Passa ai contenuti principali

Concorso per dirigenti scolastici: già si parla di “concorso truccato” - di Gennaro Capodanno

Se, per come si preannuncia, il concorso per dirigenti scolastici, ancora alle prime battute, seguirà le orme del suo predecessore, vale a dire del concorso bandito nel 2004, di esso si continuerà a parlare ancora per diversi anni, con un presumibile contenzioso giudiziario ed amministrativo destinato ad ingolfare ulteriormente le aule di giustizia.
Siamo ancora alla vigilia delle prove preselettive è già la pletora di polemiche e di contestazioni tra gli addetti ai lavori ha raggiunto soglie inimmaginabili. Si è partiti con la batteria di test, che doveva essere pubblicata il 1° settembre, per la presunta divulgazione anticipata della quale si è parlato, da più parti, di fuga di notizie. Si è poi passati alla vicenda dei test con errori o imprecisioni, da eliminare dalla batteria originaria, il cui elenco sarà reso ufficialmente noto solo a pochi giorni di distanza dall’effettuazione della prova. Ultima, in ordine di tempo, ma, ripeto, siamo solo agli inizi, la denuncia contenuta in una lettera apparsa su un sito scolastico, dove si parla di “concorso truccato”, in relazione alla nomina di un presidente di commissione esaminatrice che, sebbene in una regione diversa da quella dove è stato nominato, avrebbe svolto attività e tenuto lezioni in un corso realizzato per partecipanti al concorso. In relazione a questo aspetto va sottolineato che la disciplina riguardante l’incompatibilità tra i componenti della commissione ed i concorrenti è contenuta nel D.P.R.  n.487/1994, dove all’art. 11 si rinvia sostanzialmente agli articoli 51 e 52 del codice di procedura civile, che disciplinano, rispettivamente, l’astensione e la ricusazione del giudice. In attesa di una specifica auspicabile normativa, va osservato che al punto 4 del comma 1 dell’art. 51 cpc si precisa che il giudice ha l’obbligo di astenersi: “se ha dato consiglio o prestato patrocinio  nella causa, o ha deposto in essa come testimone, oppure ne ha conosciuto come magistrato in altro grado del processo o come arbitro o vi ha prestato assistenza come consulente tecnico “. Se dalla norma possa scaturire l’incompatibilità, dal punto di vista giuridico, nella vicenda segnalata, è un nodo che andrà sciolto nelle sedi competenti. Nell’attesa di una tale pronuncia, che ci auguriamo avvenga al più presto, ragioni di opportunità suggerirebbero di evitare che funzionari che hanno prestato la propria opera professionale in un corso per la preparazione ad un concorso pubblico facciano parte di una commissione esaminatrice per lo stesso concorso, seppure nominata per altra regione. Nel caso specifico è auspicabile che i direttori generali degli uffici scolastici regionali, anche alla luce del caso segnalato, pongano particolare attenzione sulle nomine di loro competenza, contribuendo così a restituire serenità e fiducia ai partecipanti  ad un concorso che già naviga in acque particolarmente perigliose.

Gennaro Capodanno

Una grave denuncia relativa al concorso per dirigenti scolastici
 
Una grave denuncia,da verificare, per gi eventuali provvedimenti consequenziali, in merito al concorso per dirigenti scolastici è stata quest’oggi pubblicata nelle lettere de "La tecnica della scuola” al seguente link:
 
Gennaro Capodanno
Fondatore del gruppo “ Concorso per dirigente tecnico e per dirigente scolastico
 
CONCORSO TRUCCATO
 
30/09/2011

Denuncio un fatto molto grave in merito al concorso a dirigente scolastico 2011. Il dott. Bottino Alberto, ex direttore scolastico regionale per la Campania, si è fatto nominare presidente di commissione giudicatrice del predetto concorso nel Lazio. Il dottor Bottino non può far parte delle commissioni perché ha svolto attività e ha fatto lezione nel corso di preparazione per concorso a dirigente scolastico, organizzato dall'ANDIS, presso l'istituto "Villari" di Napoli. Nella nostra città c' è sconcerto e disgusto per questa circostanza. Questo concorso è proprio truccato!

Commenti

Post popolari in questo blog

Un quiz al giorno per il Concorso Dirigenti Scolastici 2015

Da oggi fino alla prova preselettiva sulla seguente pagina facebook un quiz al giorno per il Concorso Dirigenti Scolastici 2015 (bando previsto entro fine marzo, secondo il decreto Milleproroghe), ogni giorno alle ore 9.  La soluzione verrà pubblicata almeno un giorno dopo. https://www.facebook.com/nuovoconcorsodirigentiscolastici

Elogio di Galileo dall' Adone di Marino - di Carlo Zacco

Marino - Adone Canto X - ottave 42-37 Elogio di Galileo
42 Tempo verrà che senza impedimento queste sue note ancor fien note e chiare, mercé d'un ammirabile stromento per cui ciò ch'è lontan vicino appare e, con un occhio chiuso e l'altro intento specolando ciascun l'orbe lunare, scorciar potrà lunghissimi intervalli per un picciol cannone e duo cristalli. - Impedimento: ostacolo;  - note: caratteristiche;   note: conosciute e comprensibili: paronomasia;    mercé: grazie a;    - intento: attento;  - specolando: osservando;  - scorciar: abbreviare; 43 Del telescopio, a questa etate ignoto, per te fia, Galileo, l'opra composta, l'opra ch'al senso altrui, benché remoto, fatto molto maggior l'oggetto accosta. Tu, solo osservator d'ogni suo moto e di qualunque ha in lei parte nascosta, potrai, senza che vel nulla ne chiuda, novello Endimion, mirarla ignuda. - per te: per opera tua;  - fia l’opra comp…

Sciatteria nelle nomine delle commissioni esami di stato - di Paolo Marsich

Per dare un’idea della serietà con cui i burocrati del Ministero dell’Istruzione gestiscono l’Esame di Stato (ex Maturità), basterebbe considerare questi esempi di come sono state composte le commissioni: a esaminare in Storia studenti di indirizzi liceali e tecnici in cui la materia viene insegnata dal docente di Italiano (classe di concorso A050), sono stati mandati docenti di Italiano e Latino (classe A051) che, per quanto in possesso di abilitazione anche all’insegnamento di Storia, ottenuta magari trent’anni fa, Storia al triennio non l’hanno mai insegnata; viceversa a esaminare in Italiano e Latino studenti del Liceo Scientifico sono stati mandati insegnanti privi di abilitazione in Latino (classe A050). E ancora, a esaminare in Letteratura italiana studenti dei licei classici sono stati mandati insegnanti di Greco e Latino (classe A052) che, per quanto in possesso di abilitazione anche in Italiano, ottenuta anche questa magari trent’anni fa, Letteratura italiana al triennio no…