di Storia, ottenuta magari trent’anni fa, Storia al triennio non l’hanno mai insegnata; viceversa a esaminare in Italiano e Latino studenti del Liceo Scientifico sono stati mandati insegnanti privi di abilitazione in Latino (classe A050). E ancora, a esaminare in Letteratura italiana studenti dei licei classici sono stati mandati insegnanti di Greco e Latino (classe A052) che, per quanto in possesso di abilitazione anche in Italiano, ottenuta anche questa magari trent’anni fa, Letteratura italiana al triennio no…