Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2011

Corso concorso dirigenti a Brescia - 8-10 luglio 2011

Venerdi' 8 luglio 2011 incomincia l'ultimo corso residenziale in preparazione del concorso per dirigenti scolastici organizzato da DISAL.

Concorso dirigenti: eppur si muove ... lentamente - di Luigi Gaudio

Le notizie di cui siamo a conoscenza sull'iter del concorso dirigenti sono le due seguenti, che testimoniano di come la situazione si sia sbloccata, anche se non vale la pena di essere molto ottimisti, conoscendo la lentezza con cui si muove il pachiderma ministeriale:

Le manie di protagonismo dei docenti - di Luigi Gaudio

Uno dei problemi principali che nega la possibilità di una presenza professionale comune, oltre all'ostacolo persistente del burocraticismo ministeriale, è quella delle manie di protagonismo.

Inserimento graduatorie? La maggioranza era per la coda

Qual è il metodo di inserimento più corretto nelle graduatorie?
Riportiamo l'esito di un sondaggio realizzato su atuttascuoladuepuntozero nei mesi di marzo-maggio 2011

Esito del sondaggio "Chi dovrà valutare i docenti?" di Atuttascuola

Uno dei temi più caldi di discussione nelle scuole in questi ultimi mesi è stato quello della valutazione dei docenti e della valutazione delle scuole (cosiddetta valutazione di sistema).

Prove invalsi: un’occasione per ristrutturare la scuola - di Enrico Maranzana

Il dibattito e le resistenze che si sono frapposte all’accertamento delle competenze, curato dell’Invalsi, hanno consentito di rilevare la distanza dei punti di vista dei soggetti in campo, divario originato della confusione che regna nell’amministrazione della scuola.

Educare al desiderio – di Luigi Gaudio

Giorgio Gaber in una sua canzone diceva: " Il desiderio [...] è il primo impulso per conoscere e capire / è la radice di una pianta delicata / che se sai coltivare / ti tiene in vita".

Valutazione implicita – di Luigi Gaudio

Negli ultimi mesi abbiamo assistito ad una levata di scudi di insegnanti e dirigenti contro la sperimentazione della valutazione dei docenti e delle scuole. Attenzione, però, se non si accetta la valutazione esplicita del proprio operato, occorre sapere che vi è comunque una valutazione implicita.

L’ossessione della privacy a scuola – di Luigi Gaudio

Sembra che a scuola ci sia davvero l'incubo di violare la privacy. Intendiamoci, è sacrosanto rispettare la sfera personale, ma la scuola non può basare su questa asetticità la propria azione educativa.

Segnali di interesse dei politici per la professionalità dei docenti - di Luigi Gaudio

Dopo anni e anni in cui si è parlato di tutto, tranne della professionalità dei docenti, finalmente vien fuori una Proposta Di Legge a firma Gabriella Carlucci (on. del PDL) che incomincia, come gia' aveva fatto il PDL Aprea (anche quello inspiegabilmente perso entro i meandri delle sale parlamentari) a disegnare un albo professionale dei docenti.

Fare l'orto a scuola - di Luigi Gaudio

Il progetto vincitore di un concorso per le scuole di "Repubblica on-line" è stato il progetto "Per una scuola ecosostenibile" del liceo scientifico Enrico Fermi di Bari, che propone la trasformazione degli spazi aperti della scuola in verde destinato alla frutticoltura, alla coltivazione degli aromi e addirittura alla vendita dei prodotti al di fuori della scuola stessa

Scuola: un criterio per giudicare l’azione del governo - di Enrico Maranzana

Premiare il merito, riconoscere le eccellenze, elevare il livello qualitativo delle prestazioni sono problematiche che implicano lo studio del rapporto obiettivi .. risultati conseguiti.
Nessuno dovrebbe sottrarsi a tale accertamento: il ritornello: “il merito dei politici è giudicato dalle urne” non ha fondamento razionale in quanto efficacia e consenso sono aspetti che muovono in dimensioni differenti.

Valutare le competenze in situazione - di Luigi Gaudio

Partiamo da una definizione di competenza, dello studioso Le Boterf: “I soggetti competenti sono in grado di mobilitare ed integrare risorse conoscitive ed affettive interne ed esterne per affrontare problemi inediti, non riconducibili a soluzioni di routine, che si presentano in contesti reali significativi attraverso performance efficaci ed efficienti, secondo modalità eticamente e socialmente condivisibili” (Le Boterf, 2000)