Passa ai contenuti principali

Concorso Dirigenti Scolastici: ritardo ingiustificabile del bando - di Luigi Gaudio

Il giorno 6 aprile 2011 il Ministero ha dettato ai sindacati una tempistica relativa al Concorso Dirigenti scolastici, che è stata poi confermata in data 3 maggio alle associazioni professionali DISAL e ANDIS, che prevedeva il bando per l'1 giugno 2011.


Quando è stata pubblicata questa tempistica, in molti hanno pensato che la data del 1° giugno come emanazione del bando era un po' troppo in là nel tempo, ma evidentemente il Ministero voleva essere sicuro, stavolta, di mantenere la parola data. Ricorderete infatti che il 4 agosto 2010 un Comunicato Stampa ufficiale del Ministero recitava così: "Sarà bandito entro l'anno 2010 un nuovo concorso per Dirigente scolastico. I posti saranno 2.800" recitava appunto il Comunicato stampa del 4 agosto 2010 del MIUR." Già allora avevamo denunciato il mancato rispetto dei tempi nel seguente articolo:
Così come in quel caso, la nostra previsione, fatta un giorno prima della scadenza annunciata in questo articolo
si è rivelata purtroppo fondata, anche se sappiamo che la macchina si è messa in moto.
Lo slittamento della emanazione del bando potrebbe comportare, purtroppo, anche il ritardo di tutte le altre date segnalate a suo tempo, a partire dall prova preselettiva, fissata in origine per il 15 settembre.
"Quo usque tandem abutere…" in questo caso non è un lamento fine a se stesso, ma è l'amara constatazione che, nell'agenda delle priorità, l'autonomia reale delle scuole rimane in fondo.
Luigi Gaudio

Commenti

Post popolari in questo blog

Eticamente lecito uccidere i bambini - di Stefano Biavaschi

“Eticamente lecito uccidere i bambini”. E' la sorprendente tesi di due bioeticisti italiani, pubblicata sul Journal of Medical Ethics. I due personaggi sono Alberto Giubilini e Francesca Minerva, e il titolo incredibile dell'articolo è: “Aborto dopo la nascita, perché il bambino dovrebbe vivere?”.

Il mattino, da "Il giorno" di Giuseppe Parini - vv. 1-169 - di Carlo Zacco

5 10 15 20 25 30 35 40 45 50 Giovin Signore, o a te scenda per lungo Di magnanimi lombi ordine il sangue Purissimo celeste, o in te del sangue Emendino il difetto i compri onori E le adunate in terra o in mar ricchezze Dal genitor frugale in pochi lustri, Me Precettor d'amabil Rito ascolta.     Come ingannar questi nojosi e lenti Giorni di vita, cui sì lungo tedio E fastidio insoffribile accompagna Or io t'insegnerò. Quali al Mattino, Quai dopo il Mezzodì, quali la Sera Esser debban tue cure apprenderai, Se in mezzo agli ozj tuoi ozio ti resta Pur di tender gli orecchi a' versi miei.     Già l'are a Vener sacre e al giocatore Mercurio ne le Gallie e in Albione Devotamente hai visitate, e porti Pur anco i segni del tuo zelo impressi: Ora è tempo di posa. In vano Marte A sè t'invita; che ben folle è quegli Che a rischio de la vita onor si merca, E tu naturalmente il sangue aborri. Nè i mesti de la D…

Concorso dirigenti: appunti di studio

L'ultima mia fatica di studio in vista del concorso l'ho riversata come al solito sul sito www.atuttascuola.it e credo che possa essere utile, in mancanza di una testo ufficiale del ministero di preparazione al concorso.